IL MELOGRANO E LE SUE PROPRIETÀ

Coi suoi fiori, i semi rossi e la buccia resistente, il melograno è un’inconfondibile frutto di stagione. Famoso per le sue proprietà antiossidanti, questa pianta non ha origini certe. Probabilmente di provenienza asiatica, il melograno è oggi coltivato nelle aree mediterranee di Asia ed Europa. Anzi, è probabile che tu ne abbia una pianticella ornamentale anche in giardino, in posizione riparata.

La pianta del melograno ha, infatti, l’aspetto di un cespuglio con foglie lunghe e un’altezza che può raggiungere 4 metri. Cresce in zone miti e i frutti, dalla forma simile a quella di una mela, contengono semi a polpa rossa. Proprio le settimane autunnale sono quelle di raccolta del melograno, ideale dunque per il consumo stagionale. Vediamo da vicino il melograno e le sue proprietà.

 

Le varietà di melograno

Il melograno, o melagrana, negli ultimi anni è sempre più presente sulle nostre tavole. E questo non può che far bene alla salute, viste le sue molteplici proprietà. È bene sapere, però, che ne esistono diverse varietà e che il frutto viene classificato in base alla sua acidità. Ma quali sono le varietà più diffuse? Di sicuro, la più nota è quella denominata Wonderful, di provenienza americana.

Per quanto riguarda, invece, le coltivazioni italiane, è famoso il melograno di Neirana, Selinunte, Dente di Cavallo e Ragana. Oltre a queste, meritano di essere citate le varietà di Cesena, Tondo Verde, Gigante d’Albania e Gigante del Convento. In generale, diciamo che le zone principali di produzione in Italia si concentrano in Lazio, Sicilia, Basilicata e Calabria.

 

Composizione e proprietà nutrizionali del melograno

Vediamo, innanzitutto, come si compone di frutto del melograno. Ogni frutto contiene circa 78% di acqua, 4% di fibre, 1,7% di proteine e 1,2% di grassi. Inoltre, contiene percentuali minori di carboidrati e sali minerali quali calcio, potassio, zinco, manganese, rame, fosforo e selenio.

Importante è anche il contenuto vitaminico, con vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5 e B6), C, E, K e J. I fenoli, inoltre, rendono il melograno un frutto dalle potenti qualità antiossidanti. Ottimo anche contro i radicali liberi, il melograno ha il pregio di essere basso nell’apporto calorico. 100g di frutto, infatti, corrispondono all’incirca a 70 Kcal.

Le proprietà benefiche del melograno

Per i suoi componenti, il consumo di melograno presenta svariati benefici per l’organismo. È, innanzitutto, noto come antitumorale, gastroprotettore, antibatterico e antimicotico oltre che come antiossidante. Attivo contro l’invecchiamento precoce dei tessuti, questo frutto ha anche virtù astringenti ed è quindi efficace contro i disturbi gastrici.

Inoltre, è uno stimolante dell’appetito e contribuisce all’aumento delle difese immunitarie. La presenza delle fibre, poi, aiuta a depurare l’organismo grazie alla stimolazione della diuresi. Ma il melograno è noto anche per le sue proprietà antidepressive: il suo succo, infatti, stimola i recettori della serotonina.

 

Benefici in caso di colesterolo alto, malattie cardiache e Alzheimer

Oltre alle virtù già accennate, il melograno possiede numerose altre proprietà. Questo frutto, infatti, secondo studi recenti, sarebbe d’aiuto nell’abbassare il livello di colesterolo cattivo nel sangue. È, perciò, un ottimo alleato nella prevenzione di malattie cardiache. Inoltre, è un anti-infiammatorio naturale e gli acidi grassi essenziali che contiene favoriscono la rigenerazione cellulare.

Il melograno avrebbe anche proprietà benefiche sui sintomi dell’Alzheimer. Assumendolo quotidianamente, infatti, contribuisce a proteggere l’organismo dalle proteine dannose. Anche chi soffre di dolori alle ossa e di artrite, può trovare giovamento nel consumo di melograno. I flavonoidi, infatti, inibiscono la degenerazione delle cartilagini.

 

I benefici per la pelle e controindicazioni

Sappi, da ultimo, che la melagrana ha anche ottime proprietà per la pelle. Puoi, per esempio, usarne i semi come esfoliante per eliminare le cellule morte. In più, gli antiossidanti contenuti nel frutto proteggono dai danni dei raggi UVB aiutando nella prevenzione di malattie dermatologiche. Attenzione, però, se ha già la pressione bassa. Il melograno, infatti, tende ad abbassarla e se prendi altri farmaci, conviene consultare il medico.

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!