COME RICICLARE IL PANE RAFFERMO

Oggi vi spiegherò come riciclare il pane raffermo in mille modi diversi. Le nostre nonne ci hanno insegnato che non si butta via niente, specialmente il pane. Tutte le volte che mi avanza del pane lo congelo, così lo conservo al meglio e lo tiro fuori dal freezer ogni volta che ne ho bisogno. Quando però mi dimentico di congelarlo non mi dispero perché posso utilizzare il pane raffermo  per tante ricette diverse. Spero che questi miei consigli possano esservi utili.

IL PANGRATTATO

La prima cosa che si può fare con il pane raffermo è trasformarlo in pangrattato. Basta una grattugia, elettrica o manuale, e il gioco è fatto! Il pangrattato è utile in tante ricette: ad esempio per panare le cotolette, per gratinare uno sformato di pasta o di patate, per condire delle verdure al forno, oppure può essere l’ingrediente principale per il ripieno di involtini di carne o pollo. Il pangrattato può essere usato in semplicità oppure aromatizzato con spezie ed erbe. Vi lascio QUI un articolo dove spiego come aromatizzare il pangrattato in mille modi diversi.

PANE RAFFERMO PER POLPETTE MORBIDISSIME

Zia Giulietta mi ha insegnato a fare delle polpette di carne gustose e davvero tenerissime; l’ingrediente segreto è il pane raffermo! Qualsiasi sia il tipo di polpetta che preparo, aggiungo nell’impasto del pane raffermo ammollato nell’acqua o nel latte. Non esistono dosi precise, tutto dipende da quanto pane raffermo mi ritrovo in dispensa. Le polpette di carne  fatte con questo ingrediente”segreto” vengono morbide e umide…provare per credere! Vi lascio Qui una raccolta di ricette tutta di polpette.

BRUSCHETTE

Quando mi avanza un filone di pane o una pagnotta è il momento di preparare delle bruschette! Basta affettare il pane, grigliarlo in padella o sul barbecue e il gioco è fatto! Basterà poi condire le bruschette con i nostri ingredienti preferiti ed ecco servito a tavola un piatto allegro colorato e davvero buonissimo. Vi lascio QUI tante idee per realizzare gustosissime bruschette.

CROSTINI PER ZUPPE E MINESTRE

Tagliamo il pane raffermo a cubetti o a fettine in base alle nostre preferenze. Facciamo riscaldare in una padella un filo di olio di oliva, quindi mettiamo i cubetti di pane e facciamoli cuocere per 5 minuti a fiamma vivace, mescolando di continuo. A fine cottura aromatizziamo  con le nostre spezie preferite, ad esempio paprika, origano, pepe, rosmarino…ed ecco trasformato il pane raffermo in sfiziosi crostini per accompagnare zuppe, minestre e minestroni!

PANE RAFFERMO COME APPENA SFORNATO

Ci ritroviamo in dispensa del pane indurito da un paio di giorni? Inumidiamolo leggermente con dell’acqua e mettiamolo in forno ben caldo per qualche minuto. Il pane si ammorbidirà tornando croccante come appena sfornato. Anche questo piccolo trucchetto me lo ha insegnato zia Giulietta. Quello che per noi sembra quasi una magia per i nostri nonni era la normalità non buttare e non sprecare via niente! Ditemi se conoscevate anche voi questi modi di riciclare il pane e se ne sapete altri scrivetemeli giù nei commenti.

 

Articolo scritto da Benedetta

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su COME RICICLARE IL PANE RAFFERMO

  • Tiziana Ruffo - 19 Ottobre 2019 21:06

    Ciao, sono Tiziana, faccio una torta con le mele:
    Mettere a bagno nel latte il pane raffermo finché’ venga completamente assorbito.
    Schiacciarlo con una forchetta e ridurlo a poltiglia.
    Aggiungere zucchero a piacere e mele tagliate a fettine. Versare il tutto in una pirofila ed infornare fino alla doratura. ………. e buona e sana merenda per i nostri bambini!!!!!

    • Benedetta Rossi
      Benedetta - 21 Ottobre 2019 10:33

      Ciao Tiziana grazie per avere condiviso questa buonissima ricetta 🙂

  • Maria Ctistina Rubini - 17 Ottobre 2019 21:17

    Ciao. Ti volevo chiedere quanto dura il pane che grattugio e come conservarlo.
    Grazie.

    Rubini Maria Cristina.

    • Benedetta Rossi
      Benedetta - 18 Ottobre 2019 16:30

      Ciao Maria Cristina mettilo in un barattolo chiuso con una fogliolina di alloro eviterà il formarsi di insetti (piccolo segreto dell nonna) 🙂

  • Alessandra - 17 Ottobre 2019 18:49

    Ciao Benedetta, a casa mia in Toscana il pane raffermo guai a chi lo butta ! Lo utilizziamo per la famosa ribollita , per la pappa al pomodoro e non ultima in estate per la panzanella ! Un bacio e grazie per le tue belle ricette . Alessandra da Firenze

    • Benedetta Rossi
      Benedetta - 18 Ottobre 2019 16:26

      Ciao Alessandra grazie per le buonissime ricette che mi hai suggerito 🙂