Come organizzare una colazione a letto

Come organizzare una colazione a letto

Pubblicità

Ogni tanto è piacevole fare colazione a letto. A volte sono io a portare il caffè a Marco, appena alzata, altre volte è lui a farmi una sorpresa e a portarmi un vassoio colmo di ogni prelibatezza. Come quando siamo andati in settimana bianca in Val Pusteria, ve lo ricordate?

Preparare la colazione a letto per una persona a cui si vuole bene è una piccola attenzione che fa bene al cuore. Ma anche un gesto d’amore per noi stessi, per goderci il primo pasto con serenità e concentrarci per la giornata che verrà. Certo, ci vogliono delle accortezze. Vediamo quali sono!

Il vassoio perfetto

Per la colazione a letto partiamo dal vassoio. Tra i migliori ci sono quelli in legno o in bambù, con i bordi sollevati e i manici laterali. Sono più belli esteticamente e tengono fermi gli oggetti che vi avremo appoggiato sopra ed evitano più facilmente che le cose cadano.

Meglio ancora, poi, se hanno anche le gambe pieghevoli, così si possono alzare e ci si può consumare bevande e cibi direttamente come fossero un tavolino. Un buon vassoio, infine, deve avere anche la giusta capienza.

Cosa preparare per la colazione a letto

Pancake senza uova

La colazione a letto non prevede ricette particolari, se non quelle preferite di chi viene accolto con questa tenera premura.

Per chi ama la colazione salata, vi lascio 10 ricette salate per colazione da cui trarre spunto. Ma si possono preparare anche dei gustosi pancake allo yogurt, anche in versione “elti” con farina d’avena come quelli di Marco oppure dei toast salati.

Pubblicità

Per gli amanti del dolce, invece, ci sono tante altre proposte dolci e perfino dei dolci da colazione pensati solo per 2 persone!

Caffè, cappuccino, succo di frutta: cosa bere?

A seconda dei gusti della persona che riceverà la colazione, possiamo preparare le bevande da sorseggiare. Un classico caffè, con o senza latte, un cappuccino o un tè possono essere accompagnati anche da un gustoso succo di frutta oppure da una bella spremuta.

Mi raccomando: non riempite le tazze e i bicchieri fino all’orlo, altrimenti rischieranno di rovesciarsi nel tragitto! Aggiungiamo un bel bicchiere d’acqua fresca.

Importante, soprattutto se si tratta di una sorpresa, è di avere già gli ingredienti pronti il giorno prima e tenere tutto a portata di mano, per fare meno rumore possibile al risveglio del giorno seguente.

Scegliamo bene le tazze e i piattini

Un consiglio furbo che voglio darvi è quello di valutare bene gli ingombri sul vassoio, facendo proprio delle prove. Visto che lo spazio è ristretto, non possiamo utilizzare tazze e piattini di grandi dimensioni.

Scegliamo piuttosto qualche stoviglia da un set di medie dimensioni, insieme a dei piatti che si incastrino e abbinino bene insieme.

Pubblicità

Sul vassoio, a prescindere da ciò che serviremo, ci dovranno essere una tazza o una tazzina (o entrambe), un piattino per l’accompagnamento dolce o salato, lo spazio per il tovagliolo e le posate e per uno o due bicchieri, di spremuta o d’acqua. Più un piccolo pensierino, magari, che vi svelerò tra poco!

Facciamo attenzione ai piccoli dettagli

Per rendere il nostro vassoio ancora più romantico possiamo aggiungere anche delle piccole decorazioni! Per esempio, se ci entra, un piccolo vasetto con qualche fiore appena colto. Oppure un bigliettino con una frase simbolica.

E anche quando la colazione a letto è per noi stessi, possiamo accompagnare questo momento del risveglio con la nostra canzone preferita, oppure portarci in camera anche il giornale, se normalmente lo leggiamo al mattino. Insomma, per tutti vale la stessa regola: viziarci e regalarci una coccola!

Puntiamo la sveglia

Una cosa che avrei dovuto dirvi già all’inizio è questa. Visto che, normalmente, portare la colazione in camera è una sorpresa, bisogna svegliarsi decisamente in tempo! Almeno mezz’ora prima, per poter cucinare e predisporre tutto, con cura e tranquillità.

Il mio consiglio è quello di preparare il giorno prima ciò che si può, poi impostare la sveglia al volume minimo, per evitare di svegliare la persona amata.

Pubblicità

Pubblicità

Commenti

Ancora nessun commento pubblicato.

Pubblicate il primo commento e ditemi se il mio consiglio vi è stato utile: mi scrivete e mi fate sapere se voi avete provato altro?

Scrivi un commento

Pubblicità

Benedetta Rossi

Come organizzare una colazione a letto

Torna su