I FICHI: IL DESSERT DELLA NATURA

Tipici di settembre, per me i fichi sono un vero e proprio dessert che ci offre la natura! Dolci e profumati, si possono inserire in tante ricette, anche salate.

 

Qui da me nelle campagne marchigiane sono molto popolari, tanto che si realizza addirittura un salame dolce, il cosiddetto “Lonzino di fico”, il cui impasto è costituito principalmente, appunto, da fichi e poi noci, mandorle, semi d’anice e finocchio…una bontà!

 

Di fichi ne esistono tantissime varietà! Tra le più famose ci sono sicuramente il Borgiotto (sia bianco che scuro), il Dottato (verde chiaro) e il Verdino (verde brillante).

Tutti possono essere mangiati sia freschi che secchi, dipende dai gusti e dalle occasioni. Di solito li acquisto per questioni di comodità ma, quando voglio fare proprio le cose per bene e ho il tempo, li faccio essiccare al sole. Naturalmente esistono anche altri metodi ma io mi sono sempre trovata bene con questo sistema, anche se un po’ lento. Infatti, lascio i fichi freschi maturi per un periodo che va dai 5 ai 7 giorni al sole avendo l’accortezza di ritirali sempre la sera per poi riposizionarli al mattino protetti sempre da una retina per evitare che gli insetti possano posarcisi sopra. Dopo i 7 giorni, lascio per una quindicina di minuti i fichi essiccati nel forno preriscaldato a 180 gradi affinché diventino belli dorati. E il gioco è fatto!

La scelta dei fichi giusti è però fondamentale. Quando li acquisto, infatti, controllo che non presentino ammaccature e che la consistenza sia quella giusta e, cioè, né troppo dura né troppo matura. Ciò che fa andare a male velocemente i fichi è il succo che ogni tanto perdono, perciò mi assicuro che non vi siano fuoriuscite e, soprattutto, principi di muffa.

COME CONSERVARLI

I fichi sono molto delicati e si deteriorano in pochissimo tempo! Perciò è molto importante sapere come prolungare la loro freschezza. Io, solitamente, quelli freschi non li lavo finché non ho intenzione di mangiarli. Li conservo in frigo riposti su un vassoio coperto di carta, magari infilato nel sacchetto del pane. Se sono poi già maturi, non li lascio in frigo oltre i due giorni.

Un mio piccolo trucco? Se mi sono rimasti molti fichi ormai troppo maturi, nessun problema! Li trasformo in marmellata o li utilizzo nelle crostate!

 

 

Le ricette a base di fichi, poi, sono tantissime!

Avete dato un’occhiata alle mie? Magari possono tornarvi utili:

CROSTATA DI FICHI

MARMELLATA DI FICHI BIANCHI O NERI

 

E voi? Come li preferite i fichi? Freschi o essiccati? Avete qualche ricetta da condividere? Fatemelo sapere nei commenti, sono curiosa (e golosa)!

Buona scorpacciata di fichi

Benedetta

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su I FICHI: IL DESSERT DELLA NATURA

  • Fulvia Borello - 12 Ottobre 2018 15:53

    Io li faccio caramellati e li conservo chiusi in barattoli. Con il prosciutto crudo o un buon salame di campagna sono una goduria per il palato