Canederli

I canederli sono un primo piatto tradizionale trentino ricco e gustoso, facile da preparare e ideale per consumare il pane raffermo avanzato.

Fatto in casa per voi
Discovery Real Time Food Network
Stagione
Tutte le stagioni
Ingredienti
10
Facilità
facile
Pronto in
35 minuti

Pubblicità

Benedetta ama le gite in montagna, e quando le organizza ne approfitta spesso per gustare i piatti tradizionali delle zone che visita. È proprio in una di queste occasioni che ha assaggiato per la prima volta i canederli. Tipici soprattutto del Trentino e dell’Alto Adige, ma preparati anche in altre regioni montane sia italiane che centroeuropee, i canederli sono un piatto di recupero ideale per consumare il pane raffermo avanzato.

Canederli in brodo: la ricetta di Benedetta

Cosa sono i canederli? Si tratta di grossi “gnocchi” di pane ammollato, in realtà molto simili per dimensione e consistenza alle polpette. La ricetta è semplice ma allo stesso tempo ricca, molto facile da eseguire e pronta in poco più di mezz’ora.

Benedetta prepara i canederli nella loro versione classica, ovvero arricchiti con lo speck e cotti nel brodo vegetale. La prima cosa da fare è occuparsi della base e del suo ingrediente principale: il pane raffermo. Per ammorbidirlo usiamo del latte e mescoliamo bene con le mani. Un consiglio importante che ci dà Benedetta è quello di non usare troppo latte perché altrimenti rischiamo di ammollare troppo il pane e di non riuscire poi a dare la giusta forma ai nostri canederli. L’impasto con il pane, il latte e le uova va mescolato bene a mano, così potremo renderci conto di eventuali pezzetti di pane ancora duri e insistere un po’ per ammorbidirli.

Pubblicità

Per insaporire i canederli Benedetta usa l’ingrediente classico di questa ricetta, ossia lo speck, e lo fa soffriggere in padella come si usa in montagna, quindi con il burro al posto dell’olio. Piccola raccomandazione: quando uniamo lo speck all’impasto mescoliamo con un cucchiaio e non più con le mani… perché altrimenti ci scottiamo!

Dare forma ai canederli è molto facile e il procedimento è lo stesso delle polpette: ci si bagna un po’ le mani e si formano delle palline con l’impasto, passandole poi nella farina in modo che non si rompano in cottura. È importante assicurarci che non ci siano dei buchi all’interno dei nostri canederli allo speck, perché anche quelli potrebbero farli rompere.

Per quanto riguarda la dimensione dei canederli, regoliamoci come preferiamo. Benedetta li realizza grandi come delle polpette, ma possiamo farli anche più grandi o un po’ più piccoli (ma non troppo!).

Consigli e varianti

Per rendere i canederli in brodo ancora più ricchi e gustosi possiamo aggiungere al composto anche una bella salsiccia sbriciolata.

Pubblicità

Per la cottura, invece, la ricetta tradizionale prevede che i canederli vengano cotti nel brodo vegetale bollente. Se preferiamo il brodo di carne, però, possiamo usarlo senza problemi, magari facendo un bel brodo di cappone. E se invece non vogliamo usare il brodo possiamo anche condirli con burro e salvia.

Sapevate poi che in Tirolo preparano addirittura i canederli dolci, con albicocca e prugne? Come saranno? Secondi noi deliziosi e da provare!

Forza, adesso raggiungiamo Benedetta in cucina e realizziamo con lei questa ricetta di recupero della tradizione contadina!

Preparazione
25 minuti
Cottura
10 minuti
Tempo totale
35 minuti

La nostra cucina

Un libro intimo a cui ho lavorato tanto fatto di ricette e con le vostre storie

Ingredienti

Dosi per persone 4 persone
  • 200 g pane raffermo
  • 2 uova
  • 100 ml latte
  • 100 g speck
  • ½ cipolle
  • 20 g burro
  • 1 ciuffo prezzemolo
  • 20 g farina 00 per infarinare i canederli
  • brodo vegetale q.b.
  • erba cipollina q.b.

Dosi calcolate sulla ricetta originale (per 4 persone)

Pubblicità

Preparazione

Come fare: Canederli

Canederli - Step 1

Per preparare i canederli cominciamo togliamo la crosta esterna del pane e tagliandolo a pezzettini. Mettiamolo in una ciotola.

Canederli - Step 2

Aggiungiamo il latte e mescoliamo bene con le mani per farlo assorbire e far ammorbidire il pane.

Canederli - Step 3

Sbattiamo le uova e aggiungiamole poi al pane ammollato.

Canederli - Step 4

Uniamo anche prezzemolo tritato, erba cipollina, sale e pepe.

Canederli - Step 5

Mescoliamo ancora con le mani e, se troviamo dei pezzi di pane ancora duri, insistiamo per ammorbidirli.

Canederli - Step 6

Facciamo sciogliere il burro in una padella. Aggiungiamo la cipolla tritata e lo speck e facciamo rosolare.

Pubblicità

Canederli - Step 7

Uniamo lo speck rosolato al composto e mescoliamo con un cucchiaio.

Canederli - Step 8

Per realizzare i canederli bagniamoci le mani e facciamo delle palline di impasto pressappoco delle dimensioni di una pallina da golf, facendo attenzione a non lasciare dei buchi all’interno.

Canederli - Step 9

Passiamo poi i canederli nella farina e sistemiamoli su un vassoio.

Canederli - Step 10

Facciamoli cuocere nel brodo vegetale bollente per circa 10 minuti, aggiungendo dell’erba cipollina per insaporire.

Canederli - Step 11
Canederli - Step 12

Quando sono pronti, impiattiamo i nostri canederli insieme al brodo e serviamoli belli fumanti.

Canederli - Step 13

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

Redazione

Canederli

Torna su