COME USARE L’ACIDO CITRICO IN CASA

Una delle sostanze naturali che possono avere usi domestici in molti campi è l’acido citrico. Forse non sai, infatti, che questo elemento (presente negli agrumi) è un vero alleato nella pulizia di casa! Dalle superfici del bagno al bucato fino ai capelli, l’acido citrico è davvero multiuso. Lo puoi trovare facilmente in commercio, sia in polvere sia in granuli, e viene utilizzato diluito.

Ecologica ed efficace, questa sostanza merita attenzione perché se usata nelle dosi giuste ci può far risparmiare tempo e denaro. Si tratta di un composto naturale che, a contatto con l’acqua, produce una soluzione acida adatta contro lo sporco. Vediamo nello specifico dove trovare e come usare l’acido citrico in casa.

 

Dove acquistare l’acido citrico e come conservarlo

Se sei alla ricerca di un’alternativa naturale ai detersivi domestici, l’acido citrico è l’opzione che fa per te. Ma dove puoi acquistarlo? Lo puoi tranquillamente trovare in farmacia, nei negozi specializzati in prodotti per la pulizia o nelle erboristerie. Se hai affinità con il web, lo puoi comprare anche online a costi contenuti. E, ancora, ci sono alcuni supermercati che lo hanno in vendita oppure consorzi agrari e negozi di prodotti biologici.

Come abbiamo accennato, l’acido citrico è commercializzato in granuli e in polvere, contenuto in barattoli richiudibili. In alternativa, lo trovi anche in bustine monodose per un uso già misurato. In ogni caso, conservalo sempre lontano dai bambini e dai tuoi animali, in un recipiente ben isolato. Scegli un ambiente al riparo dalla luce diretta del sole e da fonti di calore, fresco e asciutto. Fai attenzione quando lo maneggi: è trasparente e inodore ma è una sostanza irritante. Quindi non dimenticarti mai utilizzare i guanti soprattutto quando lo diluisci in acqua.

 

Perché usare l’acido citrico?

L’acido citrico usato per le pulizie e il bucato presenta molti vantaggi. Innanzitutto, sul portafoglio familiare. Infatti, con una sola materia prima puoi realizzare diversi prodotti e questo ovviamente riduce le spese per i detersivi. Inoltre, l’acido citrico è assolutamente equivalente ad altre sostanze acide dei detergenti; significa che non perdi nulla in efficacia. Valida alternativa all’aceto, è addirittura meno inquinante e ne basta una minima quantità per un ottimo risultato.

Inoltre, riduce il rischio di allergie e non lascia alcun odore dopo l’uso. Tieni presente che i preparati a base di acido citrico diluito possono durare fino a un mese se ben conservati. Per la diluizione puoi usare sia acqua del rubinetto sia acqua distillata, a seconda di quella che hai a disposizione.

Usi per le pulizie: anticalcare, disincrostante e detergente

Gli usi più efficaci dell’acido citrico riguardano la pulizia di lavatrici, lavastoviglie e superfici domestiche. Questo composto, infatti, può essere utilizzato come anticalcare fai da te in una soluzione al 15% (150 gr in 1 lt d’acqua). Usalo anche per igienizzare sanitari e WC in una soluzione più concentrata (300 gr per litro). Anche la lavatrice e la lavastoviglie trarranno beneficio dall’uso dell’acido citrico (15%) come disincrostante. Versane un litro nel cestello vuoto della lavatrice o nel cassetto della lavastoviglie e procedi a un lavaggio ad alte temperature.

L’acido citrico ha anche effetto brillantante (15%) sulle stoviglie se usato nella vaschetta del detersivo nei lavaggi normali. Usa questa soluzione per sbiancare le fughe del pavimento, pulire vetri e specchi e far brillare le pentole. Se gli scarichi sono otturati, versa 100 gr di bicarbonato e una soluzione di acido citrico (30 gr) e acqua (200 ml). Vedrai che torneranno a funzionare.

 

L’acido citrico come ammorbidente, antinfeltrente e dopo shampoo

Altri usi dell’acido citrico riguardano il bucato. Puoi, infatti, usare l’acido per ottenere un ammorbidente fai da te diluendone 100 gr in 1 lt di acqua. Se vuoi, aggiungi qualche goccia di olio essenziale della profumazione che preferisci. Travasalo in un recipiente di plastica dotato di tappo e agitalo bene prima di versarlo nel cassetto della lavatrice.

L’acido citrico, inoltre, ha effetto antinfeltrente sui capi in lana. Ti basterà lasciare in ammollo la tua maglia in una soluzione composta da 50 gr d’acido e 5 lt d’acqua. Utile per togliere le macchie di ruggine e per fissare i colori scuri, l’acido citrico è un ottimo dopo shampoo. Se hai i capelli crespi è la soluzione ideale. Fai un ultimo risciacquo con 1 lt d’acqua, un po’ di acido citrico e un cucchiaio di aceto di mele. L’effetto seta è assicurato!

Potrebbero interessarti:

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su COME USARE L’ACIDO CITRICO IN CASA

  • ornella bonetta - 4 gennaio 2018 14:29

    molto interessante