COME CREARE UN PROFUMO

Creare un profumo in casa regala piacevoli sensazioni nonché grande soddisfazione. Non richiede passaggi difficoltosi né strumenti specifici. I profumi, volutamente o involontariamente, parlano di te. Esprimono il tuo stato d’animo, i tuoi gusti in materia, il tuo carattere.

A base oleosa o alcolica, i profumi si presentano sotto svariate fragranze: legnose, agrumate, floreali, cipriate e molte altre. Più o meno costosi, contengono ingredienti che possono seccare la pelle. Per ovviare al problema, puoi sperimentare nuovi profumi fai da te e cimentarti nella preparazione casalinga di fragranze naturali, utilizzando oli essenziali che incontrano particolarmente il tuo gusto.

Creare un profumo naturale

Per creare un profumo naturale ed ecologico segui queste indicazioni. Con un po’ di pratica ed esperienza, potrai realizzare delle varianti personalizzate. Procurati, innanzitutto, una boccetta in vetro scuro preferibilmente con contagocce. In alternativa, puoi riciclare una vecchia bottiglietta di profumo vuota, accuratamente lavata ed asciugata oppure uno spray da borsetta ricaricabile. Scegli la combinazione di oli essenziali che più ti aggrada oppure delle fragranze cosmetiche. Ricorda che in base alla persistenza ed alla volatilità si distinguono, tra gli oli essenziali, note di testa, di cuore e di base. Le prime, fresche e frizzanti, si percepiscono immediatamente ma hanno breve durata. Dopo un’ora o poco più lasciano spazio ad altre fragranze. Appartengono a questa categoria le essenze agrumate. Le note di cuore (in genere quelle floreali) hanno invece una persistenza medio-lunga e sono più avvolgenti. Le note di base o di fondo, tipiche dei legni e delle resine, sono persistenti, le ultime a lasciare la pelle.

Alcuni accorgimenti per creare un profumo

Per realizzare un buon profumo fai da te, dovrai fare attenzione e considerare queste caratteristiche. Per ottenere un prodotto valido, l’ideale sarebbe combinare le 3 note. Tuttavia, per la loro diversità, non sempre ti garantiranno fragranze monotematiche e soprattutto gradevoli all’olfatto. La proporzione corretta (da non seguire per forza alla lettera) prevede 3 gocce di note di testa, 2 di cuore ed 1 di fondo o di base. Per intenderci, per ogni 100 g di prodotto dovrai utilizzare circa 30 gocce complessive. Con gli oli essenziali puoi creare un profumo completamente naturale, a base oleosa oppure alcolica, secondo il tuo gusto personale. Nel primo caso, riempi la boccettina con 9,5 g di olio inodore, neutro, non comedogeno e non termolabile. Evita l’olio vegetale perché potrebbe alterare la naturale profumazione del prodotto. Aggiungi poi 15-20 gocce del tuo olio essenziale preferito e mescola accuratamente. Lascia poi riposare per almeno una settimana in un ambiente lontano da fonti di calore e luce. Agita bene la boccetta una volta al giorno. Trascorso il tempo indicato, effettua la prova olfattiva. Ti svelo una chicca: per non fare irrancidire l’olio anzitempo, aggiungi 2 o 3 gocce di tocoferolo.

Creare un profumo a base alcolica

Per creare un profumo a base alcolica, invece, versa nella boccetta 9,5 g di alcool alimentare associato a 15-20 gocce del tuo olio essenziale preferito. Anche in questo caso, fai riposare il profumo fai da te per una settimana circa, avendo l’accortezza di conservare la boccetta in un luogo fresco ed al buio. Alcune ricette propongono la vodka stemperata con l’acqua. Questa soluzione rischia di rovinare le note del prodotto ed inoltre, gli oli potrebbero non amalgamarsi adeguatamente. Nonostante, il profumo risulti perfettamente naturale, un sovradosaggio potrebbe comportare delle allergie. Pertanto, attieniti sempre alle indicazioni. Se desideri un profumo particolare ed avvolgente, ma non sai come associare adeguatamente le fragranze, ti suggerisco alcune combinazioni efficaci:
– 4 gocce di geranio, 4 di ylang ylang e 12 di olio essenziale di mandarino;
– 3 gocce di limone e 12 di olio essenziale di lavanda;
– 10 gocce di olio essenziale di arancia rossa e 5 di abete bianco.

Puoi spaziare come meglio credi. Solo con l’esperienza saprai combinare perfettamente le essenze tra loro. In alternativa agli oli essenziali puoi utilizzare gli aromi o le fragranze cosmetiche. In questo caso, fai molta attenzione alle indicazioni riportate nella scheda prodotto. Non superare mai le dosi massime consigliate per non incorrere in irritazioni gravi. Assicurati che siano solubili in alcool o in olio. Se hai particolari allergie ai profumi, allora versa 8-10 gocce di olio essenziale in 9,6 g di olio di jojoba. Sono certa che sarai bravissima a farlo. Buon lavoro!

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su COME CREARE UN PROFUMO

  • Berciga ivana - 16 ottobre 2017 9:06

    Sei una fonte inesauribile di idee