CIAMBELLE FRITTE CON LO ZUCCHERO


Ciambelle Fritte con lo Zucchero




Le Ciambelle Fritte con lo Zucchero sono sfiziose e facili da preparare, perfette per carnevale o per una colazione golosa. Queste ciambelle fanno parte della stessa famiglia delle graffe napoletane, dei krapfen, dei bomboloni fritti e dei donuts americani. Si differenziano però dalle altre ricette perché sono senza lattosio e senza uova e questo rende l’impasto più digeribile, seppur comunque si tratta di una ricetta dolce molto ricca!

Gli ingredienti che occorrono per la ricetta sono molto semplici. Basta della farina, dello zucchero, della vaniglia e un po’ di lievito di birra e l’impasto è pronto! La ricetta prevede anche l’aggiunta dello strutto che conferisce una sofficità incredibile alle ciambelle! Chi preferisce però può sostituirlo con lo stesso peso di olio di semi oppure un olio d’oliva delicato… le ciambelle verranno ugualmente buonissime!

L’unica parte della ricetta che può creare qualche difficoltà è il momento della frittura. La temperatura dell’olio di frittura gioca un ruolo fondamentale per una buona riuscita delle ciambelle; l’olio deve essere ben caldo ma al tempo stesso non eccessivamente! Se riscaldiamo troppo l’olio le ciambelle rischiano di bruciarsi all’esterno e restare crude dentro. Il mio consiglio è quello di regolare costantemente la temperatura dell’olio, alzando la fiamma, abbassandola o addirittura spegnendola del tutto! Sono sicuro però che questo momento di incertezza passerà una volta fritta la prima ciambella… fare le restanti sarà davvero un gioco da ragazzi!

Volete un’ultima idea golosa? Lo stesso impasto delle ciambelle può essere usato per preparare dei mini bomboloni da riempire con crema pasticcera, nutella o crema di ricotta… come dico sempre, largo spazio alla fantasia in cucina!

Potrebbero interessarvi anche i Mini Bomboloni e i Ravioli Dolci Fritti.

 

  • Tempo Preparazione Tempo di preparazione: 20 min
  • Tempo Cottura Tempo di cottura: 4 min
  • minuti minuti: 240
  • Pronto in Pronto in: 24 min
CIAMBELLE FRITTE CON LO ZUCCHERO Tempo Preparazione
CIAMBELLE FRITTE CON LO ZUCCHERO

INGREDIENTI

  • 250 g farina 00
  • 250 g farina manitoba
  • 250 ml acqua
  • 100 g zucchero (più altro zucchero per la finitura delle ciambelle)
  • 50 g strutto (oppure lo stesso peso del vostro olio preferito)
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia (oppure una bustina di vanillina)
  • 3,5 g lievito di birra secco (oppure 12g lievito di birra fresco)
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • olio di arachidi per friggere

