COME USARE IL MIELE IN CUCINA

Oggi vi spiegherò come usare il miele in cucina in mille modi diversi. Tutti conosciamo il miele e il suo buon sapore ma spesso non lo valorizziamo come si dovrebbe. L’utilizzo più comune è per dolcificare una tazza di latte o di tè oppure come rimedio contro il raffreddore o il mal di gola. Oltre questi semplici utilizzi, il vasetto di miele rimane quasi sempre dimenticato nella nostra dispensa per tanto tempo. In questo articolo parleremo di questo prezioso ingrediente, quali sono le più comuni tipologie e infine come utilizzarlo in cucina per mille ricette diverse, sia dolci che salate.

TIPOLOGIE DI MIELE

Il miele è prodotto dalle api che trasformano il polline dei fiori in questo prezioso prodotto. In base ai fiori, il miele assume diversi sapori e colori. Vediamo insieme le tipologie più comuni.

  • Miele d’acacia. Il miele d’acacia è quasi trasparente, ha un sapore molto neutro, dolce e delicato. Queste sue caratteristiche lo rendono adatto a qualsiasi tipo di ricetta, sia dolce che salata.
  • Miele d’arancio. Come è facile da intuire, il miele d’arancio è caratterizzato da un gusto agrumato e da un colore molto chiaro. E’ ideale per aromatizzare una torta, oppure per creare una marinatura per carne o pesce.
  • Miele millefiori. Il nome dice tutto: per fare questo miele le api prendono il nettare da tanti fiori diversi. Il colore è molto variabile proprio perché le tipologie di fiori non sono sempre le stesse. Il miele millefiori si presta a qualsiasi tipo di ricetta.
  • Miele di castagno. Questo miele è caratterizzato da un  colore scuro e dal sapore intenso che vira sull’amarognolo. Il miele di castagno è ottimo gustato in semplicità, magari spalmato su una fetta di pane tostato o per accompagnare un formaggio morbido.

QUANTO TEMPO SI CONSERVA IL MIELE?

Il miele non ha scadenza e si conserva praticamente all’infinito. L’altro giorno ho letto un articolo al riguardo: dei ricercatori hanno trovato in una tomba egizia dei vasetti di miele sigillati…con grande stupore si sono resi conto che questo miele si era conservato alla perfezione e in teoria si poteva ancora mangiare! E’ una magia? Assolutamente no, è solo questione di chimica! Il miele è estremamente zuccherino, è quasi del tutto privo d’acqua e in più è caratterizzato da una forte acidità; queste tre caratteristiche lo rendono immune da muffe e batteri, quindi se chiuso ermeticamente e lontano da fonti di luce si conserva praticamente all’infinito. Se il miele che conserviamo in dispensa dovesse cristallizzarsi è solo a causa delle basse temperature; basterà mettere il vasetto a bagno maria o qualche secondo nel microonde e il miele tornerà fluido come quando lo abbiamo acquistato.

IL MIELE NEI DOLCI

 

Il miele  può sostituire lo zucchero nei dolci; il risultato saranno delle torte soffici e umide e, in base al miele scelto, anche delicatamente aromatizzate. Ma come regolarsi? Basta sostituire il peso dello zucchero con l’equivalente in miele, diminuire  del 20% la quantità degli altri ingredienti liquidi presenti nella ricetta… e il gioco è fatto! Una cucchiaiata di miele può impreziosire una semplice crema pasticcera, oppure si può aggiungere un po’ di miele nelle nostre glasse per renderle lucide e morbide. Inoltre il miele è l’ingrediente principale di tante tipologie di caramelle e per fare il classico torrone…insomma sie te sicuri di volere lasciare il barattolo di miele ancora in dispensa?

IL MIELE NELLE RICETTE SALATE

I giovani chef cercano sempre nuovi ingredienti per impreziosire le ricette e il miele sta diventando sempre più gettonato nelle ricette salate. Inizialmente ero molto diffidente e giudicavo questa nuova “moda” come una trovata stravagante per stupire le persone, ma provando mi sono dovuta ricredere. Il miele è l’ingrediente perfetto per intingoli, marinature e salse sopratutto per la carne e per il pesce. Le marinature con il miele hanno un risultato finale delicatamente agrodolce davvero delizioso. Ad esempio provate a marinare le costolette di maiale con miele, salsa di soia, zenzero e aglio grattugiato poi cuocetele sul barbecue o in forno…sentirete che bontà! Sulle vostre costolette si sarà formata una glassa davvero irresistibile! Questa è solo una delle mille ricette salate dove il miele è l’assoluto protagonista. Qui nel sito troverete anche il pollo al miele, provatelo e sentirete che sapore! Non abbiate paura a sperimentare nuovi accostamenti di sapori utilizzando il miele, usarlo solo per accompagnare il formaggio sarebbe davvero riduttivo. Scrivetemi nei commenti se conoscete altre ricette dove il miele è protagonista, da quando ho scoperto questo ingrediente ne sono completamente innamorata!

 

 

Articolo scritto da Benedetta

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su COME USARE IL MIELE IN CUCINA

  • Claudia - 12 Novembre 2019 11:59

    Ciao io ho fatto il pollo al miele spettacolare c’è un miele particolare da usare o va bene il millefiori? Si può mettere zenzero e curcuma se non piace il peperoncino e se si in che quantità ? Grazie

    • Benedetta Rossi
      Benedetta - 12 Novembre 2019 17:32

      Ciao Claudia va benissimo il millefiori 🙂 per quanto riguarda le spezie regolati secondo i tuoi gusti 🙂