IL KIWI E LE SUE PROPRIETÀ

Il kiwi è uno dei frutti di stagione più preziosi per il nostro organismo. Originario della Cina l’Actinidia Chinensis – questo il suo nome scientifico – è straordinariamente ricco di vitamina C. Chiamato kiwi in Nuova Zelanda, per la sua somiglianza all’omonima specie di uccelli, questo frutto si è presto diffuso. Le coltivazioni intensive, infatti, vedono anche l’Italia tra i Paesi leader nella sua produzione. In particolare, viene coltivato soprattutto nel Lazio e nel Piemonte.

La pianta è una liana rampicante fino a 10 m di altezza e ne esistono molte varietà. La più diffusa è la Hayward: buccia pelosa di colore marrone e polpa verde. Il suo sapore è leggermente acidulo (dipende dal livello di maturazione) e l’interno presenta semi neri disposi a corona. Una seconda varietà di kiwi è quella Gold, priva di peli sulla buccia ha polpa gialla e forma più allungata.

Più recenti, poi, sono le varietà Summer kiwi – che matura presto – e l’Ananas kiwi – che nel gusto si avvicina all’ananas. Vediamo a questo punto quali sono le caratteristiche specifiche del kiwi e le sue proprietà.

 

Composizione e proprietà nutrizionali del kiwi

I kiwi sono frutti composti principalmente di acqua (83%). Anche la presenza di carboidrati (9%) è elevata ma in questo caso il consumo non comporta rischi per il diabete. Moderatamente calorico, il kiwi ha un apporto di circa 61 Kcal per 100 g. Questi contengono: proteine (1,2 g), grassi (0,6) e fibre (2,20) oltre alle vitamine (B1, B2, B3, C, E, K). Visti i suoi nutrienti, è sufficiente assumere uno o due frutti al giorno per soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamina C.

Buona anche la presenza di sali minerali come sodio, ferro, calcio, fosforo, manganese e potassio. Segnaliamo, infine, la presenza nel kiwi di importanti aminoacidi come arginina, prolina, lisina, fenilanina e acido glutammico.

I benefici del kiwi sul sistema immunitario, digestivo e circolatorio

Il kiwi è un potente alimento antiossidante, grazie alla vitamina E che rallenta l’invecchiamento dei tessuti. Inoltre, è un toccasana per rinforzare il sistema immunitario stimolando la formazione di anticorpi e prevenendo, così, raffreddore e influenza. L’apporto di fibre, poi, è prezioso per il benessere intestinale, protegge dal tumore al colon e aumenta il senso di sazietà.

Le fibre hanno anche l’effetto di ridurre l’assorbimento di zuccheri e grassi, quindi sono un alleato contro il colesterolo cattivo. A beneficiare delle proprietà del kiwi è anche il sistema circolatorio. Questo frutto, infatti, controlla la pressione sanguigna e aiuta a fluidificare il sangue migliorando, così, la circolazione. I kiwi sono poi alleati contro lo stress quotidiano, i radicali liberi e possibili disturbi alla vista come la cataratta.

 

 

Altri benefici del kiwi sull’organismo ed effetti collaterali

 

Altri effetti benefici del kiwi riguardano la pelle e i capelli grazie alla vitamina C che nutre il nostro collagene. Questo frutto è ottimo, quindi, per migliorare l’aspetto di cute e capelli e proteggerci dai danni del sole e dall’inquinamento. Aggiungiamo anche che i kiwi difendono il DNA dallo stress ossidativo, aiutano la digestione e controllano i livelli di zuccheri nel sangue.

In più, i kiwi migliorano il sonno come fossero sedativi naturali grazie all’apporto di serotonina, importante anche nei casi depressivi. I folati presenti sono preziosi durante la gravidanza per lo sviluppo del feto. Da ultimo, i kiwi migliorano l’assorbimento del ferro – prevendendo le anemie – e favoriscono la digestione delle vitamine.

Ben tollerati, in linea di massima i kiwi non hanno grandi controindicazioni ma attenzione a eventuali allergie. Il kiwi può provocare, infatti, irritazioni alle mucose della bocca o episodi di diarrea nei soggetti più sensibili. Come ogni alimento, quindi, il consumo deve essere sempre nelle quantità corrette.

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!