COME REALIZZARE UN TAPPETO MAGICO PER I BAMBINI

Non c’è solo lo specchio magico (quello “delle mie brame”, per intenderci) nelle favole. Tra gli oggetti che più hanno fatto sognare anche noi da bambini c’è, infatti, il tappeto. Oggetto immancabile nelle storie di Aladino, il tappeto magico fa letteralmente volare con la fantasia. Oltre che comparire nelle fiabe da Mille e una notte e nei cartoni animanti, questo curioso oggetto è entrato nell’immaginario collettivo.

Il suo fascino è legato, ovviamente, alla possibilità di volare e di farci vedere dall’alto ogni cosa, spostandosi nell’aria. Perché, allora, limitare quella suggestione solo alle pagine dei libri e non pensare di prolungarne la magia anche nella realtà? In fondo, volare con la fantasia si può fare anche stando comodamente seduti a casa. Insieme ai nostri bambini possiamo creare l’atmosfera giusta per un pomeriggio o una serata un po’ magici. Vediamo come realizzare un tappeto magico.

 

Poca spesa, molta fantasia con i fogli di carta

In commercio esistono molti giochi denominati tappeto magico e possiamo prendere spunto da questi per costruire il nostro tappeto fai da te. Innanzitutto, dobbiamo considerare l’età dei nostri bimbi: per esempio, se vogliamo realizzare un tappeto da colorare, optiamo per figure semplici. Utilizziamo dei fogli di carta colorata di grande dimensioni oppure dei giornali vecchi. Nel primo caso sarà più semplice realizzare delle decorazioni precise, nel secondo possiamo semplicemente “pasticciare” un po’ il tappeto.

Stendiamo i fogli su tutta la superficie che vogliamo coprire e attacchiamoli insieme con del nastro adesivo o della colla. A questo punto, se i nostri bambini sono già abbastanza grandi, coinvolgiamoli nell’inventare figure o paesaggi per la decorazione. Magari, proprio la superficie di quei fogli può ospitare una storia che poi diventerà un racconto intero quando sarà completata. Possiamo usare pastelli, pennarelli e tempere per riempire le forme segnate a matita. In questo modo anche il processo di preparazione sarà occasione di divertimento.

In alternativa, il tappeto magico può diventare la base per raccontare fiabe e sognare di volare insieme. Terminata la fase preparatoria, invitiamo i bambini a sedersi sopra il tappeto e a scegliere un libro da leggere. O ancora, scegliamo quale cartone vedere insieme alla tv e disponiamoci sul tappeto per guardarlo insieme come al cinema!

Il feltro in alternativa alla carta

Per realizzare un tappeto magico più resistente – quello di carta, infatti, è sostanzialmente usa e getta – c’è il feltro. Procuriamoci un pezzo di feltro sufficientemente grande oppure dei pezzi di colori diversi, con cui formare un unico tappeto. In questo secondo caso, possiamo scegliere tagli diversi in modo da creare un effetto patchwork. Procediamo, quindi, incollando con la colla a caldo oppure cucendo le singole parti alternando forme e tinte. Terminato l’assemblamento, inizia il gioco anche coi più piccoli.

Come i fogli di carta, anche il feltro può diventare la base per disegni di ogni tipo. Segna a matita tutte le figure e poi colorale con i pennarelli. Per fare in modo che la decorazione sia ben visibile, consigliamo di scegliere tessuti dalle tinte chiare. Il tappeto può, così, essere decorato insieme secondo il gusto di ciascuno oppure seguire uno schema di fondo per maggiore omogeneità.

Anche in questo caso lascia libero sfogo alla fantasia dei bambini: l’immaginazione potrebbe dare vita a risultati sorprendenti! Una volta pronto il nostro tappeto magico, il feltro sarà perfetto per accoglierci e soprattutto resisterà bene anche ai salti. Che sia per la lettura di una fiaba insieme o una merenda “al volo”, il tappeto magico sarà sempre pronto.

 

 

Potrebbero interessarti:

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!