LO ZENZERO IN CUCINA

Le ricette con lo zenzero, radice protagonista di preparazioni sane e golose, riscaldano il cuore e fanno bene alla mente. Versatile e dall’irresistibile aroma fresco e pungente, è uno spezia che nasce in Oriente. In Asia viene utilizzato da millenni per le sue proprietà benefiche. Negli ultimi anni ha conosciuto un boom anche in Occidente, diventando l’ingrediente fondamentale di ricette golose e in grado di curare tanti piccoli malesseri.

Puoi utilizzarlo per aiutare una digestione lenta e difficile, per ridurre una spiacevole sensazione di nausea oppure per regalare uno sprint al tuo metabolismo. Sai che bevuto in infuso ti aiuta a sconfiggere anche il più noioso dei raffreddori? Questo rizoma dal caratteristico sapore è veramente una piccola farmacia ambulante.

I mille usi dello zenzero

Se ti stai chiedendo come si usa lo zenzero, sappi che puoi utilizzarlo sia fresco che ridotto in polvere. La radice fresca è buona e ti regala un sapore pungente, simile al limone. Se soffri di mal d’auto, prova a masticarne una fettina senza ingerirla. Il succo che ne ricaverai ti aiuterà ad alleviare il malessere. Se invece il tuo problema è la digestione lenta, taglia una fetta di circa 1 cm e masticala dopo un pasto particolarmente abbondante. Il succo dello zenzero stimolerà a dovere i succhi gastrici e aiuterà la motilità intestinale.

Lo zenzero si usa anche in decotti e tisane. Se hai bisogno di alleviare i sintomi del raffreddore, fai bollire una tazza d’acqua con 3 cm di radice di zenzero. Fai riposare, dolcifica con un po’ di miele di eucalipto e assumila due volte al giorno. Lo zenzero è formidabile anche per dare una scossa al metabolismo. La sera, prima di andare a letto, prepara una bottiglia di acqua naturale oligominerale con 10 foglie di menta fresca e 3 cm di radice di zenzero grattugiata. Copri e fai riposare tutta la notte. La mattina dopo avrai a disposizione una bevanda che potrai bere durante l’arco della giornata.

Lo zenzero in cucina

Le ricette con lo zenzero non finiscono qui, perché si usa con successo anche in cucina. È il protagonista di deliziosi piatti orientali ai quali regala un aroma fresco ineguagliabile. La prima ricetta che ti consiglio è il petto di pollo allo zenzero e curcuma, un’altra spezia dalle numerose virtù benefiche. Prendi 1 petto di pollo, taglialo a piccoli bocconcini e fallo marinare per due ore con olio, limone, abbondante zenzero fresco grattugiato e sale. Trascorso il tempo necessario, tosta in una padella antiaderente 1 bastoncino di cannella, 1/2 cucchiaino di semi di cumino e 1/2 cucchiaino di coriandolo in semi. Aggiungi due cucchiai di olio, il pollo e la sua marinata, 1 cucchiaio di curcuma e pepe nero. Fai cuocere per circa venti minuti, rigirando spesso la tua carne. Servi con foglie di coriandolo o prezzemolo appena tagliate.

E se ti assale all’improvviso la voglia di una ricetta dolce con protagonista questa formidabile radice? Prova lo zenzero candito! È buonissimo e puoi utilizzarlo per calmare gli attacchi di fame e per contrastare la nausea. Pulisci e sbuccia 250 grammi di radice di zenzero. Pesala di nuovo e calcola lo stesso peso di zucchero (canna o semolato). Riduci la tua radice in cubetti e falla bollire in mezzo litro di acqua per circa mezz’ora. Scola tutto e rimetti in pentola con lo zucchero e con acqua. Fai evaporare tutto il liquido presente (ci vorranno circa venti minuti). Togli lo sciroppo rimasto, estrai lo zenzero candito, fallo raffreddare e conservalo in un contenitore con coperchio.

Conservare lo zenzero

Conservare lo zenzero è semplicissimo. Prendi la radice, avvolgila in un sacchetto di carta e mettila in frigorifero nello scomparto delle verdure. In questo modo rimarrà fresco per alcune settimane. Ricordati ogni tanto di controllare lo sviluppo di eventuali muffe. Non esitare, in questo caso, a tagliare la parte malata. Puoi ridurre la radice a cubetti e congelarla oppure tagliarla a fette e conservarla nell’olio. In questo modo non soltanto avrai lo zenzero sempre fresco, ma otterrai un olio delicatamente aromatizzato. Le controindicazioni dello zenzero sono poche ma ben precise. Limita il suo utilizzo se soffri di colon irritabile o se hai problemi di stomaco come gastrite o ulcera. Consulta il medico prima di assumerlo se soffri di pressione alta, calcolosi biliare o se assumi farmaci anticoagulanti. Rivolgiti al tuo medico curante prima dell’utilizzo se sei in gravidanza o stai allattando.

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su LO ZENZERO IN CUCINA

  • Marianna - 14 Marzo 2019 10:06

    Scusa.lo devo.sbucciare lo zenzero o con tutta la buccia???

    • Benedetta Rossi
      Benedetta - 14 Marzo 2019 10:18

      Ciao Marianna si lo devi sbucciare 🙂