COME PULIRE IL GIUBBOTTO

Ormai siamo nel pieno della stagione autunnale e l’inverno è alle porte. Quando le giornate sono soleggiate l’aria si riscalda un po’, ma le temperature ci fanno pensare nostalgicamente ai mesi passati. Ovviamente, con il cambio dell’armadio, il nostro abbigliamento quotidiano ha sostituito le maglie più leggere con cappotti e giacconi. Ma siamo davvero pronti per affrontare la nuova stagione?

Ogni volta che riponiamo i capi stagionali è buona norma lavarli con cura in modo da ritrovarli al meglio. Quindi, se hai provveduto a ritirarli già puliti ora ti basterà semplicemente indossarli. Se non lo hai fatto, sei ancora in tempo per lavare giacche di camoscio, piumini, cappotti di lana e tecnici. Vediamo quindi come pulire il giubbotto e gli altri capispalla.

 

Lavare i capispalla invernali a casa

Non bisogna necessariamente ricorrere alla lavanderia per pulire giubbotti e giacche invernali. Questa è di sicuro una buona notizia, che ci permette di risparmiare un po’ nelle spese quotidiane. Devi sapere, infatti, che esiste una serie di metodi casalinghi che sono efficaci nella pulizia dei capispalla di stagione. Il lato negativo? Il fatto che preferibilmente il lavaggio è mano, anche se la lavatrice è ammessa in alcuni casi. Ma un po’ di olio di gomito non spaventa nessuno, vero?

Una bella spazzolata è generalmente il primo passo per rinvigorire i giacconi invernali. Se vuoi procedere a una pulizia più profonda innanzitutto controlla l’etichetta interna: lì troverai le indicazioni di base. Se è richiesto un lavaggio a secco, il passaggio in lavanderia sarà d’obbligo; diversamente puoi procedere in autonomia.

Acqua e detersivo liquido per il lavaggio a mano

In linea generale, dopo aver verificato l’etichetta e aver dato una bella spazzolata, svuota le tasche e rivolta il giaccone. Aprine le cerniere e i bottoni, quindi immergilo in una bacinella con acqua tiepida e detersivo liquido per capi delicati. Lascialo in ammollo per un quarto d’ora, smuovendolo ogni tanto e avendo cura che sia ben coperto dall’acqua.

Fatto ciò, risciacqua il giubbotto con abbondante acqua corrente fresca per eliminare ogni residuo di detersivo. Fai sgocciolare e, se necessario, metti il giaccone in lavatrice per una centrifuga delicata. Ora puoi appendere il tuo capospalla sulla sua gruccia e lasciarlo asciugare all’aria aperta senza esporlo al sole diretto. Evita anche di avvicinare il giaccone a fonti di calore. Ah: non serve stirarlo!

 

Lavare i piumini in lavatrice

Se quanto abbiamo detto vale come linea guida generale, ci sono alcune tipologie di capospalla che meritano una specifica attenzione. Prendiamo ad esempio i piumini. Le giacche in piuma sono tra le più utilizzate in inverno, e non solo dagli appassionati di sci. Possono essere lavate tranquillamente in lavatrice a patto che siano l’unico capo nel cestello. Scegli un lavaggio delicato a bassa temperatura (30°) e versa nell’apposita vaschetta del detersivo in polvere.

Non usare mai né candeggina né ammorbidenti e imposta eventualmente un doppio risciacquo per eliminare ogni residuo di detersivo. A questo punto, toglilo dalla lavatrice e scuotilo per bene prima di appenderlo alla gruccia e metterlo ad asciugare. Un’accortezza: quando lo appendi, chiudi la cerniera principale o i bottoni frontali. Fai in modo che sia in una zona aerata e senza i raggi del sole diretti. Asciugherà in una manciata di giorni.

 

Pulire i cappotti di lana

Anche i cappotti in lana richiedono alcune attenzioni precise perché siano sempre nelle loro condizioni migliori. Spazzola periodicamente il tessuto per eliminare eventuali pelucchi che si formano e togliere i peli che si sono depositati. Per ridare vigore alla lana spruzza sulla stoffa una soluzione d’acqua e aceto bianco e lascia asciugare su una gruccia.

Per una pulizia profonda, dopo aver verificato sull’etichetta, puoi procedere a un lavaggio delicato in lavatrice o, meglio, a mano. Lascia il cappotto in ammollo in acqua e sapone neutro e, quando, avrai finito non strizzarlo. Quindi, appendilo e fallo sgocciolare fino a completa asciugatura.

 

Le giacche in tessuto tecnico e quelle in camoscio

Attenzione anche ai capi in tessuto tecnico come i giubbotti in Gore-Tex. Sono molto delicati e difficili da pulire; per questo studiare le istruzioni in etichetta è ancora più importante. In generale, però, i capi tecnici si lavano tranquillamente in lavatrice a 30 gradi usando detersivi delicati. Alcuni consigli: non riempire troppo il cestello, non esagerare con il detersivo (niente ammorbidente!) ed evita l’asciugatrice.

Da ultimo, ecco come pulire il giubbotto in camoscio. Anche questo è un capo delicato che deve essere trattato con cura. Usa solo le spazzole apposite che trovi in commercio o, in alternativa, uno spazzolino da denti morbido. Procedi delicatamente sempre nella stessa direzione con piccoli movimenti. Se vi sono delle macchie di fango lascia che secchino prima di asportarle con la spazzola. Se si tratta, invece, di grasso o olio, cospargile con un po’ di lievito in polvere: le assorbirà in breve. Puoi anche pulire le zone sporche con una pezzetta imbevuta di acqua e shampoo o latte, lasciando asciugare all’aria aperta. Buon lavoro!

 

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!