COME PULIRE LE TAPPARELLE

Sapere come pulire le tapparelle è sicuramente utile per mantenere al meglio la tua casa. Che si tratti di una pulizia quotidiana o delle temutissime pulizie di primavera, le tapparelle richiedono attenzione. In fondo, meritano tutte le nostre cure dal momento che proteggono la nostra casa e ci riparano dalle intemperie.

Esterno e interno delle tapparelle sono soggetti a usura differente. La parte esterna, infatti, è soggetta agli agenti atmosferici – pioggia, polvere, smog, gelo, umidità –. Quella interna, invece, è colpita soprattutto da polvere, umidità e sporco. Ecco, allora, come pulire le tapparelle con metodi naturali ed efficaci.

 

Prima di pulire le tapparelle: verifica materiali e posizione della finestra

Prima di qualsiasi pulizia, è bene procedere con alcuni controlli di rito. Innanzitutto, verifica il materiale di cui sono fatte le tue tapparelle. Alluminio, legno e plastica infatti, necessitano di manutenzione e prodotti ben differenti! Eviterai così di utilizzare sostanze non adatte alle tue imposte che potrebbero danneggiarne l’integrità. È possibili anche che in una stessa finestra vi sia una combinazione di materiali diversi: ogni parte, dunque, verrà trattata con il prodotto giusto.

In secondo luogo, considera l’integrità e la posizione in cui si trova la finestra da pulire. Se, per esempio, la tapparella affaccia su un balcone o sul giardino, la pulizia sarà più semplice. Basterà abbassare la tapparella e procedere. In caso contrario, armati di una scala e con attenzione inizia la pulizia dall’interno.

 

Primo intervento: elimina la polvere

Dopo le prime operazioni per capire come pulire le tapparelle al meglio, procedi in questo modo. A imposta rigorosamente chiusa, elimina la polvere accumulata sulla sua superficie con una scopa, un panno morbido o l’aspirapolvere. Per un intervento più preciso, usa un pennello che ti aiuterà a raggiungere anche gli angoli più difficili. Muoviti linearmente seguendo ciascun listello in modo da ripulire l’intera area senza trascurare alcun punto.

La stessa operazione vale anche per la parte esterna, con particolare attenzione in caso non vi siano affacci in sicurezza. In tal caso, può esserti utile l’aiuto di una terza persona. Apri il cassetto superiore e, sollevando a mano a mano la tapparella, puliscine le varie componenti. Completa, infine, questa prima fase passando un panno antistatico: eviterà che la polvere si depositi di nuovo in breve tempo.

 

Pulizia profonda con sapone di Marsiglia e aceto

Ora inizia la pulizia vera e propria! Per le tapparelle in plastica i prodotti più adatti sono il sapone di Marsiglia e l’aceto.  Prepara un composto di acqua e scaglie di sapone e passalo con una spugna o un panno morbido sulle tapparelle. Una volta pulito adeguatamente, sciacqua con abbondante acqua tiepida. Se le imposte hanno bisogno di un intervento più importante, soprattutto se vi sono macchie o zone ingiallite, aggiungi al composto qualche goccia di aceto di vino bianco.

In alternativa, spruzzane qualche goccia direttamente sulla macchia e lascialo agire pure per qualche minuto. Infine, risciacqua. Se le tue imposte sono in legno, puoi anche ricorrere a una soluzione di acqua e ammoniaca. Passata sulla persiana, ha effetto pulente e igienizzante. Se, invece, hai tapparelle in alluminio il bicarbonato di sodio con qualche goccia di succo di limone le sgrasserà perfettamente.

Il vapore per le tapparelle in pvc

Un’ottima alternativa alle soluzioni appena viste, soprattutto per pulire le tapparelle in pvc, plastica e alluminio, è il vapore. Puoi utilizzare le spazzole specifiche dotate di beccucci ed estremità a pistola per pulire le tue tapparelle senza altri prodotti. Il vapore emesso ha il potere di sciogliere le incrostazioni resistenti, raggiungere i punti più ostici e igienizzare le superfici.

Abbi cura di non far schizzare troppo lo sporco, soprattutto se confini con altri appartamenti o abitazioni. Una volta terminata la pulizia, passa un panno morbido, anche in microfibra, per asciugare. Con lo stesso panno inumidito puoi anche pulire la corda e il gioco è fatto.

Buon lavoro!

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!