USI ALTERNATIVI DELL’ACETO OLTRE ALLA CUCINA

Gli usi alternativi dell’aceto ci rendono la vita più facile e possono risolvere tanti piccoli problemi. L’aceto è uno dei tanti ingredienti che abbiamo in casa e che possiamo sfruttare per tante soluzioni.

  1. Allontanare gli insetti: formichine, scarafaggi e altre simpatiche creature non ci daranno più fastidio, se puliamo regolarmente i pavimenti o altre aree della casa con acqua e aceto di vino. Ad esempio i davanzali, porte e finestre.
  2.  Eliminare i cattivi odori in cucina: l’aceto elimina i cattivi odori, è quindi utile per pulire recipienti, contenitori o i ripiani della cucina, ad esempio se abbiamo cucinato il pesce o abbiamo preparato una frittura.  Inoltre se versiamo un po’ di aceto nell’acqua di cottura di broccoli e cavolfiori, il loro odore sarà meno invadente.Guarda altri metodi per eliminare la puzza di fritto e i cattivi odori in cucina.
  3.  Lavare le mani macchiate: avete presente quando tagliate le carote, i carciofi o maneggiate il melograno? La pelle delle mani si macchia, basta usare un batuffolo di cotone imbevuto di aceto e massaggiare sulle mani e sulle unghie, quindi lavarsi con normale sapone.
  4.  Lucidare la rubinetteria: tra gli usi alternativi dell’aceto troviamo la pulizia.  L’aceto pulisce e lucida i rubinetti del bagno e della cucina, e tutti gli elementi in acciaio come il lavandino o il piano di cottura. Inoltre usato regolarmente contribuisce ad evitare la formazione del calcare e ci evita di usare altri prodotti più costosi e che possono contenere sostanze tossiche o troppo aggressive.
  5.  Disinfettare e sgrassare:  possiamo aggiungere l’aceto all’acqua per lavare i piatti, in questo modo disinfetta e sgrassa, elimina i cattivi odori e lascia le stoviglie pulite e brillanti. Può essere usato anche in lavastoviglie al posto del brillantante!

 

Altri usi

 

  1.  Sturare i lavandini: Avete dei problemi con gli scarichi lenti in bagno o in cucina? Una miscela di aceto e bicarbonato di sodio, tiene pulite le tubature ed evita accumuli di cibo, sapone e calcare. Neutralizza il cattivo odore ed evita anche in questo caso di ricorrere a prodotti più costosi.
  2. Lavare i vestiti: sempre per la sua azione disinfettante è consigliabile usare l’aceto anche per lavare i vestiti quando abbiamo bisogno di togliere odori persistenti e disinfettare. In questo caso si può usare l’aceto di mele che ha un profumo più delicato. Basta versare l’aceto di mele al momento del risciacquo, sia a mano sia in lavatrice, e gli abiti saranno puliti, profumati e morbidi.
  3. Lavare i capelli: anche in questo caso è preferibile usare l’aceto di mele. Risciacquare i capelli con l’aceto pulisce e disinfetta il cuoio capelluto, contribuisce ad eliminare la forfora e alleviare il prurito che porta a grattarsi. Inoltre l’aceto rinforza i capelli e li lucida visibilmente.Tempo fa l’aceto si usava anche in caso di pidocchi perché è in grado di uccidere le uova e le larve. Meglio non utilizzarlo invece se il cuoio capelluto è particolarmente irritato.
  4. Pulire il viso: in questo caso usiamo aceto di mele biologico, più delicato sulla pelle, e lo prepariamo mescolando un cucchiaio di aceto e due di acqua. Con un batuffolo di cotone puliamo il viso ogni sera e otterremo una pelle pulita in profondità e luminosa. L’aceto è utile anche per eliminare le macchie della pelle e ridurre i brufoli.
  5. Igiene di cani e gatti: con tutte queste proprietà disinfettanti e igienizzanti possiamo usare l’aceto anche per l’igiene dei nostri amati animali domestici. Possiamo spruzzare una soluzione di acqua e aceto sulla pelliccia dell’animale e massaggiare bene, in questo modo allontaniamo i parassiti e gli insetti. Per lo stesso motivo laviamo la cuccia, il trasportino, e la lettiera con acqua e aceto e i cattivi odori spariranno!

Ecco i 10 usi alternativi dell’aceto, sono sicura che ce ne sono tanti altri, voi quali conoscete?

 

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!