Come conservare il basilico: semplici passi da seguire

Come conservare il basilico: semplici passi da seguire

Pubblicità

Il basilico è un vero protagonista della stagione calda! In estate è tra le piante più diffuse nei nostri balconi, terrazze e giardini quando vogliamo coltivare le erbe aromatiche. E lo è anche nei nostri piatti!

Il basilico, infatti, non soltanto riesce a dare colore a tantissime ricette, ma regala anche un profumo veramente irresistibile! Che sia su una classica insalata caprese oppure per preparare il mio pesto di basilico, è un ingrediente veramente irrinunciabile in cucina. E dopo avervi raccontato i miei trucchi per un basilico perfetto, oggi voglio suggerirvi come conservare il basilico, per averlo sempre a disposizione, anche fuori stagione.

Come conservare il basilico

Il basilico si può conservare in molti modi diversi: congelato in freezer, sott’olio oppure sotto sale. In tutti i casi, però, bisogna partire scegliendo con cura le foglie di basilico! Bisogna conservare, infatti, quelle più belle, sode e di colore uniforme (a meno che non siano varietà screziate), scartando le foglie rovinate e secche.

Pubblicità

Una volta lavate le foglie con attenzione in una ciotola con acqua fredda, vanno poi asciugate perfettamente. A questo punto il nostro basilico è pronto per essere conservato!

Come conservare il basilico in freezer

Un modo per conservare il basilico in freezer è quello di frullarlo con un po’ d’olio extravergine d’oliva e, se vogliamo, di sale, fino a creare un composto denso e omogeneo. Quindi, aiutandoci con lo stampino per i cubetti di ghiaccio, creiamo dei cubetti di condimento al basilico! Li riponiamo in congelatore e, una volta pronti, possiamo anche trasferirli in un sacchetto gelo. Così, quando ci servirà, avremo il basilico pronto e porzionato per l’uso!

Come conservare il basilico sotto sale

Il basilico si può conservare per alcuni mesi anche sotto sale, in vasetti ben sterilizzati.

Pubblicità

Per preparare il basilico sotto sale bisogna mettere nei barattoli uno strato di sale fino, uno di foglie di basilico ben asciutte, poi un altro di sale fino e così via, fino a riempire il barattolo. Bisogna cominciare e finire con il sale, per poi chiudere il vasetto e conservarlo in dispensa!

Come essiccare il basilico

Un ultimo modo che voglio suggerirvi per conservare il basilico è essiccarlo. Dopo aver lavato per bene le foglie le disponiamo su una teglia da forno, sempre ben distanziate. E le lasciamo essiccare a una temperatura di 80°C per circa un’ora e mezza. Una volta pronte tritiamo le foglie, anche con le mani, e le mettiamo in un barattolo, da conservare in dispensa o comunque in un luogo fresco e asciutto!

Pubblicità

Pubblicità

Commenti

Ancora nessun commento pubblicato.

Pubblicate il primo commento e ditemi se il mio consiglio vi è stato utile: mi scrivete e mi fate sapere se voi avete provato altro?

Scrivi un commento

Pubblicità

Benedetta Rossi

Come conservare il basilico: semplici passi da seguire

Torna su