LAVARE I PIATTI A MANO: SFATIAMO LE FALSE CREDENZE

La lavastoviglie è un’invenzione straordinaria, che ha semplificato moltissimo la nostra vita in cucina. Tuttavia può capitare che sia necessario lavare i piatti a mano: è il caso, per esempio, di quando siamo alle prese con materiali molto delicati. Nessuna paura! È più facile di quanto si possa pensare.

Vediamo insieme qualche falso mito sul lavaggio a mano dei piatti. Scommetto che scoprirete qualcosa di nuovo!

 

Se è vero che l’acqua calda scioglie meglio i residui di cibo, non bisogna dimenticare che in presenza di alcuni alimenti particolari (come ad esempio uova e pesce) rischia, invece, di fissare l’odore su pentole e piatti proprio perché il calore ne aumenta l’intensità. Quindi, se sono alle prese con questi cibi, uso di solito l’acqua fredda, e in tutti gli altri casi quella calda. Per evitare che il cattivo odore si diffonda poi anche tra le altre stoviglie, un accorgimento molto utile è quello di lavare tutto ciò che è stato a contatto con il pesce o le uova separatamente, con l’aiuto di mezzo limone, da sempre alleato perfetto per neutralizzare i sentori più persistenti. Anche i detersivi con azione specifica anti-odore, come Nelsen carboni attivi, aiutano ad eliminare gli odori spiacevoli in maniera efficace.

 

La quantità di detersivo da utilizzare dipende dal numero di stoviglie da lavare e dalla qualità del detersivo. Per evitare inutili sprechi, utilizza un detersivo di qualità e dosa come consigliato in etichetta.

 

Un uso frequente di detersivi, in effetti, può irritare le nostre mani, ma questo non vale per tutti i prodotti. Esistono alcuni prodotti con pH neutro sulla pelle, testati dermatologicamente, che sono efficaci sui piatti e delicati sulle mani. Io, ad esempio, mi trovo molto bene con Nelsen Sensitive, che con la sua formula arricchita all’Olio di Argan o al Burro di Karitè, mi permette di lavare bene i piatti e avere le mani morbide e profumate allo stesso tempo. 

 


Si pensa che, dopo averle lavate a mano, le stoviglie riportino i segni delle goccioline una volta asciugate. Questo tipo di lavaggio, invece, non incide assolutamente sulla loro brillantezza ma anzi, procedendo con un panno pulito all’asciugatura e non limitandosi quindi al semplice scolo, i nostri piatti e bicchieri saranno splendenti come appena nuovi!

 

E voi? Conoscete qualche altro falso mito sul lavaggio dei piatti?

Fatemelo sapere nei commenti.

 

Buon lavaggio,

Benedetta

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!