I COLTELLI INDISPENSABILI IN CUCINA

Il coltello è fra gli strumenti più comuni in cucina ma non sempre sappiamo utilizzarlo nel modo giusto. Esistono, infatti, coltelli da cucina differenti per materiale, lama e forma a seconda del tipo di alimento a cui sono destinati. Quante volte usiamo lo stesso coltello per tagliare la carne e il pane, oppure per sfilettare il pesce e sminuzzare le verdure? Ecco, questo più che un errore è un modo per complicarci la vita!

Eh sì, perché scegliere la lama giusta per ogni alimento non solo ci permette un taglio migliore ma ci facilità l’operazione. Non significa che dobbiamo avere un set con decine di coltelli: ne bastano alcuni, indispensabili, e il gioco è fatto. Per questi possiamo anche investire qualche euro in più in modo da garantirci la loro efficienza e durata in cucina.

Oltre alla pulizia costante, l’unico accorgimento per mantenere perfetti i nostri coltelli è l’affilatura. Questo intervento, infatti, conserva la lama nelle condizioni migliori. Sai come verificare che un coltello sia affilato al punto giusto? Prova ad affettare un pomodoro: se la lama entra dritta senza spappolarlo allora il tuo coltello è perfetto. Vediamo di seguito quali sono i coltelli indispensabili in cucina.

 

Lame e manici: i materiali

Abbiamo accennato ai materiali con cui sono realizzati i coltelli. In particolare, la lama può essere in:

  • Acciaio inox: non si arrugginisce e resiste agli acidi;
  • Acciaio al carbonio: lega di ferro e carbonio, risulta più esposta alla ruggine;
  • Ceramica: leggera e affilata, non è esposta alla corrosione ma è più fragile rispetto agli altri materiali;
  • Titanio: materiale pregiato in cucina, è resistente, igienico e maneggevole.

Per quanto riguarda, invece, il manico di un coltello, esso generalmente viene realizzato in:

  • Acciaio inox: il più resistente e igienico, può però risultare pesante e scivolare facilmente quando bagnato;
  • Plastica: è leggera, facile da pulire e maneggevole, ma tende a usurarsi nel tempo diventando fragile;
  • Legno: comodo nell’impugnatura, è però impegnativo da curare e si lava solo a mano. Inoltre, la porosità lo rende il legno attaccabile dai microrganismi.

 

Coltelli da cuoco, per disossare e sfilettare

Conosciamo meglio i coltelli che non devono mancare in cucina. Innanzitutto, il coltello da cuoco (o trinciante): è quello più usato, con lama triangolare fino a 30 cm ed estremità incurvata. Ha una struttura piuttosto massiccia che resiste anche a colpi bruschi, per esempio quelli su tagliere. Serve per tritare, tagliare, affettare e sminuzzare alimenti sia crudi sia cotti.

C’è poi il coltello per disossare, con lama rigida fino a 15 cm, affilata e con punta ricurva. Generalmente, si usa per disossare la carne per eliminare i tessuti e per questo è chiamato anche coltello da macello. Se, invece, dobbiamo pulire il pesce crudo o tagliare frutta e verdura, ci serve il coltello per sfilettare. Leggero e flessibile, ha una lama sottile lunga fino a 20 cm.

Coltelli da pane, per verdure e da arrosto

Il coltello da pane ha lama seghettata lunga tra i 20 e 30 cm. Serve per lo più a tagliare alimenti con crosta o con buccia senza schiacciarli né spappolarli. Sono coltelli indispensabili in cucina che devono essere usati con cautela perché potrebbero danneggiare i cibi se utilizzati in modo improprio. Esistono, poi, coltelli specifici da verdura, con lama piatta, leggera e punta quadrata. Questi utensili possono raggiungere i 22 cm di lunghezza e servono per tagliare gli ortaggi senza rovinarli.

Concludiamo questa carrellata sui coltelli indispensabili in cucina con due ultime tipologie. Il coltello da arrosto – usato insieme al forchettone – ha lama lunga, liscia e arrotondata in punta.  Si usa per affettare le carni cotte ma anche i salumi. Infine, in cucina non dovrebbe mancare lo spelucchino, coltello con lama curva o diritta fra 6 e 11 cm. Serve a sbucciare, pelare e tagliare con precisione formaggio, carne, frutta e verdura. Ora conosci tutti gli strumenti necessari: buon lavoro in cucina!

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!