COME CAPIRE LA GIUSTA TEMPERATURA DELL’OLIO QUANDO SI FRIGGE



In questo articolo vedremo insieme come capire la giusta temperatura dell’olio quando si frigge, senza bisogno di utilizzare il termometro da cucina. Una buona frittura parte sempre dalla giusta temperatura dell’olio. Qual è il momento giusto per tuffare i cibi che vogliamo friggere? La temperatura ideale che l’olio deve raggiungere è di circa 180 gradi. Se non abbiamo a disposizione una friggitrice o un termometro da cucina però potrebbe essere difficile capirlo. Se la temperatura è troppo bassa i cibi che friggiamo assorbono troppo olio risultando pesanti, al contrario se la temperatura è troppo alta rischiamo di bruciarli lasciandoli crudi all’interno. Ci sono dei semplici trucchi per capire la giusta temperatura dell’olio quando si frigge. Vediamo subito quali sono.

SCELTA DELL’OLIO

come capire la giusta temperatura dell'olio senza termometro

Per una buona frittura è fondamentale scegliere il giusto olio o grasso (margarina, strutto). In linea di massima, si frigge sempre con olio ben caldo: utilizzando olio alla giusta temperatura, i cibi si cuociono più velocemente, in modo uniforme e a fine cottura non risulteranno unti.

L’olio per friggere alla perfezione deve essere a circa 180 gradi e non deve mai superare il suo punto di fumo, ovvero la temperatura alla quale l’olio inizia a bruciare. Bruciare l’olio non solo rende cattivo il sapore dei cibi, ma in più fa male alla salute! Accorgersi che l’olio sta bruciando è facile: se produce un fumo nero e un odore acre, è meglio fermarsi e buttare tutto! In generale gli oli e i grassi che permettono di friggere ad alte temperature senza bruciare sono: l’olio extravergine di oliva, lo strutto e l’olio di arachidi. In ogni caso, anche se questi grassi permettono fritture ad alte temperature, vi consiglio di cambiarli con frequenza, poiché con delle lunghe sessioni di frittura, iniziano comunque a deperire. Vi lascio Qui un articolo che vi da 5 consigli per una frittura perfetta.

IL METODO DELLA MOLLICA DI PANE

Il metodo classico per capire la temperatura dell’olio è quello con la mollica di pane. Questo è il classico trucchetto che ci hanno tramandato le nostre nonne. Mettiamo l’olio in padella, accendiamo la fiamma e aspettiamo qualche minuto, quindi tuffiamo una mollica di pane. Se la mollica tende a precipitare sul fondo della padella assorbendo l’olio, significa che la temperatura è troppo bassa. Al contrario se la mollica diventa subito scura vuol dire che la temperatura è troppo alta, quindi dobbiamo abbassare la fiamma. Se invece la mollica inizia a dorarsi e sfrigolare… l’olio è pronto per la frittura!

METODO DELLO STUZZICADENTI

Un altro metodo per capire se l’olio è alla giusta temperatura è quello dello stuzzicadenti o dello stecchino. Prendiamo uno stecco in legno (quello che solitamente usiamo per fare gli spiedini) e immergiamolo nell’olio caldo; se intorno allo stecchino di legno si formano delle bollicine significa che l’olio è alla giusta temperatura. Per fare questa prova possiamo usare degli stuzzicadenti oppure un mestolo in legno… se il legno fa le bollicine siamo pronti per friggere!

 

Articolo scritto da Benedetta

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!