COME ORGANIZZARE L’ARMADIO DEI BAMBINI

L’abbigliamento dei tuoi bambini è soggetto a continui cambiamenti. Non solo la stagionalità ma anche la crescita dei tuoi figli ne richiedono, infatti, una riorganizzazione costante. Così, l’ordine, spesso, sembra un sogno irraggiungibile. Ma non disperare: esistono alcune linee guida che puoi seguire per avere una cameretta ben sistemata e pratica.  Come organizzare l’armadio dei bambini in modo che sia funzionale e ordinato allo stesso tempo?

Tra maglie, felpe, pantaloni, tute, giubbini, biancheria e giochi vari l’armadio può diventare un mondo a parte. E aprirlo può essere ogni volta un trauma! Ma se avrai la pazienza di seguire questi pochi consigli vedrai che gestire l’armadio dei bambini diventerà semplice. In tutte le operazioni di seguito prova a coinvolgere anche i tuoi figli: non è mai troppo presto!

 

Un armadio a misura di bambino

Quando devi organizzare l’armadio dei bambini per prima cosa pensa in piccolo, come se fossi anche tu un bimbo. Apri le ante degli armadi, quindi, e immedesimati nei tuoi figli. Solo così, infatti, riuscirai a disporre ogni capo in modo agevole garantendo ai tuoi piccoli di raggiungerli in autonomia. Fin dagli anni dell’asilo i bambini sono capaci di indicare delle preferenze sugli abiti da indossare per la giornata. Agevola, quindi, tale inclinazione, intervenendo ovviamente quando necessario.

Chiediti, poi, quali sono gli indumenti che i tuoi bambini indossano più spesso. Un utile criterio per disporre i capi nell’armadio è, infatti, quello della frequenza d’uso. Lascia ad altezza di bimbo ciò che viene utilizzato quotidianamente (tutine, maglie, felpe e jeans) e sposta i capi eleganti. Così, faciliterai i tuoi figli che saranno portati a prendere ciò che è loro portata di mano.

Il cambio di stagione: separa e seleziona

Come per ogni adulto anche il cambio dell’armadio stagionale dei bimbi può diventare un inferno! Per semplificare l’operazione, innanzitutto, separa i capi invernali da quelli estivi togliendo dall’armadio ciò che è fuori stagione. Per esempio, puoi riporre gli indumenti da non utilizzare in una cassapanca o utilizzare delle ampie scatole colorate.

In secondo luogo, seleziona ciò che non va bene. Una maglia è ancora troppo grande per tuo figlio? Ritirala in un cassetto a parte o ponila su un ripiano più alto; sarà pronta per l’anno successivo. Un paio di pantaloncini è diventato ormai piccolo e tuo figlio non ci entra più? Mettilo in una pila con i capi che non vanno bene e mettili da parte per il fratellino oppure donali.

 

Organizza i capi per tipologia

Ora che sai che cosa mettere negli armadi, vediamo di capire come disporre ogni cosa. Dividi per tipologia ogni indumento separando maglie, pantaloni, felpe, giacche e cappotti. Per organizzare l’armadio dei bambini disponi i jeans e i pantaloni sui ripiani bassi; quindi, poco sopra, maglioni e t-shirt. Negli spazi più alti, invece, appendi i cappotti e le giacche, ricorrendo a grucce colorate e divertenti.

Per quanto riguarda la biancheria, mettila in un cassetto a parte dopo averla ben piegata. Puoi ricorrere. Separa anche gli accessori (cinture, guanti, sciarpe, calze) utilizzando un contenitore o dei comodi divisori che li manterrà in ordine.  Cerca, inoltre, di destinare ogni spazio a una tipologia di indumento così i bambini si abitueranno a una routine fissa. Al di fuori, poi, puoi apporre delle etichette che rendano riconoscibile immediatamente il contenuto.

Scatole e sacchetti sottovuoto per guadagnare spazio

Oltre agli spazi interni e ai cassetti, puoi organizzare l’armadio dei bambini aggiungendo scatole colorate. In commercio ne trovi di ogni genere e materiale, da abbinare tra loro come fossero giochi. Con o senza rotelle, dalle fantasie sgargianti o a tinta unita, questi contenitori possono diventare anche divertenti complementi d’arredo. Per guadagnare spazio, puoi anche infilare le scatole sotto il letto  o attrezzare quest’ultimo con vani a rotelle.

In alternativa, se la cameretta è piccola, puoi appendere alle pareti delle comode tasche porta-oggetti per riempire le pareti. O ancora, procurati dei sacchetti sottovuoto per riporre gli indumenti fuori stagione. In questo modo, saranno riparati dalla polvere e pronti all’uso per l’anno successivo senza ingombrare inutilmente l’armadio. Tutto chiaro? Seguendo questi consigli potrai organizzare l’armadio dei bambini nella maniera più funzionale e non temerai più il cambio di stagione.

Buon lavoro!

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!