Stagione
Tutte le stagioni
Ingredienti
7
Facilità
facile
Pronto in
43 minuti

Pubblicità

I biscotti vegan senza nichel sono adatti a ogni momento della giornata. Per la prima colazione, inzuppati nel tè o nel latte, per merenda da soli o abbinati a una spremuta o a un succo di frutta. Oppure a fine pasto per lasciarci con un buon sapore di dolce in bocca.

Preparare i biscotti senza nichel è semplice e divertente tanto che potrai coinvolgere i tuoi bambini, anche molto piccoli, nella realizzazione di questi dolcetti. Sarà un momento creativo e spassoso da condividere insieme. Le dosi degli ingredienti indicate in questa ricetta ti permetteranno di ottenere circa 15/16 biscotti, a seconda della dimensione dello stampino che userai. Se ne vuoi preparare di più, magari per la colazione della famiglia per tutta la settimana, aumenta le dosi in proporzione e usa più teglie per la cottura. Questi biscotti gustosi e friabili piaceranno a tutta la famiglia già nella loro versione base. Potrete anche decidere di personalizzarli cospargendoli di zucchero a velo, oppure decorandoli con glassa di zucchero, anche colorata. Se non siete intollerante al nichel potrete anche decorarli con cioccolato fuso o cospargerli con frutta secca tritata o semi di papavero prima della cottura. Oppure, per ottenere un dolcetto davvero goloso, potete abbinarli a due a due, mettendo in mezzo una strato della tua marmellata preferita. Come al solito largo alla fantasia, che è la regina della cucina, e che vi permette di sperimentare e creare piatti sempre nuovi per spezzare la routine e accontentare i gusti di grandi e piccini.
Vediamo dunque il procedimento nel dettaglio, step by step.

Preparazione
30 minuti
Cottura
13 minuti
Tempo totale
43 minuti *

*+30 minuti di riposo

La nostra cucina

Un libro intimo a cui ho lavorato tanto fatto di ricette e con le vostre storie

Ingredienti

Dosi per biscotti 16 biscotti
  • 170 g farina 00
  • 30 g fecola di patate
  • 70 g zucchero di canna
  • 80 ml latte di riso
  • 2.5 g bicarbonato
  • 1 limoni non trattato, scorza
  • sale fino un pizzico

Dosi calcolate sulla ricetta originale (per 16 biscotti)

Pubblicità

In una ciotola capiente versate la farina, la fecola di patate, lo zucchero di canna, il pizzico di sale e il mezzo cucchiaino di bicarbonato. Attenzione al tipo di zucchero di canna: se siete intollerante al nichel non sceglietelo né grezzo né integrale. Nel dubbio potete sostituirlo con normale zucchero semolato. Mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti, aiutandovi con un cucchiaio.

Aggiungete la scorza di limone, grattugiandola direttamente sopra gli altri ingredienti e mescolate nuovamente. Se non vi piace il limone potete scegliere un aroma diverso, per esempio l’arancia, oppure anche nessun aroma.

Versate nella ciotola il latte di riso e l’olio di riso e mescolate tutti gli ingredienti con le mani. Se necessario, trasferite il contenuto della ciotola sulla spianatoia e impastate mettendo sotto un po’ di farina per evitare che il composto si attacchi e crea un panetto rotondo, liscio e omogeneo.

Avvolgete il panetto nella pellicola trasparente e mettetelo a riposare in frigo per 30 minuti.

Pubblicità

Trascorso il tempo di riposo, prendete il panetto dal frigo, toglietelo dalla pellicola trasparente e appoggiatelo tra due fogli di carta forno. Mettete un po’ di farina sopra e sotto, per evitare che si attacchi.

Stendete la pasta delicatamente, aiutandovi con il mattarello, finché non raggiunge lo spessore di circa 0,5 cm. Oppure regolate lo spessore in base al vostro gusto se preferite un biscotto più spesso. Tenete comunque presente che in cottura il biscotto crescerà un pochino.

Tagliate i biscotti con un tagliabiscotti con la forma che preferite (fiore, stella, orsetto, ecc.), oppure utilizzate semplicemente un bicchiere leggermente infarinato, come facevano le nostre nonne.

Disponete i biscotti sulla placca da forno foderata con un foglio di silicone oppure con carta forno e cuocili in forno statico a 170° C per 13/14 minuti.

A cottura ultimata lasciateli raffreddare bene, prima di trasferirli nella biscottiera o altro contenitore ermetico, dove potrete conservarli per tutta la settimana, mantenendone inalterate le loro caratteristiche.

Pubblicità

Pubblicità

Valuta la ricetta

4.67

3 voti

Esprimi il tuo voto

Commenti (1)

Scrivi un commento
  • Roberta

    La foto di Roberta

    Molto buoni e soprattutto salutari! Ho seguito il consiglio di farcirne qualcuno con confettura di pere. Poi ho usato latte di soia e olio di girasole perché li uso sempre. Grazie davvero!

    24 Novembre 2020 Rispondi

Nessun file selezionato Seleziona foto

Pubblicità

Ilaria di Polvere di Riso

Biscotti vegan senza nichel

Nessun file caricato Carica la foto

Pubblicità

Ilaria di Polvere di Riso

Biscotti vegan senza nichel

Torna su