Tavola di Pasqua: decorare e apparecchiare con creatività

Tavola di Pasqua: decorare e apparecchiare con creatività

Pubblicità

Anche a Pasqua mi piace molto apparecchiare con cura, per ospitare parenti e amici. E mi diverto veramente tanto a creare decorazioni fatte in casa! Per esempio mi diverto a colorare le uova sode, a confezionare ogni anno un centrotavola sempre diverso, magari con qualche fiore di stagione. Oppure anche dei segnaposto personalizzati!

La tavola della Pasqua mi mette sempre di buonumore. Perché fresca e colorata com’è fa pensare subito alla primavera e alle belle cose che verranno. Oggi, allora, voglio insegnarvi come decorare e apparecchiare con creatività la tavola di Pasqua.

Tavola di Pasqua: decorazioni fai da te

Per decorare e apparecchiare in modo originale la tavola di Pasqua non c’è bisogno di spendere tanti soldi. Ci sono tante idee, originali ed economiche, da fare in casa per abbellire e rendere speciale questa giornata. A partire proprio da come si apparecchia, passando per il centrotavola e i singoli segnaposto, decorarla è facilissimo! Ci vuole solo un poco di tempo e pazienza.

Come apparecchiare la tavola di Pasqua

Per apparecchiare la tavola di Pasqua un mio primo suggerimento è quello di partire da cose semplici e mescolarle poi con oggetti colorati. Per esempio, io di solito metto come base una tovaglia con un colore neutro e poi scelgo piatti e bicchieri colorati. E solo dopo aggiungo, pian piano, tutti gli altri elementi!

Pubblicità

Tavola di Pasqua elegante: stile e semplicità

Una tovaglia semplice, ma di buona qualità, fa sempre un bell’effetto. Bianca, beige o panna, magari di cotone o di lino, è la base ideale per una tavola semplice ed elegante. Un modo ancora più carino di allestirla è mettervi prima sotto una tovaglia colorata, poi, in senso incrociato, la nostra tovaglia neutra. Il contrasto sarà perfetto! E di aggiungere i tovaglioli coordinati.

Per i piatti, i bicchieri e le stoviglie, io cerco sempre di mettere degli oggetti colorati, che possano star bene con la tovaglia. A Pasqua, molto belli secondo me, sono i colori pastello belli vivaci, come il giallo, il verde, il rosa chiaro e l’arancione.

Centro tavola di Pasqua: un elemento di spicco

Il pezzo forte della mia tavola è sempre il centrotavola. È facilissimo da realizzare in casa scegliendo tra mille idee diverse! Molto semplice, per esempio, per un centrotavola è prendere un cestino e riempirlo con degli ovetti di polistirolo dipinti. Sono gli stessi che uso per preparare un albero di Pasqua oppure la ghirlanda di Pasqua.

Per tenerli più fermi potete anche infilzarli con degli stuzzicadenti su una spugna da fiorista, sagomata a forma di mezza sfera. A gusto, poi, aggiungete dei nastrini e dei fiori veri, appena raccolti, e qualche ciuffo di erba, per un elemento di spicco davvero scenografico!

Pubblicità

Segnaposto per la tavola di Pasqua: giocare con forme e colori

Le uova possono essere anche un valido segnaposto! Soprattutto quelle sode, infatti, sono molto divertenti da colorare sul guscio con coloranti alimentari, prima di metterle vicino ai piatti dei nostri commensali.

Un’altra idea facile e veloce è quella dei barattoli riempiti, stavolta, con piccoli ovetti dolci. Basta prendere un barattolo pulito per ognuno dei nostri ospiti, di quelli a chiusura ermetica, e poi metterci dentro tanti ovetti di colori diversi. Infine chiuderlo con un nastrino colorato e attaccarci un bigliettino con il nome o con gli auguri.

Per un segnaposto dell’ultimo minuto ma comunque d’effetto, invece, possiamo realizzare degli origami a forma di coniglietti pasquali con i tovaglioli di carta, da mettere al centro del piatto. Lo stesso risultato, con un po’ di manualità, lo possiamo ottenere anche con un tovagliolo di stoffa!

Pubblicità

Pubblicità

Commenti

Ancora nessun commento pubblicato.

Pubblicate il primo commento e ditemi se il mio consiglio vi è stato utile: mi scrivete e mi fate sapere se voi avete provato altro?

Scrivi un commento

Pubblicità

Benedetta Rossi

Tavola di Pasqua: decorare e apparecchiare con creatività

Torna su