COME PULIRE GLI ASPARAGI


In questo articolo vi spiegherò come pulire gli asparagi in modo semplice e veloce. Gli asparagi per la loro grande versatilità in cucina, si prestano ad essere impiegati in tantissime ricette diverse: possono essere utilizzati da crudi, da cotti oppure per fare delle deliziose vellutate. Sono tra gli ortaggi più particolari e pregiati che la primavera ci offre. Le varietà di asparago sono tantissime, le più comuni sono gli asparagi verdi, quelli violetti, quelli bianchi dal sapore più delicato e quelli selvatici, sottili e dal colore uniforme che hanno un gusto più deciso. Vediamo insieme i trucchi e i consigli per pulirli e cuocerli nel modo migliore.

PULIRE GLI ASPARAGI

Tutte le più comuni varietà di asparagi si puliscono allo stesso modo. Iniziamo lavandoli accuratamente sotto un getto di acqua corrente. Adagiamo gli asparagi su uno strofinaccio o su carta da cucina, quindi asciughiamoli tamponandoli delicatamente. Con l’aiuto di un pelapatate o di un coltellino ben affilato eliminiamo il primo strato sottile che ricopre il gambo, asportando così la parte verde filamentosa. Una volta terminata questa operazione li poggiamo su un tagliere ed eliminiamo la parte finale dei gambi, quella che risulta essere più dura, pareggiandoli in un’unica misura. A questo punto sono pronti per la cottura.

COTTURA DEGLI ASPARAGI

I più comuni metodi di cottura degli asparagi sono la bollitura o la cottura al vapore. Gli asparagi bolliti sono il punto di partenza per molte ricette. In commercio si possono trovare delle apposite pentole per cuocere gli asparagi chiamate asparagiere, che sono leggermente strette e lunghe con un cestello al loro interno. Questa particolare pentola permette di cuocere al punto giusto le punte senza dover legare gli asparagi tra di loro. Se in casa non abbiamo questa particolare pentola, con qualche piccolo accorgimento possiamo comunque cuocere gli asparagi.

Basterà legarli fra loro ed immergerli in acqua bollente salata in una pentola alta, avendo cura che le punte rimangano fuori. Le punte degli asparagi, la parte più delicata, dovranno rimanere fuori dall’acqua perché sarà lo stesso vapore a cuocerle. Copriamo quindi con un coperchio e lasciamo cuocere per 15 – 20 minuti. A seconda delle dimensioni degli asparagi usati, il tempo di cottura potrà essere un po’ più o meno lungo, in questo caso basterà infilzare con i rebbi di una forchetta o la punta di un coltello il gambo e verificare che siano teneri ma al tempo stesso compatti. A questo punto scoliamo gli asparagi ed utilizziamoli per tutte le nostre preparazioni.

Un altro metodo di cottura degli asparagi è quello a vapore. In questo caso basterà riempire una pentola d’acqua e disporvi sopra il cestello con gli asparagi al suo interno. Facciamo in modo di non riempire eccessivamente la pentola, affinché l’acqua durante l’ebollizione non venga a contatto con gli asparagi. Copriamo quindi con il coperchio, portiamo ad ebollizione e cuociamo per circa 10 minuti. A questo punto gli asparagi sono pronti per qualsiasi preparazione! Fatemi sapere se questi suggerimenti su come pulire gli asparagi vi sono piaciuti e se avete altri consigli scrivetemeli nei commenti.

 

Articolo scritto da Benedetta

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su COME PULIRE GLI ASPARAGI

  • Marianna - 19 Aprile 2021 20:30

    io li faccio direttamente in padella: restano più belli, oltre che si fa prima. Al vapore li percepisco amari e la bollitura mi pare uno spreco 😀