Come congelare la pasta della pizza per averla sempre pronta a portata di forno


Che sia in casa o a cena fuori, un appuntamento che non si può perdere soprattutto il sabato è quello con la pizza. Andare in pizzeria e mangiare una buona pizza è sempre una gioia per tutta la famiglia, ma anche realizzarla in casa dà veramente una grande soddisfazione! Io ho imparato a preparare l’impasto aiutata inizialmente dall’esperienza di Paola, una mia amica romagnola, poi mi sono perfezionata dedicandomi con manualità e pazienza. È così che ho ottenuto la mia pizza fatta in casa e ho poi realizzato la versione per la pizza alta e soffice in teglia.

Di solito la pizza non avanza mai, perché io e Marco ne andiamo veramente molto ghiotti, ma quando succede provvedo sempre a conservarla per un’altra occasione, che sia in frigorifero per un pranzo veloce del giorno dopo oppure congelata per quando avrò ospiti in casa. Tanto riscaldarla è semplicissimo!

A volte, però, preferisco preparare soltanto l’impasto, senza condirlo. Ne faccio in più di proposito, per riporlo nel freezer e averlo pronto direttamente quando mi serve, soprattutto per quando avrò poco tempo. Volete sapere qual è il segreto? Vi svelo come congelare la pasta della pizza.

Come congelare la pasta della pizza: i consigli da seguire

pizza al taglio step 4

Per congelare la pasta della pizza servono un sacchetto gelo per il freezer oppure la pellicola trasparente e la carta da forno. Se l’impasto non è ancora lievitato basta avvolgere il panetto della dimensione scelta nella pellicola e poi nel sacchetto, per metterlo direttamente in freezer.

Se invece è già lievitato un consiglio furbo è quello di stendere la pasta su un foglio di carta da forno, darle già la forma quadrata o tonda, e poi arrotolare il foglio un po’ come si fa con la pasta sfoglia. Quindi metterlo in un contenitore o nel sacchetto e congelarlo.

Sempre pronte per essere infornate

Pizza in teglia alta e soffice

Facendo così, quando poi serve, l’impasto della pizza è sempre pronto per essere infornato. Bisogna però fare attenzione a scongelarlo con cura! Che sia il panetto lievitato o quello non lievitato, bisogna farlo scongelare a temperatura ambiente, per farlo risvegliare. Il metodo migliore è di passarlo dal freezer al frigorifero almeno 12 ore prima, così non subisce shock termico.

Impasta, stendi e condisci come preferisci

In ogni caso, prima della cottura in forno, l’impasto deve lievitare almeno una mezz’ora. Una volta pronto si può stendere la pasta a mano su una teglia, ben unta in caso della pizza al taglio, quindi procedere a condirla come più ci piace. Basta divertirsi a realizzare tante pizze diverse (dalla pizza a cuore alla pizza a topolino, farcite con wurstel, olive, salumi, pomodoro e tanta mozzarella) per avere subito pronta una cena tra amici da ricordare. E se siete a corto di idee potete sempre copiare le mie  10 pizze facili e sfiziose da preparare in casa!

Articolo scritto da Benedetta

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!