COME FAR ASCIUGARE I PANNI IN CASA

Se in estate balconi e giardini sono l’ideale per far asciugare i panni, l’inverno, ahinoi, ci toglie questa possibilità. O meglio, le giornate di sole che ci permettono di disporre il bucato all’aperto si contano sulle dita di una mano… Così, durante la stagione fredda, l’asciugatura può essere un vero problema soprattutto per chi non ha grandi spazi a disposizione.

Ovviamente puoi comunque stendere all’aperto ma solo se c’è un’occhiata di sole o almeno un po’ di vento. Cerca sempre di proteggere il bucato sotto una tettoia o mettendo lo stendino in un punto un po’ riparato. La soluzione più praticata resta, però, l’asciugatura in casa. Ma non serve farne un dramma! Ecco tutti gli accorgimenti utili su come far asciugare i panni in casa velocemente e senza odori sgradevoli.

 

Attenzione all’umidità

La prima accortezza consiste nello scegliere il punto giusto in cui collocare lo stendino. Opta, infatti, per un ambiente – o un angolo della casa – poco umido dato che l’umidità rallenta  molto l’asciugatura. Se, invece, né l’eventuale cantina né la casa presentano uno spazio adeguato prova a considerare l’acquisto di un deumidificatore. Ce ne sono molti in commercio anche a basso costo. Basteranno le ore notturne per ridurre la percentuale di umidità nell’aria. Così i tuoi panni asciugheranno in men che non si dica e anche la tua salute ne beneficerà.

Non sai, forse, che il bagno può essere un locale adatto per asciugare i panni in casa. Durante l’inverno, infatti, il calore generato dai termosifoni ma anche dalla doccia calda agevola l’asciugatura. Prova a usare uno stendibiancheria con sviluppo verticale oppure disponi i capi meno voluminosi sul radiatore a parete. Ricordati sempre di far ben aerare l’ambiente in modo che l’umidità non sia eccessiva.

 

Doppia centrifuga e ventilatore per velocizzare l’asciugatura

Un ulteriore accorgimento per far asciugare i panni in casa rapidamente è ricorrere a una doppia centrifuga. Questa pratica di fine lavaggio agevola, infatti, l’eliminazione dell’acqua in eccesso e riduce, di conseguenza, i tempi d’asciugatura del bucato. Ovviamente fallo solo con i capi resistenti (per esempio quelli in cotone) evitandolo invece con i tessuti delicati. Per esempio, la doppia centrifuga è perfetta per jeans, t-shirt, lenzuola, federe, capi sportivi e asciugamani.

Se, invece, si tratta di delicati provvedi a strizzarli per bene a mano per ridurre l’acqua e stendili a buona distanza gli uni dagli altri. Se i capi sono troppo vicini fra loro l’asciugatura sarà più lunga. Per agevolarla prova anche a posizionare un ventilatore vicino al bucato: l’aria farà asciugare più in fretta i tuoi panni. Anche la prossimità di un termosifone può essere di aiuto.

 

Termosifoni, camini e asciugatrici

A proposito di termosifoni, questi sono strumenti utili per velocizzare l’asciugatura in casa. Tuttavia, il consiglio è quello di avvicinare i panni evitando di appoggiarli direttamente. In tal modo eviterai di sporcarli e di danneggiarne i tessuti. Piuttosto, stendili con cura su uno stendi-biancheria e posizionalo in prossimità del termosifone. Procedi allo stesso modo anche in presenza di un camino o di una stufa, rivoltando i capi ogni mezz’ora circa. Stai ben attento, in particolare, con lo scaldabagno: avvicinare troppo i panni può essere molto pericoloso.

C’è un’ultima opzione per asciugare rapidamente i panni, ovvero usare l’asciugatrice. Non è la scelta più economica, certo, e richiede spazi dedicati ma senza dubbio è fra gli elettrodomestici più amati. Hai mai pensato di utilizzare le asciugatrici di una lavanderia a gettone? Se ne hai una vicino casa potrebbe essere la soluzione!

Niente odori dopo l’asciugatura con bicarbonato e olio essenziale

Per concludere, vediamo come evitare l’odore sgradevole del bucato invernale fatto asciugare in casa. Alzi la mano chi non vorrebbe sbarazzarsene! Oltre a far aerare per bene l’ambiente prima e dopo l’asciugatura, prepara una miscela da spruzzare a fine asciugatura. Basteranno acqua distillata (250 ml), del bicarbonato (15 gr) e qualche goccia di olio essenziale.

Versa in un contenitore spray l’acqua distillata aggiungendo poi il bicarbonato. Quando si è ben sciolto, aggiungi l’olio essenziale che preferisci e vaporizza. La delicata profumazione renderà piacevoli il bucato fresco e l’ambiente. Buon lavoro!

 

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!