ACQUA: BOTTIGLIA O CARAFFA FILTRANTE? UN CONFRONTO

Ciao a tutti! La stagione calda si avvicina e tutti sappiamo quanto è importante e piacevole bere acqua fresca. Se, poi, siamo particolarmente assetati non c’è niente di più gradevole!

Voi come la consumate? Ognuno ha le proprie preferenze: bottiglia, rubinetto, caraffe filtranti, erogatori di acqua potabile…

Ciascuna di queste abitudini ha i suoi pro e contro. Analizziamo insieme le principali differenze tra l’acqua in bottiglia e l’acqua filtrata in caraffa.

Acqua: i pro e i contro della bottiglia

Partiamo dall’acqua in bottiglia. Il principale vantaggio che tendiamo ad associare alla bottiglia è la praticità. Sempre pronta all’uso, basta aprire il tappo et voilà: la nostra acqua è lì per dissetarci. Continuiamo con i vantaggi: la bottiglia può essere portata direttamente in tavola e, con la bella stagione, anche fuori casa infilandola in borsa o nello zaino.

Certo, portare una bottiglietta in borsa è molto comodo, ma forse non si può dire lo stesso dell’acqua che compriamo per l’utilizzo in casa: sapete che una confezione d’acqua pesa circa 9 Kg? In effetti il peso è innegabilmente tra i contro dell’acqua in bottiglia.
Ammettiamolo: trasportare il fardello di acqua è un compito ingrato e faticoso! Dobbiamo uscire di casa, andare al supermercato, caricare nel carrello la confezione e spingerla fino alle casse. Lì, poi, le bottiglie sono da sollevare nuovamente con i loro 9 Kg, quindi dobbiamo caricarle in auto e ancora scaricarle a casa.

Insomma, il sollevamento pesi è assicurato e “praticità” non è sempre un termine adatto.

 

La seconda nota dolente è, probabilmente, legata allo spazio. Avete mai riflettuto su quanto siano ingombranti le bottiglie nel frigorifero e nel ripostiglio di casa?

E la panoramica delle noie legate all’acqua in bottiglia si chiude con il caso peggiore: la dimenticanza! Vi sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di dimenticare di acquistare l’acqua oppure di finirla prima di andare a fare la spesa, rimanendo così senza.

Insomma, certi disagi legati alla bottiglia iniziano fin dal suo acquisto. E anche gli aspetti che sembrano dei pro (come la “praticità”) alle volte possono rivelarsi in effetti svantaggiosi.

 

Acqua: i pro e i contro della caraffa filtrante

Vediamo, a questo punto, le caratteristiche della caraffa filtrante a partire dai suoi vantaggi: leggerezza e comodità. L’acqua, infatti, è sempre pronta a portata di mano: basta aprire il rubinetto di casa!

Inoltre, la caraffa è davvero facile da usare. È dotata di un filtro che riduce il cloro e il calcare, per acqua filtrata dal gusto migliore e ideale anche per la macchina del caffè e altri piccoli elettrodomestici. La caraffa ha un piccolo e comodo display che ci aiuta a capire quando è ora di sostituire il filtro. Non serve altra manutenzione.

Un ulteriore vantaggio è il risparmio, dato che ogni filtro dura 4 settimane e fino a 100 l di acqua filtrata. Un bel risparmio per il nostro portafoglio. In più, parlando di spazi e ingombri, possiamo riporre la caraffa comodamente in frigo, portarla direttamente in tavola e lavarla tranquillamente in lavastoviglie. Niente più pesi da trasportare e più spazio libero in casa.

Anche l’ambiente ringrazierà, infatti, bere acqua filtrata dalla caraffa, permette la riduzione del consumo di bottiglie in plastica. Nell’arco di un anno, in famiglia, avremo ridotto il consumo di centinaia di bottiglie.

La caraffa ha anche un altro vantaggio: la capacità. Ogni caraffa filtrante ha una capacità totale di circa 2 litri e mezzo: può contenere circa 1 litro e mezzo di acqua filtrata e un altro litro pronta ad essere filtrata man mano che l’acqua viene consumata. Perciò, quando abbiamo tanti ospiti, potrebbe essere necessario riempirla più volte. In alternativa, possiamo pensare di versare l’acqua già filtrata in una bottiglia di vetro e procedere con un nuovo filtraggio per avere la nostra acqua filtrata sempre pronta al consumo.

Ovviamente, anche le caraffe filtranti hanno alcune pecche. Per esempio se vogliamo portare con noi fuori casa la nostra acqua filtrata, è meglio procurarsi una borraccia.

Qualche informazione in più sulle caraffe filtranti

Come vi ho accennato nel mio video extra del mese sto collaborando con BRITA, Azienda leader mondiale nella realizzazione di caraffe filtranti a questo progetto di sensibilizzazione sull’importanza del consumo quotidiano di acqua.

Grazie a BRITA ho scoperto molte cose interessanti, per esempio che la tecnologia di filtrazione è sicura al 100%.

I filtri originali BRITA sono testati per darci un’acqua che possiamo tranquillamente bere e utilizzare in cucina per le nostre ricette sfruttando così le preziose risorse che il nostro territorio, tutto, ci dona ogni giorno evitando sprechi inutili.

Nel tempo BRITA ha notevolmente migliorato la tecnologia di filtrazione e i nuovi filtri MAXTRA+ a fine ciclo garantiscono sempre risultati ottimali:

  • riduzione di calcare – minimo 80%
  • riduzione di cloro – minimo 80%
  • riduzione di metalli – piombo minimo 90%, rame minimo 80%

Insomma, le brocche filtranti BRITA sono vere e proprie alleate in cucina per esaltare i sapori dei nostri piatti e delle nostre bevande. Ma vi racconterò di più nei prossimi articoli. A presto!

 

 

 

 

Potrebbero interessarti

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su ACQUA: BOTTIGLIA O CARAFFA FILTRANTE? UN CONFRONTO

  • ida tettamanti - 19 settembre 2018 15:43

    Sono anni che uso l’acqua della Brita, sono già alla terza che cambio, perché purtroppo il contatore dopo un po si scarica e non è possibile cambiare la pila e cambiare solo quello costa poco meno che una caraffa nuova, adesso è diverso e vedremo come andrà! Ho anche il gasatore per chi la vuole frizzante. Mi fa piacere che anche tu sia dei nostri👍 Ciao Ida

  • Simona - 12 luglio 2018 11:16

    immagino si possano acquistare anche on line? tuttavia ho sempre delle remore su questi sistemi di filtraggio dell’acqua. si legge che eliminino addirittura molte delle sostanze buone che nell’acqua naturalmente sono…non so.

  • Tommaso Scarano
    Tommaso Scarano - 21 maggio 2018 16:36

    Io lo scoperta da poco e devo dire che funziona io i filtri con aggiunta di magnesio però li alterno un mese si ed uno no bevo il doppio e faccio il doppio di plin plin