COME PULIRE LA LAVASTOVIGLIE

Tra gli elettrodomestici più utilizzati nelle nostre case la lavastoviglie ha un posto d’onore. Dato che il suo funzionamento è quotidiano, è fondamentale sapere come pulire la lavastoviglie in modo corretto. La sua manutenzione è, infatti, il primo passo per mantenere intatte tutte le funzionalità di questo prezioso alleato in cucina. Oggetto indispensabile per molte di noi, è possibile garantirne una buona durata nel tempo solo con una pulizia adeguata.

Di sicuro avrai visto sugli scaffali dei supermercati tantissimi prodotti per igienizzare e pulire la lavastoviglie. Nel contempo, ti sarai resa conto anche del loro costo non sempre economico e soprattutto del loro impatto ambientale. Non temere: per mantenere al meglio tutte le qualità del tuo elettrodomestico esistono rimedi casalinghi molto efficaci! Con un occhio al portafoglio e uno all’ecologia, ecco qualche metodo fai da te per pulire la lavastoviglie.

 

La pulizia esterna

Per prima cosa vediamo come pulire lavastoviglie all’esterno ricorrendo a prodotti di uso domestico. Le sostanze naturali, infatti, non hanno nulla da invidiare ai costosi detergenti chimici in commercio e garantiscono una pulizia adeguata. Per avere una lavastoviglie sempre brillante il primo accorgimento è di mantenerne la pulizia fin dalle sue parti esterne. Spolvera, detergi con un panno imbevuto di acqua tiepida e usa qualche goccia di aceto bianco per incrostazioni e aloni.

Se la tua lavastoviglie non è a incasso, cerca di pulirne angoli e parti laterali. In questo modo eviterai che la polvere non si accumuli danneggiando il funzionamento della macchina.

 

Pulisci l’interno della lavastoviglie con l’aceto

Per le sue caratteristiche igienizzanti, l’aceto è un ottimo prodotto per pulire la lavastoviglie. L’aceto di vino bianco è, infatti, l’alleato perfetto sia per eliminare gli odori sia per sciogliere l’eventuale calcare. Puoi procedere in due modi. Versa alcune gocce di aceto su un panno e passalo sulle parti interne della lavastoviglie lasciandolo agire qualche minuto. Dopo aver insistito in particolare sulle zone calcaree e aloni, risciacqua e asciuga.

In alternativa, per una pulizia più profonda, puoi optare per un lavaggio a vuoto. Ti basterà versare sul fondo della lavatrice circa un litro di aceto bianco e far partire un ciclo completo. Seleziona la temperatura più alta in modo da ottimizzare il potere igienizzante dell’aceto. Questa è la soluzione più indicata per profumare l’elettrodomestico ed eliminarne germi, calcare e ogni tipo di residuo.

 

Usa il bicarbonato di sodio

Tra i metodi non inquinanti per pulire la lavastoviglie, una valida alternativa all’aceto è costituta dal bicarbonato di sodio. Esso, infatti, serve sia a detergere l’elettrodomestico sia a pulire le stoviglie durante un normale lavaggio. Per questo, puoi aggiunge un po’ di bicarbonato a ogni ciclo; così potenzierai l’azione pulente su piatti e stoviglie.

Per un intervento più mirato, utilizza una manciata di bicarbonato (circa 100 g) e procedi con un ciclo a vuoto. Puoi anche realizzare una soluzione di bicarbonato e acqua (un bicchiere) e versarla nel cassetto per il detersivo. Il consiglio in più su come pulire la lavatrice? Ricorri a un lavaggio a vuoto con il bicarbonato una volta al mese. La lavatrice ti ripagherà con stoviglie sempre brillanti.

Il limone contro i cattivi odori e la pulizia dei filtri

Oltre all’aceto e al bicarbonato, anche il limone e gli agrumi hanno il potere di pulire e deodorare la lavastoviglie. Per sgrassare eliminando i cattivi odori puoi versare un bicchiere di succo di limone senza semi nel cestello. Al posto del limone puoi optare anche per un mix di agrumi e procedere allo stesso modo con un lavaggio a vuoto alla massima temperatura. Inoltre, l’aggiunta di qualche goccia estratta dagli agrumi può essere utilizzata anche nei normali lavaggi per igienizzare i tuoi piatti.

Non dimenticare, infine, di pulire i filtri della tua lavastoviglie per garantirne una corretta manutenzione. Si tratta di un’operazione un po’ noiosa ma che nel tempo ripaga di ogni sforzo. Periodicamente lava le guarnizioni e almeno una volta a settimana poni il filtro sotto l’acqua corrente per liberarne i fori. In caso di otturazioni resistenti ricorri a uno stuzzicadenti e a qualche goccia di aceto su un panno. Se seguirai i nostri consigli su come pulire la lavatrice, avrai sempre un elettrodomestico al massimo delle sue potenzialità!

Buon lavoro!

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!