COME PULIRE IL FERRO DA STIRO

Diciamo la verità: stirare può essere noioso. Per qualcuno è rilassante, per altri, invece, è un po’ una scocciatura. Quando stiro, per esempio, cerco sempre di vedere un bel film, così il tempo mi passa in un lampo. Ovviamente, per rendere la stiratura più pratica e semplice, bisogna ricordarsi di pulire il ferro da stiro con regolarità, altrimenti potremmo incorrere in macchie improvvise, ancora più snervanti perché su indumenti che abbiamo appena lavato.

Ecco allora qualche trucco che uso per assicurarmi che il ferro da stiro sia sempre pulito e scorrevole.

Per prima cosa si possono usare alcuni prodotti detergenti pensati per questo scopo. Si tratta di stick da passare, con movimenti circolari, sulla parte del ferro caldo (temperatura intorno ai 145°) che si vuole pulire, per poi rimuovere il prodotto con un panno asciutto.

In alternativa io uso spesso un metodo fatto in casa, veloce e semplice da realizzare. Prendo una bacinella d’acqua tiepida e aggiungo due cucchiai di aceto bianco con un po’ di sale fino. Poi uso la soluzione ottenuta per pulire la superficie del ferro freddo, togliendola infine con un panno morbido asciutto.

È anche possibile usare una mistura di bicarbonato e limone, da usare con una spugnetta ruvida sul ferro a freddo: l’effetto è assicurato, ma ricordatevi di essere delicati!

Una soluzione un po’ bizzarra che mi è capitato di usare qualche volta è la cera. In questo caso sciolgo la punta di una candela e la faccio colare sul ferro, facendo attenzione a non tappare i fori del vapore. Dopodiché la elimino con della semplice carta assorbente.

ferro da stiro

La superficie del ferro è importante per avere una buona stiratura, ma anche l’interno va tenuto pulito, così da avere un’emissione di vapore costante e regolare. Ovviamente io uso sempre acqua demineralizzata e, cioè, acqua priva della sua componente di sali minerali, così da evitare il più possibile la formazione di calcare. Piccolo trucco: l’acqua di raccolta del deumidificatore è ottima come acqua demineralizzata ma anche quella ottenuta, per esempio, dalle caraffe filtranti (vi ricordate questo articolo in proposito?).

Quando mi accorgo che i fori non sono completamente liberi, creo una miscela di acqua demineralizzata e aceto bianco e la inserisco nel serbatoio. Poi accendo il ferro e la faccio vaporizzare, ripentendo poi lo stesso procedimento con semplice acqua, per eliminare il forte odore di aceto. Si tratta di un metodo semplice ma che non mi ha mai deluso.

Voi invece quale trucchetti usate per tenere pulito il ferro da stiro? E avete qualche sistema per non annoiarvi mentre stirate?

 

Raccontatelo nei commenti!

Buona stiratura,

Benedetta

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su COME PULIRE IL FERRO DA STIRO

  • stefania lazzaro - 16 Maggio 2019 12:06

    ciao io faccio cosi : prendo la carta forno e metto del sale fino, accendo il ferro da stiro e a secco , passo la superficie calda del ferro . A contatto con il sale la piastra viene pulita e scorre benissimo sui capi.
    ciao

    • Benedetta Rossi
      Benedetta - 17 Maggio 2019 18:43

      Ciao Stefania grazie dell’informazione 🙂