Come sterilizzare i vasetti per le conserve

Come sterilizzare i vasetti per le conserve

Pubblicità

Quando vogliamo preparare delle conserve in casa come marmellate, sott’olio, confetture, salse ecc.. dobbiamo svolgere un passaggio veramente molto importante per la conservazione di quest’ultime, ovvero, la sterilizzazione dei vasetti. È un passaggio molto fondamentale per eliminare funghi e batteri in modo che le nostre conserve durino più a lungo possibile. Oggi vediamo quattro metodi diversi per sterilizzare i vasetti e i loro coperchi: bollitura in pentola, sterilizzazione in forno, al microonde e in lavastoviglie. Mi raccomando ogni volta che realizzate delle nuove conserve è molto importante utilizzare sempre dei coperchi e guarnizioni nuove.  Vediamo insieme come sterilizzare i vasetti!

STERILIZZAZIONE IN PENTOLA

La sterilizzazione dei vasetti in pentola è il metodo più classico e più utilizzato. Per prima cosa prendiamo una pentola abbastanza capiente e con i bordi alti, posizioniamo all’interno i nostri vasetti e copriamoli completamente di acqua fredda. Lasciamo bollire i nostri vasetti per circa 20 minuti, trascorsi i primi 10 minuti uniamo anche i coperchi (nuovi). Trascorso il tempo togliamo i vasetti, appoggiamoli capovolti su un canovaccio pulito e lasciamoli raffreddare completamente. Una volta freddi utilizzate subito i vasetti.

 

Questa procedura può essere utilizzata anche per la sterilizzazione dei vasetti pieni, come marmellate, confetture o succhi di frutta. Dopo aver creato il sottovuoto, lasciateli bollire per circa 20-30 minuti immersi completamente in acqua.

Pubblicità

STERILIZZAZIONE IN FORNO

La sterilizzazione in forno è una procedura veramente molto facile e veloce. Per prima cosa laviamo bene i nostri vasetti e prendiamo dei coperchi nuovi. Accendiamo il forno a 120°, è la temperatura giusta per non rompere i vasetti, sistemiamo i vasetti in forno, potete anche appoggiarli su una teglia, senza farli toccare tra di loro. Inforniamoli per circa 5 minuti e poi spengiamo il forno e lasciamoli raffreddare all’interno per circa 20 minuti, unendo anche i coperchi. Una volta freddi utilizzate subito i vasetti.

 

STERILIZZAZIONE IN LAVASTOVIGLIE

La sterilizzazione in lavastoviglie è un metodo veramente molto semplice e veloce. Inserite i vasetti e i coperchi in lavastoviglie e selezionate il programma ad alta temperatura, una volta terminato toglieteli dalla lavastoviglie e lasciateli asciugare su un canovaccio pulito. Una volta freddi utilizzate subito i vasetti.

 

Pubblicità

STERILIZZAZIONE NEL FORNO A MICROONDE

La sterilizzazione nel forno a microonde è anche questo un metodo veloce e pratico, l’unica differenza che non può essere adoperato sui coperchi. Per la sterilizzazione nel forno a microonde riempiamo i vasetti con poca acqua, un po’ meno della metà, accendiamo il microonde e lasciamoli fino a ebollizione. Quando l’acqua bolle, tiriamoli fuori, svuotiamoli dell’acqua e lasciamoli raffreddare su un canovaccio pulito a testa in giù. Una volta freddi utilizzate subito i vasetti.

Spero tanto che questo articolo vi sia utile, mi raccomando se avete domande, lasciatemele scritte nei commenti!

 

 

Pubblicità

Pubblicità

Commenti (4)

Scrivi un commento
  • Maria Dilva

    Grazie carissima

    11 Settembre 2021 Rispondi

  • Ana Maria

    Ciao Benedetta sono di Argentina ( La Plata) e ti seguo sempre sei stupenda.!!!!!!mi piace tutto quello che fai

    1 Settembre 2021 Rispondi

  • Giorgia

    Ciao Benedetta, vorrei provare la sterilizzazione in lavastoviglie ma ho un dubbio? Va messo il detersivo/tabs o si mette solo in funzione il programma ad alta temperatura?
    Grazie mille sei fantastica!

    23 Agosto 2021 Rispondi

  • Felicia

    Ciao Benedetta grazie di cuore per tutte le meravigliose ricette che ci doni. Sto per fare la sterilizzazione dei barattoli in forno, vorrei chiederti…i barattoli vanno inseriti nel forno già caldo? Grazie in anticipo per la risposta, un forte abbraccio ?

    16 Agosto 2019 Rispondi

Pubblicità

Benedetta Rossi

Come sterilizzare i vasetti per le conserve

Torna su