Insalata di mare

L’Insalata di mare è un classico della cucina italiana. Gustosa e prelibata, da servire come antipasto o secondo piatto.

Stagione
Tutte le stagioni
Ingredienti
11
Facilità
facile
Pronto in
1 ora e 10 minuti

Pubblicità

Un classico della cucina italiana, gustoso e prelibato, che di solito si serve come antipasto o secondo piatto: l’insalata di mare! Voglio condividere con voi la mia personale ricetta, molto semplice e con pochi ingredienti ma davvero buonissimi.

Insalata di mare: la ricetta facile e gustosa

La mia insalata è fatta con polpo, calamari, seppie e gamberetti. Io ho usato pesce fresco ed è quello che consiglio anche a voi. Affidatevi al vostro pescivendolo di fiducia, il sapore del piatto ne guadagnerà in qualità e bontà!

Per arricchire di gusto il piatto, ho usato la giardiniera e naturalmente preparato il tipico condimento dell’insalata di mare: olio extravergine d’oliva, succo di limone, prezzemolo fresco tritato e un pizzico di sale e pepe.

Pubblicità

La preparazione è semplicissima, ma bisogna qualche piccolo accorgimento per ottenere un risultato davvero superlativo. Ad esempio, un trucchetto per rendere morbido il polpo, oltre a lasciarlo raffreddare nell’acqua di cottura, è quello di aggiungere un tappo di sughero nell’acqua mentre sta cuocendo. Suggerisco inoltre di lasciar raffreddare bene tutto il pesce prima di tagliarlo, in modo che non si sfilacci.

INSALATA DI MARE
Insalata di mare

Qualche consiglio

Questa è una ricetta tradizionale che si presta a tantissime varianti. In molti usano anche frutti di mare, come vongole e cozze; altri non usano la giardiniera ma verdure fresche tagliate a dadini. Altri ancora non aggiungono nulla al pesce, se non il condimento e spicchi di limone. Insomma, questo piatto è facilmente personalizzabile, ma risulta sempre squisito!

Dopo averla preparata, mettiamo la nostra insalata di mare in frigo e portiamola in tavola quando sarà fredda. Ma non troppo, altrimenti i sapori si sentiranno meno. È un piatto perfetto per mille occasioni: pranzi domenicali, cenette di pesce tra amici, ricorrenze speciali come il Natale o il Capodanno.

Pubblicità

Che ne dite di provarla? Vediamo subito come fare e mi raccomando: scrivetemi nei commenti come avete personalizzato la vostra insalata di mare!


Potrebbe interessarvi anche: INSALATA DI TONNO SENZA GLUTINE, SPAGHETTI CON LE VONGOLE

Preparazione
10 minuti
Cottura
1 ora
Tempo totale
1 ora e 10 minuti

Benvenuti in casa mia!

Tante ricette facili e consigli semplici per risparmiare in cucina e in casa

Ingredienti

Dosi per persone 4 persone
  • 850 g polpo
  • 400 g calamari
  • 600 g seppie
  • 350 g gamberetti
  • 200 g giardiniera
  • ½ limoni
  • 15 ml succo di limone
  • prezzemolo q.b. tritato
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • pepe q.b.
  • sale fino q.b.

Dosi calcolate sulla ricetta originale (per 4 persone)

Pubblicità

Preparazione

Come fare: Insalata di mare

Versiamo l’acqua in una pentola e portiamo a bollore insieme a mezzo limone. Saliamo e mettiamo a cuocere il polpo per circa 30 minuti. Poi spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare il polpo nell’acqua di cottura, in modo che si ammorbidisca.

Portiamo a bollore un’altra pentola d’acqua. Saliamo e mettiamo le seppie, facendole cuocere per 10-15 minuti.

Poi togliamo dalla pentola le seppie e mettiamo a cuocere i calamari per circa 10 minuti.

Tolti i calamari, mettiamo i gamberetti a cuocere per 2-3 minuti.

Pubblicità

Quando tutti gli ingredienti si saranno raffreddati, tagliamo i calamari e le seppie a striscioline e il polpo in pezzi da 2-3 cm.

Uniamo tutto in una ciotola capiente e aggiungiamo la giardiniera.

Condiamo con il succo di limone, l’olio d’oliva, il sale e il pepe.

Insalata di mare - Step 8

Tritiamo il prezzemolo e aggiungiamo anche questo nella ciotola, mescolando affinché si insaporisca bene tutto.

Insalata di mare - Step 9

Pubblicità

Pubblicità

Valuta la ricetta

4.16

231 voti

Esprimi il tuo voto

Commenti (8)

Scrivi un commento
  • Davide

    Ciao benedetta, avrei dei dubbi sul sughero e la sua utilità …la leggenda narra che ipescatori cuocevano i propri polpi in un pentolone unico e quindi per riconoscere il polpo di famiglia gli legavano un sughero….e rimasta cosi la credenza che il sughero facilità la cottura..Davide da Genova .

    30 Maggio 2022 Rispondi

  • Maria Pia

    Posso prepararla il giorno prima…grazie

    28 Maggio 2022 Rispondi

    • Benedetta Rossi

      Certamente, Maria Pia, sarà ancora più saporita 😘

      28 Maggio 2022 Rispondi

  • alfredo de santis

    ottima ,

    ho anche aggiunto del sedano tagliato a tocchetti ,si è aggiunta così tanta freschezza . grazie

    se insieme al marito passi per Osimo vi inviterei con piacere a mangiare un poco di pesce presso il ristorante di un mio amico che nella preparazione del pesce è un mago . buon anno

    10 Gennaio 2022 Rispondi

  • Giovanni Galiero

    In una bottiglia, metto olio, succo di limone e sale, se piace anche pepe, agito energicamente per qualche minuto e diventa un’emulsione cremosa con la quale condisco l’insalata aggiungendo un pò di aglio e prezzemolo. Ottimo, me lo insegnò un amico cuoco.

    11 Luglio 2021 Rispondi

    • Vittoria

      Ciao mi puoi dare le dosi? Grazie

      17 Luglio 2021 Rispondi

    • Benedetta Rossi

      Ciao Giovanni, grazie per il consiglio ?

      12 Luglio 2021 Rispondi

  • Marisa

    Proverò la tua ricetta, magari la giardiniera cambia tutto. Io ho provato il polpo sia nella versione classica con olio e limone che in quella impareggiabile con menta e aceto balsamico (sì sì, anche in questo caso l’olio ci vuole). Si capisce già che per me non c’è guerra tra le due. Menta tutta la vita!

    9 Luglio 2021 Rispondi

Mostra tutti i commenti
Nessun file selezionato Seleziona foto

Pubblicità

Benedetta Rossi

Insalata di mare

Nessun file caricato Carica la foto

Fatte in casa da voi

Carica una foto e condividi il risultato

Al momento non ci sono immagini delle vostre ricette

Caricate una foto e condividete il risultato

Carica la tua foto

Pubblicità

Benedetta Rossi

Insalata di mare

Torna su