TIMBALLO DI ANELLETTI SICILIANI CON MELANZANE


Il Timballo di anelletti siciliani con melanzane è una ricetta facile, molto gustosa e che adoro preparare con l’arrivo della bella stagione, quando è più facile trovare delle buone melanzane.

In Sicilia questo piatto è tradizionalmente realizzato con gli anelletti, un formato di pasta molto diffuso specie nella zona del palermitano.

Vi dico una piccola curiosità: nonostante la ricchezza di ingredienti con i quali si prepara questa pasta al forno, gli anelletti sono considerati da molti un cibo da spiaggia, da gustare sotto l’ombrellone. Essendo questa una preparazione tipica, in Sicilia ogni famiglia ha la sua ricetta di anelletti al forno che può variare ad esempio per l’uso di diversi tipi di salumi o per l’aggiunta di uova sode o, ancora, per l’utilizzo di un ragù arricchito con piselli.

Ma una cosa è certa: qualunque siano gli ingredienti, gli anelletti siciliani al forno sono sempre buoni! Io ho voluto proporveli sotto forma di timballo, con un ricco ripieno insaporito dalla salsa di pomodoro fresco e racchiuso in uno scrigno di melanzane fritte. Qualora non doveste trovare gli anelletti nel vostro supermercato di fiducia sostituiteli con un qualunque tipo di pasta corta. Il risultato è assicurato!

Servirlo a tavola sarà un piacere non solo per il gusto ma anche per la vista. Si presenta infatti come una torta che, al taglio, rivelerà tutti i colori e i profumi dell’estate. Non amate le melanzane fritte? Potete tranquillamente usare le melanzane grigliate, ma, in questo caso, ungete per bene la teglia che utilizzerete.

Vediamo subito il procedimento per realizzare questo timballo di anelletti siciliani con melanzane!


Potrebbero interessarti anche la Pasta alla norma e le Polpette di melanzane fritte

  • Tempo Preparazione Tempo di preparazione: 30 min
  • Tempo Cottura Tempo di cottura: 35 min
  • Pronto in Pronto in: 1h 5 min
TIMBALLO DI ANELLETTI SICILIANI CON MELANZANE Tempo Preparazione
TIMBALLO DI ANELLETTI SICILIANI CON MELANZANE

INGREDIENTI

  • 400 g anelletti
  • 500 g salsa al pomodoro fresco già cotta e condita
  • 3 melanzane grandi fritte
  • 300 g mozzarella
  • 50 g grana
  • 100 g mortadella
  • 200 g besciamella

PROCEDIMENTO

  1. Per prima cosa cuocete gli anelletti in acqua salata, avendo cura di scolarli circa quattro minuti prima del tempo di cottura indicato sulla confezione. Una volta cotti, conditeli con abbondante salsa di pomodoro fresco e basilico.
  2. Una volta condita la pasta è il momento di formare il nostro timballo. Prendete una teglia circolare con cerniera del diametro di 24 cm e foderatela, partendo dai bordi, con delle fette di melanzane fritte preparate in precedenza. Disponete le melanzane in verticale, facendole uscire leggermente dalla teglia e avendo cura di accavallarle leggermente l’una sull’altra. Una volta creata la corona che farà da bordo al vostro timballo, foderate il fondo della teglia con altre fette di melanzane sino a quando non sarà ricoperto del tutto. La base del timballo è pronta!
  3. È arrivato il momento di farcire il timballo. Prendete la pasta che avete cotto e condito in precedenza e versatene la metà dentro la teglia. Compattate leggermente la pasta sul fondo aiutandovi con il mestolo. Procedete adesso con la stratificazione degli altri ingredienti; prima la mortadella e poi la mozzarella tagliata a pezzetti.
  4. Versate adesso la besciamella, ma, se preferite, il timballo sarà ugualmente gustoso anche senza questa aggiunta. Continuate aggiungendo sulla besciamella una generosa manciata di grana e poi versate qualche altro mestolo di salsa di pomodoro. Ricoprite tutti gli strati creati con la restante pasta, avendo cura di compattarla con l’aiuto di un cucchiaio affinché non rimangano spazi vuoti all’interno della teglia.
  5. È arrivato il momento chiudere il timballo. Ripiegate sulla pasta le melanzane che sbordavano dalla teglia e, aggiungendo delle altre fette lasciate da parte, ricoprite l’intera superficie del timballo formando un coperchio. Cuocete quindi in forno statico a 180° per 35 minuti. Una volta sfornato, abbiate cura di aprire la teglia soltanto quando il timballo si sarà bene intiepidito. Ecco prono il vostro timballo per essere servito in tavola!

Articolo scritto da 55winston55

Lascia un commento

Hai provato la ricetta? Fai sapere a Benedetta come ti è venuta! Hai dubbi? Chiedi e lei ti risponderà!