ELIMINARE IL CALCARE DAL FERRO DA STIRO

Eliminare il calcare dal ferro da stiro è una delle poche fondamentali regole per ottenere una stiratura perfetta e mantenere l’elettrodomestico funzionante più a lungo.
Stirare non è un lavoro piacevole, ma grazie al ferro a vapore l’ingrato compito risulta molto più facile e veloce.
Tuttavia, per mantenere efficienza e funzionalità, occorre effettuare una regolare manutenzione del nostro ferro da stiro.
Una buona manutenzione prevede innanzitutto di togliere il calcare dalla caldaia e pulire la piastra del ferro da stiro, due operazioni che si possono effettuare con facilità e rispettando l’ambiente grazie a rimedi semplici ed economici, utilizzando sostanze naturali di uso comune.

Il principale nemico del ferro a vapore è il calcare

Quando il ferro ha incrostazioni di calcare, la stiratura diventa più difficoltosa e imperfetta, emette un minore gettito di vapore e, nei casi più gravi, dai fori fuoriescono parti di sedimenti interni sotto forma di granelli bianco/grigiastri che possono macchiare i capi anche in modo irrimediabile.
Ma che cos’è il calcare, e come si forma?
Il calcare è una delle rocce semplici più diffuse sulla Terra e si forma dalla sedimentazione dei sali duri presenti nell’acqua, principalmente magnesio e ioni di calcio.
Nelle nostre case è una presenza abituale, perché il carbonato di calcio, l’elemento di cui è essenzialmente composta, si trova nell’acqua corrente e si deposita in piccoli granelli che formano delle stratificazioni dure, comunemente chiamate calcare.
Tutti gli elettrodomestici che funzionano con l’acqua si rovinano principalmente a causa di esso, perché sedimentandosi danneggia i meccanismi. Ecco perché è importante eliminare il calcare dal ferro da stiro.

Come eliminare il calcare dal ferro

Per stirare, ogni manuale d’istruzione raccomanda di utilizzare solo acqua demineralizzata, cioè priva di salinità, ma non sempre questo consiglio viene seguito e di conseguenza ci si ritrova con un apparecchio malfunzionante.
Allora, come togliere il calcare del ferro da stiro? La parte dove si formano le maggiori incrostazioni è la caldaia, sempre a contatto dell’acqua. Quindi, è qui che si deve concentrare la massima pulizia.
Per rimuovere il calcare dalla caldaia esistono rimedi naturali, perciò non lasciamoci tentare dai disincrostanti chimici, potenzialmente pericolosi per la salute. Infatti, i residui potrebbero fuoriuscire insieme al vapore e diventare nocivi al contatto o se inalati. Nella migliore delle ipotesi, rischiamo di danneggiare definitivamente il nostro ferro da stiro.
Una delle caratteristiche principali del calcare è la sua facile solubilità in acidi anche deboli. Ad esempio l’acido acetico, un composto organico dal potere corrosivo presente nell’aceto.

Pulire con l’aceto

L’aceto bianco è in assoluto il rimedio naturale più adoperato per l’igiene.
Inizia dalla caldaia preparando una miscela di acqua e aceto bianco in parti uguali. Questa va versata nella caldaia e lasciata agire per alcune ore, magari una notte intera. Si potrebbe accelerare il procedimento facendo riscaldare il ferro e facendo uscire il vapore in getti. Però l’odore è forte e piuttosto sgradevole. Al termine, occorre svuotare la caldaia e farla sgocciolare scuotendo il ferro. Quindi va riempita nuovamente d’acqua, stavolta aggiungendo appena un tappo d’aceto. Una volta svuotata, il procedimento si ripete solo con acqua, facendo scaldare il ferro e vaporizzando. Se si è costanti nella pulizia periodica, i passaggi si possono velocizzare.

Pulire la piastra del ferro

Oltre alla caldaia, anche la piastra richiede una regolare manutenzione, infatti il calcare tende a depositarsi nei fori di uscita e causare fastidiose perdite d’acqua durante la stiratura.
Per pulire la piastra del ferro da stiro, possiamo usare del comune bicarbonato e limone.
Il bicarbonato è un sale che a contatto con gli acidi presenti nel limone reagisce formando una schiuma dal potere sbiancante e disincrostante. Otterremo un detersivo totalmente naturale versando in un bicchiere d’acqua calda un cucchiaio di bicarbonato e uno di limone. Mescoliamo fino ad ottenere un composto omogeneo e con una spugnetta passiamolo sulla piastra. Quindi, asciughiamo con un panno morbido. La piastra risulterà lucida, liscia e perfettamente scorrevole.

Bastano davvero pochi accorgimenti per liberarsi dall’odiato calcare. Il segreto è non farlo accumulare seguendo questi ultimi consigli: eliminare sempre l’acqua residua dalla caldaia dopo la stiratura, lasciare asciugare la piastra posizionando il ferro in verticale e usare solo acqua distillata.
Buon lavoro a tutti.

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!