Fatto in casa per voi
Discovery Real Time Food Network
Stagione
Tutte le stagioni
Ingredienti
9
Facilità
facile
Pronto in
24 minuti

Pubblicità

Gnudi o malfatti: la ricetta di Benedetta

 

Avete presente quei bei primi piatti rustici della tradizione contadina, ricchi e sostanziosi e allo stesso tempo semplici e genuini? Ecco, è il caso degli gnudi, un piatto tipico toscano, soprattutto della zona del Mugello e della Maremma. Benedetta li ha assaggiati anni fa proprio in Toscana, in un ristorantino tipico, e in questa ricetta ci mostra la sua versione.

Ma di cosa si tratta e che significa “gnudi”? Beh, non è difficile capirlo: “gnudi” significa “nudi” in dialetto toscano, e si chiamano così perché è come se fossero dei tortelli nudi, appunto, cioè senza la pasta intorno. Sono delle palline, tonde o allungate, fatte con spinaci, ricotta, formaggio grattugiato, farina e uovo, che vengono poi infarinate prima di cuocere. Potremmo dire che somigliano agli gnocchi, e come questi cuociono in acqua bollente in pochi minuti.

Come preparare gli gnudi

Per i suoi gnudi, Benedetta ha raccolto gli spinaci freschi dal suo orto, ma vanno benissimo anche quelli surgelati a cubetti. Li ha fatti sbollentare velocemente e poi li ha ripassati in padella con un soffritto di olio e aglio. Una volta intiepiditi gli spinaci, li ha uniti al resto degli ingredienti per formare il composto. Lei lo ha insaporito con un pizzico di sale e un po’ di noce moscata, ma anche un pizzico di pepe, se ci piace, non guasta.

Pubblicità

Se ci sembra che l’impasto sia troppo morbido e umido, il consiglio di Benedetta è di aggiungere un altro po’ di farina. Prima di lessare gli gnudi in acqua bollente, dobbiamo rotolarli nella farina, che aiuta a renderli compatti e a evitare che si rompano in cottura.

Sulla forma da dare ai nostri gnudi, possiamo scegliere: allungata e “a siluro”, come quelli di Benedetta, oppure più tondeggiante. Ma ciò che conta di più è prestare attenzione alla cottura: impiegano davvero pochi minuti, e quando salgono a galla vanno scolati e versati direttamente in padella con il condimento.

 

gnudi toscani

Pubblicità

Varianti e condimenti

Se vogliamo dare ai nostri malfatti un gusto più deciso, possiamo sostituire la ricotta vaccina con la ricotta di pecora. E se non gradiamo gli spinaci, li possiamo sostituire con altre erbe come la cicoria, il tarassaco o le bietoline.

Benedetta ha condito i suoi gnudi toscani nel modo classico, con burro e salvia. Ma anche in rosso con un buon sugo di pomodoro e basilico sono davvero deliziosi.

 

Questo è un primo piatto che si prepara in un baleno e può essere il protagonista di un bel pranzo domenicale in famiglia o tra amici. Che ne dite di seguire Benedetta in cucina e prepararlo insieme a lei? Cominciamo subito!

Preparazione
20 minuti
Cottura
4 minuti
Tempo totale
24 minuti

La nostra cucina

Un libro intimo a cui ho lavorato tanto fatto di ricette e con le vostre storie

Ingredienti

Dosi per persone 4 persone
  • 500 g spinaci
  • 250 g ricotta
  • 1 uova
  • 50 g farina 00 + q.b. per infarinare
  • 80 g formaggio grattugiato
  • aglio 1 spicchio
  • noce moscata q.b.
  • burro q.b. per condire
  • salvia q.b. per condire

Dosi calcolate sulla ricetta originale (per 4 persone)

Pubblicità

Cuciniamo

Gnudi - Step 1

Lessiamo gli spinaci e poi ripassiamoli in padella con un soffritto di olio e aglio tritato. Lasciamo insaporire e nel frattempo mettiamo sul fuoco una pentola d’acqua.

Gnudi - Step 2

Mettiamo gli spinaci in una ciotola e allarghiamoli per farli raffreddare.

Gnudi - Step 3

Aggiungiamo la ricotta, l’uovo, un pizzico di sale, un po’ di noce moscata e diamo una bella mescolata.

Gnudi - Step 4

Uniamo il formaggio grattugiato e la farina e mescoliamo ancora per amalgamare bene tutto.

Gnudi - Step 5

Facciamo i nostri gnudi: prendiamo un po’ di impasto tra le mani e diamogli una forma simile a degli gnocchi, ma più grandi e allungati.

Pubblicità

Gnudi - Step 6

Passiamoli nella farina e poggiamoli via via su un piatto o vassoio.

Gnudi - Step 7

Prepariamo il condimento: in una padella facciamo sciogliere il burro e poi aggiungiamo qualche fogliolina di salvia.

Gnudi - Step 8

Quando l’acqua bolle, saliamola e buttiamo gli gnudi.

Gnudi - Step 9

Una volta saliti in superficie, gli gnudi sono pronti da scolare. Mettiamoli direttamente in padella col condimento e ripassiamoli velocemente sul fuoco per farli ben insaporire.

Gnudi - Step 10

Impiattiamoli insieme al condimento e… buon appetito!

Gnudi - Step 11

Pubblicità

Pubblicità

Valuta la ricetta

3.5

8 voti

Esprimi il tuo voto

Commenti (6)

Scrivi un commento
  • Cinzia

    Che quantità serve di spinaci surgelati? Grazie

    23 Marzo 2022 Rispondi

    • Paola

      C’è scritto tutto nella ricetta, più dettagliata di così!

      26 Marzo 2022 Rispondi

  • Elisabetta

    Ciao benedetta!
    Ti volevo chiedere che tipo di ricotta usi? Grazie mille (questa ricetta mi ricorda tanto mia nonna ❤️)

    15 Novembre 2021 Rispondi

    • Benedetta Rossi

      Ciao Elisabetta, ho usato la ricotta vaccina, ma puoi usare quella che ti piace di più ❤️

      16 Novembre 2021 Rispondi

      • Elisabetta

        Grazie mille! ❤️

        18 Novembre 2021 Rispondi

  • Loredana

    ? Sono uguali ai nostri Rabattoni (n piemontese Rabaton) con la differenza che nei nostri non c’è l’aglio ? c’è proprio la sagra del paese la prima domenica di settembre la sagra del Rabaton ???

    7 Novembre 2021 Rispondi

Mostra tutti i commenti
Nessun file selezionato Seleziona foto

Pubblicità

Redazione

Gnudi

Nessun file caricato Carica la foto

Fatte in casa da voi

Carica una foto e condividi il risultato

Al momento non ci sono immagini delle vostre ricette

Caricate una foto e condividete il risultato

Carica la tua foto

Pubblicità

Redazione

Gnudi

Torna su