TORTA SALATA CAVOLFIORE E RICOTTA

La torta salata cavolfiore e ricotta è un piatto facile e veloce da realizzare, se avete in casa del cavolfiore o broccolo non potete non provarla! È perfetta sia da realizzare in anticipo sia se avete degli ospiti inaspettati. Sono sicura che grazie al sapore della ricotta questa torta salata piacerà anche ai più piccoli e sarà perfetta per fargli mangiare il cavolfiore. Potete realizzarla in occasione di pranzi in famiglia, come antipasto o anche per arricchire un buffet o un aperitivo! Vediamo subito come prepararla!

INGREDIENTI

  • mezzo cavolfiore o broccolo
  • 250 g di ricotta
  • 2 uova
  • sale quanto basta
  • erba cipollina o pepe
  • 30 g di formaggio grattugiato
  • un rotolo di pasta sfoglia rotonda
  • pan grattato q.b.

PROCEDIMENTO

  1. Per prima cosa lessiamo il cavolfiore e con l'aiuto di una forchetta schiacciamolo grossolanamente.Per prima cosa lessiamo il cavolfiore e con l'aiuto di una forchetta schiacciamolo grossolanamente.
  2. Aggiungiamo due uova e il sale, continuiamo a mescolare.Aggiungiamo due uova e il sale, continuiamo a mescolare.
  3. Uniamo a questo punto la ricotta e il formaggio grattugiato. Mescoliamo. Uniamo a questo punto la ricotta e il formaggio grattugiato. Mescoliamo.
  4. Infine aggiungiamo le spezie che più ci piacciono, io ho usato erba cipollina. Infine aggiungiamo le spezie che più ci piacciono, io ho usato erba cipollina.
  5. Prendiamo una teglia da 24cm e ricopriamola con la carta forno. Stendiamo la pasta sfoglia e uniamo la farcitura. Prendiamo una teglia da 24cm e ricopriamola con la carta forno. Stendiamo la pasta sfoglia e uniamo la farcitura.
  6. Abbassiamo i bordi e aggiungiamo in superficie il pangrattato. Cuociamo a 180° in forno ventilato per 30-35 minuti, forno statico a 190 gradi per circa 30-35 minuti. Una volta pronta portiamola a tavola tiepida. Abbassiamo i bordi e aggiungiamo in superficie il pangrattato. Cuociamo a 180° in forno ventilato per 30-35 minuti, forno statico a 190 gradi per circa 30-35 minuti. Una volta pronta portiamola a tavola tiepida.

Articolo scritto da Life e Chiara

Lascia un commento

Hai provato la ricetta? Fai sapere a Benedetta come ti è venuta! Hai dubbi? Chiedi e lei ti risponderà!