COME PRENDERSI CURA DELLA STELLA DI NATALE

COME PRENDERSI CURA DELLA STELLA DI NATALE

Se c’è una cosa che non può mancare nelle nostre case durante le feste è proprio la Stella di Natale: questa pianta semplice e colorata è quello che ci vuole per creare una bella atmosfera natalizia, accogliente e tradizionale.

Ma voi lo sapete perché si chiama così?

Una leggenda messicana – il paese di origine di questa splendida pianta – racconta che tempo fa, durante la messa di Natale, c’era una bambina molto povera che voleva portare un’offerta all’altare ma non aveva potuto comprare niente; mentre piangeva però sentì una voce che le diceva: “Esci in cortile, raccogli un mazzo di sterpaglie e depositale insieme alle altre offerte”. La bambina lo fece e subito le erbacce si trasformarono in meravigliose stelle rosse.

Le nostre temperature invernali purtroppo non sono le stesse del Messico, di conseguenza bisogna avere qualche accortezza in più per riuscire a far sopravvivere la Stella di Natale a lungo, oltre il periodo natalizio.

Scopriamo insieme come prendercene cura.

DOVE TENERLA

La Stella di Natale non può restare tutto l’anno nello stesso posto, perché ha bisogno di attenzioni diverse a seconda della stagione.

Durante l’inverno è consigliato lasciarla in un luogo caldo e luminoso, lontano da fonti di calore e correnti d’aria; sapevate che questa pianta, così come noi, ha bisogno delle sue ore di sonno? Eh sì, se volete che mantenga il suo colore acceso bisogna ricordarci di lasciarle almeno 12 ore di buio; vi basterà spostarla in sgabuzzino o in camera da letto quando il sole tramonta, in modo da non esporla nemmeno alle luci artificiali di casa. Quando invece arriva la stagione calda potete tranquillamente spostarla in una zona ombreggiata del balcone, sempre al riparo dalle correnti d’aria.

QUANDO INNAFFIARLA

Questa pianta non ama molto gli eccessi: l’ideale è non lasciarla in un ambiente troppo secco, per evitare che sue foglie appassiscano, ma al tempo stesso è importante evitare i ristagni d’acqua. La cosa migliore che potete fare è bagnarla solo quando il terreno è completamente asciutto.

C’è poi un trucchetto che vi suggerisco: comprate dell’argilla espansa in granuli da mettere in fondo al vaso, questi grani infatti tratterranno l’acqua e la rilasceranno sotto forma di umidità, creando così il clima perfetto.

QUANDO POTARE E RINVASARE

Il periodo più indicato per rinvasare solitamente è maggio: fate attenzione però e aspettate che cadano le foglie rosse prima di farlo. Io scelgo sempre un vaso appena più grande, altrimenti la pianta butta tante foglie e pochi fiori.

Non appena le foglie iniziano a cadere, poi, è importante ricordarsi di potare la pianta: vi consiglio di farlo con delle cesoie e dei guanti, perché la linfa della Stella di Natale può essere urticante.

QUANDO CONCIMARE

Se volete assicurarvi una bella fioritura invernale, io vi consiglio di diluire del fertilizzante nell’acqua ogni due settimane circa, per tutto il periodo tra giugno e settembre: è d’estate infatti che la Stella di Natale accumula le sostanze nutritive che le servono per diventare rigogliosa in inverno.

Spero che questi consigli siano stati preziosi per far splendere la vostra Stella di Natale, ma non è certo l’unica pianta che potete tenere nei vostri appartamenti durante inverno.

Io vi consiglio di provare con le piante da camera: ne avete mai sentito parlare?

Date un’occhiata qui:

LE PIANTE PERFETTE PER LA CAMERA DA LETTO

E voi ce l’avete una Stella di Natale in casa? O preferite altre piante invernali?

Fatemelo sapere nei commenti!

Buon giardinaggio natalizio!

Benedetta

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su COME PRENDERSI CURA DELLA STELLA DI NATALE

  • Giovanna - 3 Marzo 2019 13:05

    Interessante l’ articolo sulla stella di Natale.