COME TAGLIARE L’ANGURIA

Come tagliare l’anguria in modo facile e veloce? In questa guida ti spiegheremo come preparare questo gustoso frutto per i tuoi pranzi o per le tue feste in compagnia. 

La difficoltà nel tagliarla

Il problema principale dell’anguria è la durezza della scorza. Prima di tutto, il consiglio è di tagliare una sezione di qualche centimetro alla base del cocomero per poterlo poggiare senza che si muova. A questo punto, se è sufficientemente piccolo, puoi affettarlo direttamente. Se invece è grande, puoi iniziare incidendo una scanalatura con il coltello a metà dell’anguria. Successivamente devi ripassare il taglio infilando sempre più la lama, magari utilizzando la punta per penetrare facilmente. Superata la fascia esterna, non avrai più alcuna difficoltà a dividere l’anguria in due parti. Un trucco è eliminare preventivamente il picciolo poiché è la parte più dura del frutto.

Quali utensili utilizzare

Prima di capire come tagliare l’anguria in modo creativo, devi avere a disposizione gli strumenti giusti. È fondamentale disporre di un tagliere ampio per lavorare comodamente. Per quanto riguarda il coltello, avrai bisogno di una lama lunga sia per poter fare tagli uniformi sia per poter utilizzare entrambe le mani impiegando maggiore forza. I tradizionali coltelli da verdure sono sufficienti, evita invece quelli molto sottili come quelli da sfilettatura.

Il classico taglio a spicchi

Spiegarti come tagliare l’anguria a spicchi è, ovviamente, un’informazione superflua perché questa forma è il taglio tradizionale per poter consumare il cocomero magari in spiaggia o in un picnic all’aperto. In commercio esiste uno strumento molto utile che prevede una lama a raggiera che, premuta sull’anguria, realizza 6-8 fette identiche senza dover utilizzare i coltelli ed evitando le corse dei bambini per conquistare lo spicchio più grande.

Ghiaccioli di frutta

Questa è un’idea divertente su come presentare l’anguria in modo assolutamente originale. Hai bisogno dei comuni stecchi da gelato che puoi acquistare nei supermercati o nei negozi attrezzati per la pasticceria. Questi vanno infilati all’interno dei triangoli d’anguria per creare dei colorati ghiaccioli di frutta. Per ottenere queste forme, taglia il cocomero a fette di 3 cm come fosse un salame, dividi ciascuna fetta in 6 parti. A questo punto incidi leggermente la scorza di ogni triangolo con la punta del coltello e infilaci uno stecco.

Cubetti di anguria

Il metodo più efficace e utile per tagliare l’anguria è quello di ridurla a cubetti di circa 3 cm per lato. Così la si può gustare in una ciotola o in un bicchiere con una forchetta. Oppure la si può conservare in scatole rettangolari da tenere in frigorifero, sempre pronte all’uso. Prima di tagliare i cubetti, rimuovi la scorza lasciando solamente la polpa e a quel punto affettala rapidamente. È un sistema pratico per gustare in qualsiasi momento della frutta fresca già pulita. Se vuoi presentare questi cubetti in una maniera molto scenografica, ti suggerisco di creare il tuo cubo di Rubik al cocomero. Assemblali fino a dare forma ad un cubo alternandoli con il melone o con qualsiasi altro frutto. L’effetto è garantito e per dare una nota di colore, aggiungi al tuo cubo delle foglioline di menta.

Sfere d’anguria con lo scovolino da gelato

Se stai programmando una festa a casa e non sai come tagliare l’anguria in un modo allegro che invogli i tuoi ospiti a gustare questo magnifico frutto, ti basterà uno scovolino da gelato e alcuni stuzzicadenti. Per prima cosa devi tagliare a metà il cocomero in lunghezza, una volta ottenute le due parti prendi lo scovolino e inizia a ricavare delle sfere, inizialmente è difficile ma in poco tempo acquisirai la giusta tecnica, o delle semisfere di circa 3-4 cm di diametro. Quando esaurisci il primo strato, continua finché non avrai esaurito tutta la polpa. A questo punto devi solo creare degli spiedini infilando le palline sugli stuzzicadenti e usare, per esempio, la scorza come un puntaspilli da cui gli ospiti possono comodamente servirsi.

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!