ALTRE IDEE PER PULIRE CASA CON IL SALE

Abbiamo già visto quanto il sale sia un ingrediente milleusi in casa. E non parliamo solo della cucina, ma delle proprietà igienizzanti, deodoranti e lucidanti che lo rendono perfetto nelle pulizie. Se, infatti, non vuoi spendere cifre enormi per avere in casa decine di detergenti specifici, il sale grosso è la soluzione ideale. Ammorbidisce, smacchia, sanifica, elimina calcare e umidità nelle nostre stanze e fa da base a composti pulenti fai da te.

Amico dell’ambiente e del nostro portafoglio, il sale è efficace nelle pulizie per la sua proprietà di attrarre e assorbire liquidi. Cosa che anche le nostre nonne, negli anni passati, sapevano bene. Per questo, di generazione in generazione, sono stati tramandati tanti rimedi casalinghi che vedono il sale protagonista. Dopo aver parlato di alcuni suoi usi domestici, vediamo ora altre idee per pulire casa con il sale.

 

Come pulire fornelli, stoviglie e pentole con il sale

Partiamo dalla cucina, dove il sale può essere impiegato in vari modi, a partire dalla pulizia dei fornelli. Prova a spargerne qualche manciata sul piano cottura tradizionale, su griglie e piastre: questo minerale assorbirà le macchie di unto. Sciolto in acqua, poi, serve per lucidare ogni componente in acciaio e farla tornare brillante. Usalo anche con un po’ di aceto per far risplendere il lavello.

Il sale, poi, è molto efficace per eliminare le macchie di grasso dalle stoviglie e dalle pentole. In una bacinella, o direttamente nel lavello, aggiungi all’acqua due cucchiai di sale grosso e lascia in ammollo le stoviglie. Questo passaggio faciliterà la rimozione delle incrostazioni di unto più resistenti anche dalle padelle. Quindi, puoi procedere con il normale lavaggio.

Se hai bisogno di una soluzione più concentrata, ti serviranno acqua calda, sale e succo di limone. Sfregata sul fondo delle pentole e sulle varie parti in acciaio inox le farà tornare lucenti. Sai che il sale è ottimo anche per eliminare i residui di caffè e igienizzare la moka? Aggiungi all’acqua di ebollizione due cucchiaini di sale: grazie al bollore scioglieranno ogni sedimento. Puoi anche lavare la caffettiera con una soluzione di acqua, sale e limone; strofina la parte interna e risciacqua.

Il sale per pulire il forno e il frigorifero

Restando in cucina, possiamo usare il sale per pulire due elettrodomestici fondamentali: il forno e il frigorifero. Sciogli un po’ di sale grosso e bicarbonato in aceto bianco e aggiungi a questa soluzione dell’acqua. Aiutandoti con una spugnetta, pulisci l’interno del forno. In alternativa, puoi usare un flacone spray con cui spruzzare questa soluzione direttamente sulle pareti del forno. Se le incrostazioni sono resistenti, prepara un impasto morbido di bicarbonato di sodio, sale e acqua tiepida. Miscela, quindi cospargi il forno; lascia agire, poi risciacqua con sola acqua e fai asciugare per bene.

Se il frigorifero presenta macchie ed emana anche cattivo odore, sciogli un cucchiaio di sale in un litro di acqua. Quindi, spruzza la soluzione su una spugnetta e passala sulle superfici interne del frigorifero. Così, ripiani e pareti saranno disinfettati e ogni odore verrà assorbito completamente. E se in casa hai il camino, il sale va bene anche lì. Infatti, se viene sparso prima di accendere il fuoco, il sale renderà più semplice eliminare la cenere.

 

Usa il sale contro muffa, ruggine e macchie

Quanto possono essere noiose muffa e ruggine in casa? Il sale svolge la funzione di antimuffa naturale; per usarlo a questo scopo, mescolalo a del succo di limone. Quindi, cospargi la soluzione localmente sulla macchia. Lascia che agisca, quindi risciacqua e asciuga accuratamente. Anche in caso di ruggine, il sale ci viene in soccorso. Acqua calda, sale e limone sono la soluzione perfetta; lascia immersi i tuoi oggetti arrugginiti, quindi strofinali per bene. Torneranno come nuovi.

Il potere smacchiatore del sale, infine, è un toccasana per tovaglie, tappeti e capi sporchi. Prendi un cucchiaio di sale e depositane un po’ sulla macchia; fai agire per un quarto d’ora, poi lava con acqua. Il tuo tappeto prezioso si è macchiato di vino? Nessun problema: mescola acqua e aceto e versa il composto sulla zona sporca. Dopo aver lasciato agire, pulisci con un panno umido o con acqua frizzante. E niente più macchie!

Potrebbero interessarti:

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!