COME MISURARE I LIQUIDI: LA BROCCA GRADUATA E IL CUCCHIAIO DOSATORE

In cucina, per qualsiasi preparazione, è fondamentale dosare gli ingredienti. Misurare la giusta quantità di ogni cibo, infatti, garantisce la riuscita delle ricette e del piatto che porterai in tavola. Per questo è importante, come sempre, avere gli strumenti adatti. Se la bilancia è l’utensile principale per pesare i cibi solidi, esistono anche misuratori per i liquidi.

In particolare, ne vedremo due: la brocca graduata e il cucchiaio dosatore. Si tratta di due utensili che permettono di dosare con precisione ogni liquido in modo che da rispettare le quantità. Che siano in acciaio o plastica, trasparenti o colorati, sono in vendita nei negozi specializzati e nelle grandi catene di distribuzione. Vediamo come misurare i liquidi.

 

La brocca graduata: cos’è e a cosa serve

Il primo utensile utile per misurare i liquidi in cucina è la brocca graduata. È una normale caraffa dotata di beccuccio dosatore e con una serie di scale differenti sulle pareti. Questa brocca può essere usata sia per dosare sostanze in grani come farina e zucchero sia per i liquidi. In particolare, questi possono essere misurati sia in litri sia in millilitri.

La brocca graduata è realizzata in vari materiali: ne esistono, infatti, in plastica, vetro, metallo e porcellana. Quella più maneggevole e comoda è forse quella in plastica trasparente perché ti permette di vederne il contenuto ed è resistente. Grazie al beccuccio frontale, poi, riesci a travasare tranquillamente i liquidi mentre il manico ne facilita l’uso. È lavabile anche in lavatrice ed è resistente agli urti.

 

La brocca graduata in ceramica e quella elettronica

Abbiamo visto che la brocca graduata serve per misurare con precisione i liquidi sia per versarli senza danni. In questo caso, nella scelta, privilegia quella più comoda e agile da usare. Eppure, questa particolare caraffa può diventare anche un oggetto d’arredo. Se cerchi un utensile che sia anche da esporre, allora la brocca graduata in ceramica può fare al caso tuo. Le scale di misurazione, infatti, sono indicate all’interno della caraffa mentre all’esterno appare come una brocca decorata. Funzionalità ed estetica vanno d’accordo.

Se, invece, sei amante della tecnologia e vuoi semplificare ancora di più le operazioni puoi scegliere una brocca graduata elettronica. È dotata di una bilancia incorporata e permette di misurare con lo stesso strumento peso e volume del suo contenuto. La brocca è estraibile e lavabile a parte, mentre la bilancia elettronica è dotata di display digitale. I modelli più recenti hanno anche la funzione voce e la funzione tara. Quest’ultima serve ad azzerare la misurazione per dosare a parte un eventuale secondo liquido.

Il cucchiaio dosatore: cos’è e a cosa serve

Il secondo utensile che abbiamo citato per misurare i liquidi è il cucchiaio dosatore. Strumento di grande precisione, adatto per esempio in caso di diete o nell’alimentazione dei bambini, è spesso venduto in set. Ciascun cucchiaio ha una capacità diversa che corrisponde a una misura specifica il cui livello massimo è indicato sul bordo. In genere, ogni kit va dal cucchiaio dosatore di 1,25 ml fino a 15 ml.

Se preferisci, puoi anche acquistare un solo cucchiaio, a seconda delle tue esigenze d’uso. Può essere realizzato in svariati materiali ma i più comuni sono plastica, acciaio e ceramica. Come per le brocche, anche questi cucchiai possono essere un divertente oggetto da esporre in cucina. Buon lavoro!

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su COME MISURARE I LIQUIDI: LA BROCCA GRADUATA E IL CUCCHIAIO DOSATORE

  • Laura - 15 gennaio 2018 21:11

    La brocca graduata si lava in lavatrice????😂 a parte la lavatrice…Complimenti x le ricette!!!! bravissima