IDEE CONTRO GLI SPIFFERI

Il tepore dell’inverno, nelle nostre case, ha un piccolo grande nemico: gli spifferi! Oltre a essere fastidiosi ogni volta che ne avvertiamo uno, gli spifferi sono causa di spreco energetico e quindi economico. Porte e finestre, spesso mal isolate, lasciano filtrare una sottile lima d’aria dannosa in anche durante la stagione calda. Se in inverno il risultato è che dobbiamo aumentare i riscaldamenti, in estate gli spifferi costringono a raffreddare maggiormente le stanze. E in entrambi i casi la bolletta aumenta…

Gli interventi possibili in questo caso, per eliminare il problema degli spifferi, sono due: la ristrutturazione o il fai da te. Nel caso in cui si decida di migliorare l’efficienza energetica dell’abitazione occorre, ovviamente, coinvolgere del personale competente e investire denaro. Tuttavia ci sono una serie di soluzioni casalinghe – anche creative – per togliere gli spifferi da porte e finestre. Ecco alcune idee contro gli spifferi.

 

Inserisci nuove guarnizioni e isola il cassonetto delle tapparelle

Due sono le principali “fonti” di spifferi in casa: le porte e le finestre. Per prima cosa, dunque, è capirne la provenienza per poter intervenire in maniera precisa. Generalmente riesci a rendertene conto perché la temperatura nella zona è inferiore al resto dell’ambiente. In alternativa, puoi ricorrere ai rilevatori termici che trovi in commercio: in maniera semplice individuano ogni fonte di aria fredda.

A questo punto hai diverse soluzioni, per esempio puoi inserire delle nuove guarnizioni se quelle presenti risultano usurate. Si tratta di strisce termoisolanti da applicare a incastro nelle fessure tra il telaio e il pavimento o lo stipite. Un’altra possibilità che hai, nel caso di spifferi che arrivino dal cassonetto delle tapparelle, è quella di isolarlo. Ricorri allo stucco oppure al silicone o, ancora, ai pannelli isolanti da esterno.

 

Ricorri ai profili adesivi e ai bordini isolanti

Tra le idee contro gli spifferi delle finestre può essere utile ricorrere ai profili adesivi per sigillare i tuoi  infissi. Si tratta di bordini in materiale isolante, che possono avere diverso spessore e per questo motivo conviene farsi consigliare. I più facili da applicare sono quelli in gommapiuma con un lato adesivo da porre a contatto diretto con la finestra. Prima di applicarli, ovviamente, pulisci accuratamente i bordi in modo che l’isolante aderisca per bene.

Ripulita la superficie, procedi così: taglia il bordino a seconda della lunghezza necessaria e libera la parte autoadesiva sena toccarla. Quindi, posiziona il bordo in modo che ricopra il profilo della finestra o della porta e premi perché vi aderisca. Fai attenzione nell’applicazione: conviene verificare che apertura e chiusura non incontrino alcun freno.

Realizza dei paraspifferi in stoffa fai da te

La soluzione più creativa contro gli spifferi consiste nel realizzare in maniera casalinga i classici paraspifferi in stoffa. In questo modo, oltre a ridurre le infiltrazioni fredde, trasformerai un problema (gli spifferi) in un’occasione per decorare la casa! Ti basterà poco materiale che trovi a basso costo e tanta creatività. Ecco, in particolare, che cosa ti serve:

  • stoffa (anche da riutilizzo)
  • materiale da imbottitura (anche semplice cotone o della lana)
  • calze di nylon
  • metro
  • forbici, ago e filo

Una volta che hai a portata di mano l’occorrente, prendi le misure. Serviranno sia per capire la dimensione dei paraspifferi da realizzare sia la quantità di stoffa da utilizzare. Prendi il tessuto che hai acquistato e taglialo in modo che abbia una larghezza minima di 40 cm. La lunghezza, invece, dovrà essere di qualche centimetro superiore alla porta o finestra. Inizia, quindi, a cucire orizzontalmente da rovescio.

 

Cuci e decora il tuo paraspifferi

Abbi cura di cucire il tessuto in tutta la sua lunghezza con punti stretti, lasciando lo spazio per inserire l’imbottitura. Fatto questo, prendi il collant di nylon: taglia una sola delle due calze a partire dal cavallo. La gamba farà da sacchetto per l’imbottitura. Inserisci, quindi, la lana o il cotone che hai acquistato e distribuiscilo in maniera uniforme; poi, chiudi con un nodo.

Ora, disponi il salsicciotto all’interno della stoffa già cucita e chiudi con ago e filo le estremità. Il tuo paraspifferi è pronto: ora non ti resta che decorarlo come preferisci. Puoi sbizzarriti come meglio credi e, perché no, coinvolgere anche i tuoi bambini. Buon divertimento!

Potrebbero interessarti:

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!