COME PULIRE IL CAMINO

Una bella serata invernale, da soli o con gli amici, trascorsa davanti al camino ha sempre un fascino particolare. Magari proprio durante le feste di fine anno hai usato spesso il caminetto o semplicemente vorresti dargli una bella pulita. Ma come fare? La buona manutenzione del camino, della canna fumaria e di ogni attrezzo è, infatti, fondamentale per un ottimo riscaldamento.

In mancanza di pulizia, i pericoli non riguardano solo la casa, ma anche la salute di chi la abita! Per procedere al meglio, occorrono – certo – impegno e olio di gomito ma le soluzioni fai da te ci possono aiutare. Dalla rimozione della cenere alla pulizia dei ferri, ecco tutti i consigli su come pulire il camino con metodi naturali.

Via la cenere dal camino

Ogni volta che accendi la legna e usi il camino, si accumulano cenere e fuliggine. Partiamo da qui. Proteggi i mobili e tappeti circostanti per evitare che si sporchino e indossa dei guanti protettivi. Quando ormai il fuoco è spento da qualche ora, elimina i residui della combustione con scopino e paletta del camino. Versa il tutto nel sacco dell’immondizia o in cestino. Tutti sappiamo che prevenire è meglio che curare e anche in questo caso esistono alcuni accorgimenti utili.

Quando le braci sono ancora accese, cospargi la legna con un po’ di sale: quest’accortezza ridurrà la fuliggine prodotta. Anche il fumo avrà minor volume e la pulizia della cenere sarà quindi più semplice. Un altro trucco contro la cenere è usare i fondi di caffè. Basta distribuirne una piccola quantità, ancora umida, nel focolare dove disporrai la legna da bruciare.

Lascia che agiscano, raccogli i residui con la scopetta e aspira gli eventuali rimasugli. Se non hai del caffè a disposizione, prova semplicemente a spruzzare con dell’acqua la cenere tramite un dosatore spray. Vedrai che la cenere sollevata sarà minima. La cenere, infine, può anche avere una propria vita: è utile, infatti, per il compost. In alternativa, se devi gettarla, ricorda che viene smaltita con i rifiuti organici.

 

Pulisci la canna fumaria e l’apertura del camino

A questo punto occorre passare alla pulizia della canna fumaria. È un intervento da fare con frequenza inferiore rispetto al precedente ma è importante per il corretto funzionamento del camino. Anche per questa fase, ci sono varie soluzioni fai da te. Per esempio, puoi pulire la canna fumaria con una spazzola imbevuta di acqua e aceto. L’aceto, infatti, è uno sgrassante naturale e aiuta a eliminare facilmente la fuliggine sulle superfici. Un bel risciacquo con sola acqua e via.

Un altro detergente con cui pulire la canna fumaria è base di detersivo liquido per piatti e bicarbonato di sodio. Usa 100 gr di quest’ultimo con tre cucchiai di detersivo per ottenere un impasto efficace.

Aiutandoti eventualmente con uno spray, procedi dall’alto verso il basso in modo da raccogliere e asportare facilmente i residui. In caso di incrostazioni resistenti, usa il detergente che hai preparato con una spugnetta abrasiva, insistendo localmente. Lo spazzolino da denti, poi, ti sarà utili per le fessure più piccole. Una volta distribuita la soluzione, lascia agire un quarto d’ora circa, quindi passa un panno imbevuto d’acqua. E lascia asciugare

Ferri, griglia, vetro e altre superfici

Come ultima fase, restano da pulire ferri, alari, parti metalliche: del lucido da scarpe nero e una spazzola basteranno. Strofina con energia e quindi elimina i residui con un panno morbido. Passa, poi, al bordo del camino e alle superfici esterne; in tal caso, il metodo da adottare dipende dal materiale. In generale, acqua e aceto funzionano sempre, ma per la pietra e il marmo prova acqua e sapone di Marsiglia.

Pulisci, invece, le parti in legno con un panno imbevuto di succo di limone e olio d’oliva: renderanno lucido il camino. Se hai delle parti in ceramica, serviti di un po’ di detersivo per piatti. Infine, in caso di parafiamma in vetro, passa una spugna umida coperta di cenere fredda e poi risciacqua. Attenzione: questa pulizia è da farsi rigorosamente quando il vetro si raffreddato.

Potrebbero interessarti:

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!