CIAMBELLA ALL’ACQUA VEGAN SENZA NICHEL

 

 

Il ciambellone all’acqua è una delle ricette vegane più gustose ed è ideale anche per chi è allergico al nichel. Preparare questo dolce sarà molto facile e veloce. Poichè non ci vorranno ingredienti troppo particolari, se non quelli che chiunque può trovare nella propria dispensa.

  • Tempo Preparazione Tempo di preparazione: 15 min
  • Tempo Cottura Tempo di cottura: 35 min
  • Pronto in Pronto in: 50 min
CIAMBELLA ALL’ACQUA VEGAN SENZA NICHEL Tempo Preparazione
CIAMBELLA ALL’ACQUA VEGAN SENZA NICHEL

INGREDIENTI

  • 400 ml acqua
  • 80 ml olio
  • 450 grammi farina 00
  • 230 grammi zucchero
  • 5 grammi cremor tartaro
  • 5 grammi bicarbonato
  • 1 pizzico sale
  • scorze di agrumi a piacere

DOSI PER PERSONE

-
+

PROCEDIMENTO

  1. PROCEDIMENTO IN STEP Come potrai vedere, preparare il ciambellone all'acqua sarà molto facile e, proprio per questo, è particolarmente indicato per i mesi estivi. La sua sofficità e leggerezza non appesantisce, anzi il tocco agrumato conferisce al dolce una piacevole freschezza. Vediamo insieme come prepararlo: per prima cosa, prendi una ciotola di grandi dimensioni e versaci i 400 ml di acqua, meglio se a temperatura ambiente. Aggiungici, poi, l'olio: a tal proposito potrai usare quello che più preferisci, ma, se la devi preparare per qualcuno che è allergico al nichel, prediligi quello di riso o quello extra-vergine di oliva.
  2. Nella stessa ciotola, dovrai mettere anche un pizzico di sale e la scorza di un agrume a tua scelta. In questo caso, potrai decidere liberamente quale utilizzare tra l'arancia, il mandarino e il limone, in quanto hanno tutti un'ottima resa gustativa. Se, invece, non ti piace la nota agrumata, puoi tranquillamente optare per una bacca di vaniglia. Dopo aver inserito tutti i liquidi, aggiungi 230 grammi di zucchero e amalgama il tutto, aiutandoti con una forchetta. In seguito, versa la farina tipo "00" in un colpo solo e aggiungi i 5 grammi di cremor tartaro e i 5 grammi di bicarbonato. In alternativa, potrai inserire, come agente lievitante, mezza bustina del classico lievito per dolci, facendo però attenzione che non ci siano coloranti e conservanti.
  3. Adesso prendi la frusta elettrica o, in alternativa, la planetaria e mescola l'intero composto badando bene a non creare i grumi. Dopo qualche minuto, ti accorgerai di come la consistenza sarà diventata vellutata e morbida e ciò ti farà capire che è pronta per essere versata all'interno di una tortiera. Per le dosi indicate, occorrerà uno stampo per ciambella dal diametro di circa 25 centimetri. Prima di travasare la pastella, olia la teglia ed infarinala accuratamente, così da permettere alla ciambella di staccarsi con molta facilità, una volta terminata la cottura.
  4. Aiutandoti con un leccapentole, nonché una spatola in silicone, versa il composto all'interno dello stampo, facendo sì che questo si distribuisca in maniera uniforme: per fare ciò, sposta la ciotola lungo tutto il perimetro della teglia. Questa fase è molto importante per la buona riuscita del ciambellone all'acqua, perché, nel caso in cui presentasse delle altezze differenti, la sua cottura non sarebbe omogenea e alcune parti potrebbero restare crude. Fatto ciò, potrai infornarlo in un forno statico preriscaldato a 180° per un periodo di tempo che oscilla tra i 35 e i 40 minuti. Il tempo preciso dipende dalla tipologia e dalla potenza del forno, quindi bisognerà verificare di volta in volta l'avanzamento della cottura.
  5. Per vedere se è cotta, faremo la classica prova dello stecchino: si prende uno stuzzicadenti e lo si infila in più punti. Nel caso in cui lo stecchino rimanga asciutto, allora vorrà dire che la ciambella è pronta e dovrà essere sfornata; in caso contrario, si dovrà attendere ancora qualche minuto e ripetere la prova fino a che l'umidità non sarà andata via del tutto. Mi raccomando, però, a non aprire il forno nei primi minuti di cottura, in quanto l'entrata dell'aria fredda potrebbe bloccare la lievitazione del dolce. Una volta completata la cottura, sforna il ciambellone e lascialo raffreddare all'interno dello stampo. Quando non sarà più bollente, potrai uscirlo e servirlo all'interno di un piatto: non dimenticare di fare una bella ed abbondante spolverata di zucchero a velo, così da rendere la torta più invitante e gustosa.

Articolo scritto da Polvere di Riso

Lascia un commento

Hai provato la ricetta? Fai sapere a Benedetta come ti è venuta! Hai dubbi? Chiedi e lei ti risponderà!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su CIAMBELLA ALL’ACQUA VEGAN SENZA NICHEL

  • Roberta Genovese - 29 Dicembre 2018 18:40

    Gentile Benedetta la mia domanda è:
    Dovendo utilizzare l’olio evo che quantitativo mi consigli ? Grazie

  • Giovanna Calisi
    Giovanna Calisi - 7 Gennaio 2018 1:54

    carissima Benedetta, fra le mie tante ricette cercavo qualcosa di veloce,semplice e soprattutto adatto per intolleranti al lattosio e allergici al nichel come me, ho sempre stabilito la tua sensiilità e completezza che non ho trovato in nessun blog, neanche nei più famosi, sei davvero speciale, ti ringrazio di cuore. Domattina farò questa ricetta per un pranzo tra amici, mi semra ottima anche per la sua leggerezza, userò la bacca di vaniglia.Un caro saluto E grazie anche per le ricette di Natale, io ho fatto quelle di pesce, Salmone…Polpo…e Vegetariane successo Bacio