DOSI PER CIAMBELLE

-
+

PROCEDIMENTO

  1. Nella ricetta di oggi userò l'impastatrice, ma l'impasto si può tranquillamente realizzare a mano seguendo la stessa sequenza di passaggi... occorre solo un po' di olio di gomito! Versate nella ciotola dell'impastatrice le due farine, lo zucchero, il lievito di birra, l'estratto di vaniglia, lo strutto e il sale (fate in modo che il sale non tocchi il lievito). Montate il gancio dell'impastatrice e lavorate tutti gli ingredienti versando poco per volta tutta l'acqua prevista nella ricetta. Una volta terminata l'acqua, continuate a lavorare per almeno 10 - 15 minuti fino ad ottenere un impasto ben incordato.Nella ricetta di oggi userò l'impastatrice, ma l'impasto si può tranquillamente realizzare a mano seguendo la stessa sequenza di passaggi... occorre solo un po' di olio di gomito! Versate nella ciotola dell'impastatrice le due farine, lo zucchero, il lievito di birra, l'estratto di vaniglia, lo strutto e il sale (fate in modo che il sale non tocchi il lievito). Montate il gancio dell'impastatrice e lavorate tutti gli ingredienti versando poco per volta tutta l'acqua prevista nella ricetta. Una volta terminata l'acqua, continuate a lavorare per almeno 10 - 15 minuti fino ad ottenere un impasto ben incordato.
  2. Ottenuto un panetto ben incordato, ungetevi le mani e tiratelo fuori dalla ciotola dell'impastatrice. L'impasto apparirà leggermente appiccicoso, in ogni caso vi consiglio di non aggiungere farina di supporto... dopo la lievitazione l'impasto sarà facilmente lavorabile! Formate un panetto, posizionatelo dentro una ciotola, coprite con della pellicola per alimenti e fatelo lievitare per 3 - 4 ore o comunque il tempo necessario per farlo raddoppiare di volume. Ottenuto un panetto ben incordato, ungetevi le mani e tiratelo fuori dalla ciotola dell'impastatrice. L'impasto apparirà leggermente appiccicoso, in ogni caso vi consiglio di non aggiungere farina di supporto... dopo la lievitazione l'impasto sarà facilmente lavorabile! Formate un panetto, posizionatelo dentro una ciotola, coprite con della pellicola per alimenti e fatelo lievitare per 3 - 4 ore o comunque il tempo necessario per farlo raddoppiare di volume.
  3. Lievitato l'impasto, mettetelo sul piano di lavoro e dividetelo in 8 panetti di circa 100g ciascuno. Lievitato l'impasto, mettetelo sul piano di lavoro e dividetelo in 8 panetti di circa 100g ciascuno.
  4. Lavorate ciascun panetto fino a formare una pallina liscia e regolare, quindi con il pollice foratela al centro dando forma alla ciambella. Posizionate ciascuna ciambella su un quadratino di carta forno; questo piccolo accorgimento ci aiuterà a spostare facilmente le ciambelle senza "rovinare" la lievitazione. Fare lievitare le ciambelle per un'altra ora. Lavorate ciascun panetto fino a formare una pallina liscia e regolare, quindi con il pollice foratela al centro dando forma alla ciambella. Posizionate ciascuna ciambella su un quadratino di carta forno; questo piccolo accorgimento ci aiuterà a spostare facilmente le ciambelle senza "rovinare" la lievitazione. Fare lievitare le ciambelle per un'altra ora.
  5. Trascorso il tempo della seconda lievitazione, riscaldate abbondante olio di arachidi in una pentola capiente; a differenza di altri fritti, in questo caso l'olio non deve essere eccessivamente caldo altrimenti si rischia di bruciare l'esterno delle ciambelle lasciando l'interno crudo. Consiglio di regolare costantemente la temperatura dell'olio, alzando la fiamma, abbassandola o addirittura spegnendola del tutto! Tuffate la ciambella nell'olio caldo insieme al suo quadratino di carta forno; abbiate cura di rimuovere subito la carta, magari aiutandovi con un paio di pinze da cucina. Friggete dolcemente la ciambella due minuti per lato, fino a farle assumere un bel colore dorato. Nei primi attimi di frittura, infilate il manico di un mestolo nel buco della ciambella ruotandolo con delicatezza; questo accorgimento farà in modo che la ciambella mantenga una forma regolare. Trascorso il tempo della seconda lievitazione, riscaldate abbondante olio di arachidi in una pentola capiente; a differenza di altri fritti, in questo caso l'olio non deve essere eccessivamente caldo altrimenti si rischia di bruciare l'esterno delle ciambelle lasciando l'interno crudo. Consiglio di regolare costantemente la temperatura dell'olio, alzando la fiamma, abbassandola o addirittura spegnendola del tutto! Tuffate la ciambella nell'olio caldo insieme al suo quadratino di carta forno; abbiate cura di rimuovere subito la carta, magari aiutandovi con un paio di pinze da cucina. Friggete dolcemente la ciambella due minuti per lato, fino a farle assumere un bel colore dorato. Nei primi attimi di frittura, infilate il manico di un mestolo nel buco della ciambella ruotandolo con delicatezza; questo accorgimento farà in modo che la ciambella mantenga una forma regolare.
  6. Fritta la ciambella, scolatela con una schiumarola e adagiatela su della carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. In questo caso però vi consiglio di non "asciugarla" eccessivamente; un piccolo residuo di olio infatti aiuterà lo zucchero ad attaccarsi! Asciugata sommariamente la ciambella, ancora caldissima, ripassatela nello zucchero; anche il calore agevola lo zucchero ad attaccarsi meglio! L'ideale sarebbe farsi aiutare da un amico; mentre una persona si dedica alla frittura, l'altra potrebbe occuparsi di ripassare le ciambelle nello zucchero! Fritta la ciambella, scolatela con una schiumarola e adagiatela su della carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. In questo caso però vi consiglio di non "asciugarla" eccessivamente; un piccolo residuo di olio infatti aiuterà lo zucchero ad attaccarsi! Asciugata sommariamente la ciambella, ancora caldissima, ripassatela nello zucchero; anche il calore agevola lo zucchero ad attaccarsi meglio! L'ideale sarebbe farsi aiutare da un amico; mentre una persona si dedica alla frittura, l'altra potrebbe occuparsi di ripassare le ciambelle nello zucchero!
  7. Ecco le ciambelle fritte con lo zucchero servite in tavola! Mangiate ancora calde sono buonissime, ma sono squisite anche a temperatura ambiente. In ogni caso vi consiglio di consumarle in giornata perché tendono ad indurirsi in fretta. Ecco le ciambelle fritte con lo zucchero servite in tavola! Mangiate ancora calde sono buonissime, ma sono squisite anche a temperatura ambiente. In ogni caso vi consiglio di consumarle in giornata perché tendono ad indurirsi in fretta.

Articolo scritto da 55winston55

Lascia un commento

Hai provato la ricetta? Fai sapere a Benedetta come ti è venuta! Hai dubbi? Chiedi e lei ti risponderà!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su CIAMBELLE FRITTE CON LO ZUCCHERO

  • Palma Gozzi
    Palma Gozzi - 6 Marzo 2021 17:00

    Ciao a tutte, vorrei sapere se la ricetta delle CIAMBELLE FRITTE si possono fare anche al forno , in caso affermativo vengono buone ugualmente?
    Grazie.

  • Anna Maria Bossetti - 16 Febbraio 2021 20:18

    Ciao, scusatemi, ma se faccio l’impasto stasera e domani mattina li friggo, è troppo per la lievitazione?
    Grazie mille.

  • Claudia Marigo - 11 Febbraio 2021 14:22

    Sono ottimi Claudia