COME PULIRE LE VENEZIANE

Con l’arrivo della bella stagione le giornate diventano luminose, l’aria è gradevole, non fa più tanto freddo e la pulizia della casa si intensifica. Pulire le veneziane è tra i primi lavori da svolgere quando il clima diventa mite.

Le veneziane si trovano esposte alle intemperie e raccolgono tutto lo smog, la fuliggine e la polvere. Lo sporco si annida all’interno delle fessure e crea incrostazioni che si induriscono e rendono più difficile la pulizia. Ma pulire le tapparelle è un’operazione semplice! Può essere effettuata con prodotti fatti in casa, eliminando lo sporco in modo veloce e senza inquinare.

Per pulire le veneziane bisogna seguire sempre gli stessi criteri, sia che queste siano in legno, in alluminio o in PVC, poiché lo sporco si accumulerà comunque e nello stesso modo con ogni tipo di materiale.

Come pulire le veneziane velocemente

Ma come pulire le veneziane nel minor tempo possibile e in modo efficace? Per prima cosa si devono spolverare accuratamente. E’ inutile passare un panno bagnato, se non si sono spolverate prima, perché non si farebbe altro che far aderire ancora di più lo sporco, facendo una poltiglia densa di acqua e polvere. Basta munirsi di un pennello per spolverare le serrande. Il pennello è più funzionale del panno per rimuovere la polvere dalle tapparelle perché riesce a penetrare in profondità all’interno delle fessure e negli angoli.

Per chi non ha a portata di mano un pennello, può usare un panno morbido. Anche quelli in microfibra sono ideali per spolverare le tapparelle in modo ottimale. La parte interna, meno sporca, si può pulire più velocemente, basta passare un panno umido con un detergente neutro.

Pulire le veneziane è facile perché ci sono tanti prodotti ecologici e che sono sempre stati usati in passato, fatti in casa con tutti ingredienti naturali. Oggi è molto importante salvaguardare l’ambiente, per questo bisogna cercare di usare prodotti naturali, non tossici e a basso impatto ambientale.

Tutti conosciamo le proprietà igienizzanti del bicarbonato. Disciolto in acqua calda è un ottimo alleato per eliminare lo sporco, muffe e batteri. Il bicarbonato è anche un ottimo abrasivo naturale e funziona bene per la rimozione di più strati di sporco. Per avere un pulito brillante basta pulire le tapparelle con una spugna umida cosparsa di bicarbonato, così lo sporco si scioglierà immediatamente.

Pulire con l’aceto o il sale

L’aceto è un altro valido alleato naturale per pulire le tapparelle. Le sue proprietà sgrassanti sono rinomate. Per prepararne un detersivo, basta mescolare un decilitro di aceto a dell’acqua calda.

Questa soluzione eliminerà velocemente da ogni tapparella lo sporco più ostinato. Anche il sale mescolato all’acqua forma una soluzione detergente e igienizzante che mantiene le tapparelle pulite a lungo. Il sale è anche un ottimo antibatterico.

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!