IDEE PER FARE LA VALIGIA

È finalmente arrivato agosto, tempo di ferie! Non so se capiti anche a voi, ma per me ogni volta è la stessa storia: cosa mettere in valigia? Lo stretto necessario o qualcosa in più, ché non si sa mai? E come riuscire a fare stare tutto senza stropicciare?

A volte la valigia è l’unico lato negativo dell’andare in vacanza, ma negli anni ho trovato qualche soluzione per affrontare questo momento al meglio.

Vediamole insieme!

Fare una lista

La prima cosa da cui parto. Comincio a elencare, per categoria, tutto ciò che mi serve e dispongo tutto sul letto. In questo modo riesco a capire cosa sia indispensabile e, soprattutto, a cosa rinunciare.

Ecco le mie categorie:

Abbigliamento

Dall’intimo fino alle giacche, il mio trucco è quello di pensare ai capi “per strati” e per momenti della giornata: da quando mi sveglio fino al pigiama per andare a dormire.

Accessori

Non solo gioielli, cinture e borse, ma anche quelli che salvano dagli imprevisti (per esempio un ombrello) o dal sole (occhiali e cappello per me sono d’obbligo).

Beauty Case

Ripensare alla mia routine di quando mi preparo per uscire mi aiuta a non dimenticare nulla. Quindi non può mancare tutto l’occorrente per la doccia (shampoo e balsamo), l’igiene (detergente, deodorante, spazzolino e dentifricio), la cura del viso (icrema e make up) e, infine, l’ultimo tocco, un po’ come fosse la guarnizione finale di una torta: il profumo.

 Tecnologia

Per quanto ami la vita di campagna immersa nella sua speciale quiete, al giorno d’oggi è ormai inevitabile avere a che fare con la tecnologia, nel mio caso, lo smartphone. È diventato un prezioso filo diretto con tutti voi e non posso più farne a meno. Perciò è fondamentale che mi ricordi il carica batterie per poter essere sempre in contatto con i miei cari e con voi.

Qualche idea su come mettere i vestiti in valigia

I vestiti vanno piegati? Arrotolati? Ci sono diverse scuole di pensiero a riguardo, ognuno ha il suo segreto.

Vestiti arrotolati

pro: non lasciano pieghe

contro: occupano più spazio

 

Piegati

pro: si risparmia tempo

contro: si occupa spazio

Io, personalmente, mi sono sempre trovata bene non piegandoli affatto. Cerco di stenderli il più possibile formando sottili strati partendo dagli indumenti più pesanti fino a disporre, in cima, quelli più leggeri. Negli spazi lasciati vuoti (per esempio quelli tra una scarpa e l’altra), infilo le buste con l’occorrente beauty, le mutande o i costumi.

Borsone o Trolley?

Anche quando il soggiorno è breve e mi servono poche cose, io scelgo il trolley. Lo trovo molto pratico, protegge tutto ciò che metto al suo interno da urti o pioggia e, grazie alle rotelle, carico molto meno peso sulle braccia. In più, da non sottovalutare, trovo le cose molto più velocemente poiché so esattamente in quale posizione le ho riposte. Un bel risparmio di tempo, no?

Questa è la mia “formula” quando sono in partenza ma, quando si tratta di spunti pratici ed interessanti, sono sempre tutta orecchi. Perciò, voi da cosa partite quando fate la valigia? Siete come me un po’ analitiche o procedete senza un ordine preciso? Svelatemi il vostro segreto nei commenti!

 

Buona valigia,

Benedetta

 

 

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!