COME PULIRE IL PESCE

Oggi spiegherò come pulire il pesce in pochi e semplici passaggi. Qualsiasi sia il tipo di pesce che vogliamo cucinare, come ad esempio l’orata, il branzino, la spigola, il dentice e in generale tutti i pesci “tondi” il procedimento è sempre lo stesso. Basta solo seguire qualche piccolo accorgimento, avere un po’ di pazienza e otterremo del pesce pulito perfetto per ogni tipo di preparazione. Vediamo subito come fare!

COME CAPIRE SE IL PESCE E’ FRESCO

Prima di comprare il pesce assicuriamoci che sia fresco. Possiamo capirlo esaminando velocemente il pesce: le branchie devono essere rosse e umide, l’occhio brillante e non infossato, la consistenza della carne soda e le squame devono essere attaccate saldamente al pesce. Come ultimo parametro valutiamo il suo odore; deve essere gradevole e fare quasi profumo di mare! Quando acquistiamo il pesce possiamo chiedere al pescivendolo di pulirlo al posto nostro, lui sarà sicuramente disposto a farlo.

ELIMINARE LE PINNE – STEP  1 

Qualora volessimo pulire il pesce in casa è davvero molto semplice. Per prima cosa sciacquiamo velocemente il pesce sotto un getto di acqua fresca. Con l’aiuto di un paio di forbici da cucina, tagliamo la pinna dorsale partendo dalla coda verso la testa. Eliminiamo anche la pinna  posizionata nella parte inferiore del pesce e quelle ventrali. Tagliamo anche le due piccole pinne che sporgono ai lati del pesce. Alcuni tagliano via anche la coda, io sinceramente non lo faccio mai per un semplice fattore estetico.

EVISCERARE IL PESCE – STEP 2

Sempre aiutandoci con le forbici, tagliamo la pancia del pesce, infiliamo le dita e tiriamo fuori le viscere del pesce. Quando ci sembra di avere tolto tutto, allarghiamo la pancia del pesce e sciacquiamola accuratamente sotto un getto di acqua fresca.

SQUAMARE IL PESCE – STEP 3

Passiamo la lama di un coltello a lama liscia dalla coda del pesce verso la testa per rimuovere le squame. Se occorre ripassiamo più volte nello stesso punto per eliminarle del tutto. Le squame schizzeranno letteralmente per tutta la cucina, quindi consiglio di fare questa operazione dentro un grande sacchetto per alimenti. Esistono anche degli attrezzi appositi per squamare il pesce, ma sinceramente anche con un semplice coltello fare questa operazione è molto facile. Dopo avere squamato il pesce, laviamolo accuratamente sotto l’acqua corrente per eliminare ogni residuo di sporco. Il pesce finalmente è pronto per essere cucinato! Se vogliamo fare il pesce cotto alla piastra o al barbecue, consiglio di non eliminare le squame; le squame, in questo caso, proteggeranno dal calore eccessivo la delicata carne del pesce.

CUCINIAMO IL PESCE!

Ora siamo pronti ad usare il pesce per mille preparazioni diverse… che ne dite di un irresistibile orata al cartoccio? Cliccate sulla foto e scoprite la ricetta!

Articolo scritto da Benedetta

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!