COME SMONTARE L’ALBERO DI NATALE

Oggi vi spiegherò come smontare l’albero di Natale e conservare i decori in maniera corretta. Quanta gioia e quanto entusiasmo nel fare l’albero di Natale…ma quanto è noioso smontare tutto e mettere via i decori per il prossimo anno. E’ un duro lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare! Come sempre facciamoci aiutare dai nostri familiari e in poco tempo e qualche accorgimento tutto sarà sistemato. Se conserviamo i decori per bene quando sarà di nuovo il momento di fare l’albero sarà davvero un gioco da ragazzi.

I MATERIALI

Per prima cosa procuriamoci scatole e scatoloni per conservare i decori: possiamo riciclare ad esempio delle vecchie scatole di scarpe, o riusare i packaging originari dei decori. Teniamo a portata di mano vecchi giornali o volantini del supermercato che ci serviranno per avvolgere i decori più delicati.  Procuriamoci anche del nastro adesivo per chiudere gli scatoloni e dei pennarelli per scrivere fuori da ogni pacco il suo contenuto. Scrivere all’esterno il contenuto di ogni scatola ci faciliterà quando l’anno successivo sarà di nuovo il momento di fare l’albero.

IL PUNTALE

Per prima cosa mettiamo via il puntale che solitamente è il decoro più fragile dell’albero di Natale. Avvolgiamolo nella carta di giornale e blocchiamo tutto con un po’ di nastro adesivo. Se il puntale è molto fragile (ad esempio in vetro) usiamo per conservarlo il pluriball ,ovvero la plastica a pallini che molti si divertono a far scoppiettare!

LE PALLINE

E’ arrivato il momento di mettere via le palline; dividiamole per tipologia e colori in scatole diverse. Se le palline sono in plastica possiamo riporle così come sono, se invece sono in vetro ci toccherà avvolgerle una per una nella carta o nel pluriball…mi rendo conto che è noioso ma è necessario per conservarle integre!

LE LUCINE

Togliamo il filo di lucine dall’albero e avvolgiamolo intorno ad un cartoncino come se fosse un gomitolo di lana; facendo così eviteremo di intrecciare i fili. Formato il nostro “gomitolo di filo” avvolgiamolo nella carta o nel pluriball  per evitare rotture indesiderate. Lo stesso metodo utilizzato per le lucine possiamo usarlo per i fili d’angelo e per le decorazioni a festone.

ALBERO ECOLOGICO

Spogliato l’albero dai decori, prima di riporlo nello scatolone non dimentichiamo di spolverarlo ramo per ramo. Molti di voi penseranno che non sia necessario…ma vi assicuro che gli alberi di Natale sono un ricettacolo per la polvere! Prendete un foglio di carta assorbente spruzzate un po’ di sgrassatore e passatelo ramo per ramo seguendo il verso degli aghi di abete…rimarrete stupiti dallo sporco che verrà via!  Richiudiamo adesso l’albero su se stesso, blocchiamolo con dello spago e finalmente possiamo riporlo nello scatolone.

ALBERO VERO

Chi ha la fortuna di avere un bel giardino, può pensare di piantare l’albero di Natale così da garantire la sua sopravvivenza. Chi abita in appartamento può donare il proprio abete ad un giardino pubblico o al comune; alcuni comuni, finito il Natale, prendono questi alberi per rimboscare le zone limitrofe della città. Quindi il mio consiglio è di informarvi e capire se la vostra città propone delle iniziative per il recupero di questi abeti natalizi.

METTIAMO VIA TUTTO

Smontato l’albero, non dimentichiamoci di togliere tutti gli addobbi che abbiamo sparso per casa; una volta ho tolto tutto dimenticandomi la ghirlanda appesa alla porta di ingresso. Anche questi oggetti vanno riposti negli scatoloni con gli stessi criteri degli addobbi dell’albero. Non ci rimane che conservare gli scatoloni in cantina, in soffitta o nello sgabuzzino: vi confesso che alla fine di questo lavoro ho sempre un velo di tristezza, ma è una sensazione momentanea, in fondo non è un addio ma solo un arrivederci al prossimo Natale!

Articolo scritto da Benedetta

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!