5 consigli per una frittura perfetta

5 consigli per una frittura perfetta

Pubblicità

Oggi vi darò 5 consigli per una frittura perfetta. Carni, pesci,verdure, bomboloni e crocchette: fritti a regola d’arte sono una vera delizia!

È vero che non bisogna esagerare, ma ogni tanto un buon piatto di frittura, se realizzato nel modo giusto, possiamo assolutamente concedercelo! Basta utilizzare i giusti ingredienti e seguire alcuni consigli per ottenere una bella frittura asciutta e croccante.

Con questi accorgimenti possiamo preparare tantissime ricette! Dai calzoni fritti con prosciutto e mozzarella ai fiori di zucca, ai panzerotti e perfino tante frittelle tutte diverse. Non senza, però, aver preparato una pastella perfetta per fritti croccanti.

Se anche voi come me amate i cibi dorati, gustosi, croccanti e non eccessivamente unti, non vi resta che seguire questi 5 consigli per una frittura perfetta!

1 – Preparare i cibi alla frittura

In generale, per preparare i cibi alla frittura, dobbiamo asciugarli bene da ogni residuo d’acqua. È molto importante, infatti, friggere alimenti ben asciutti! Questo perché l’acqua, a contatto con l’olio produce pericolosi schizzi. Che sporcano, tra l’altro, il piano cottura!

Inoltre, quando si frigge è bene aggiungere sale e spezie sempre dopo e non durante la frittura. Entrambi, infatti, accelerano l’alterazione dei grassi (quindi dell’olio) e le seconde, in più, danno anche un cattivo sapore a quel che stiamo cucinando!

2- Usare la giusta quantità d’olio

come capire la giusta temperatura dell'olio senza termometro

Per una buona frittura bisogna usare la giusta quantità di olio! In tanti pensano che metterne di più sia uno spreco. O, ancora peggio, pensano che usandone di meno i cibi risultino più leggeri!

Pubblicità

Non c’è niente di più sbagliato: con poco olio, infatti, gli alimenti non cuociono in maniera uniforme, anzi tendono a bruciare. Inoltre assorbono molto più olio e ci mettono più tempo a cucinare!

Il mio consiglio, perciò, è quello di usare abbondante olio nella giusta padella. E, in generale, vi consiglio padelle dai bordi alti e dal fondo sottile, meglio se in acciaio poiché riesce a diffondere meglio il calore.

3 – L’importanza dell’olio

Per una buona frittura è fondamentale scegliere il giusto olio o grasso. In linea di massima si frigge sempre in olio ben caldo, alla giusta temperatura! Solo così, infatti, i cibi cuociono velocemente, in maniera uniforme e non risultano unti una volta cotti.

Per friggere alla perfezione l’olio deve essere a una temperatura compresa tra i 170 e i 180°C e non deve mai superare il suo punto di fumo, ovvero la temperatura alla quale l’olio inizia a bruciare.

Se l’olio brucia non dà soltanto cattivo sapore ai cibi, ma fa molto male alla salute! Come ci accorgiamo che l’olio sta bruciando? Facile: se produce fumo nero e ha un odore acre è meglio fermarsi e buttare tutto! Per tenere sott’occhio la giusta temperatura vi consiglio di usare un termometro per alimenti.

E scegliere, poi, il giusto olio. Anche se avere una tabella chiara e univoca del punto di fumo degli oli non è semplice. In generale gli oli e i grassi che permettono di friggere ad alte temperature senza bruciare sono: l’olio extravergine di oliva, lo strutto e l’olio di arachidi.

In ogni caso, anche se questi grassi permettono fritture ad alte temperature, vi consiglio di cambiarli con frequenza, poiché con delle lunghe cotture di frittura, iniziano comunque a deperire.

4- Come friggere gli alimenti

Una volta scaldato per bene l’olio, friggiamo pochi alimenti alla volta. Mettere nella padella tanti pezzi, infatti, non fa che abbassare la temperatura dell’olio, prolungando così i tempi di cottura e facendoci trovare alla fine una frittura unta.

Pubblicità

È importante che l’olio sia sufficiente a ricoprire il cibo da friggere! Questo ci impegnerà meno durante la frittura, poiché i cibi si cuoceranno senza bisogno di rigirarli in continuazione.

Sebbene è importante che l’olio sia caldo, è anche sempre importante che non lo sia eccessivamente. Alcuni cibi infatti, ad esempio krapfen, bomboloni, calzoni fritti etc, rischiano di cuocersi perfettamente all’esterno, ma rimanere crudi all’interno.

Il mio consiglio, quindi, è di regolare l’intensità del fuoco e la temperatura dell’olio in base a ciò che state friggendo.

5 – Dopo la frittura

Una volta fritti i nostri alimenti non ci resta che scolarli bene con l’aiuto di una schiumarola e spostarli su un vassoio ricoperto con della carta assorbente per fritti.

In base a ciò che stiamo preparando possiamo anche fare sgocciolare il cibo fritto su una gratella: l’olio in eccesso andrà via mantenendo il cibo croccante uniformemente.

Una volta fatto questo non ci resta che salare bene i nostri fritti e gustarli ancora ben caldi! La frittura di pesce, i calzoni o le patatine fritte danno il meglio di loro quando sono ancora fumanti!

 

Presente in

Pubblicità

Pubblicità

Commenti (12)

Scrivi un commento
  • Deborah

    Grazie mille i tuoi consigli sono sempre preziosi e li apprezzo tantissimo 🤭🤭🤭

    27 Novembre 2022 Rispondi

  • Francesca

    Molto interessante …. alcune cose le sapevo già …. altre sono stata contenta di saperne di più …. Grazie mille

    4 Gennaio 2022 Rispondi

  • Sonia Carretti

    Ciao Benedetta, prima di tutto voglio farti i complimenti, e poi vorrei chiederti un consiglio…ho fritto gli anelli di totani ed i gamberetti, ma mi sono rimasti mosci, non capisco…non mi sono venuti croccanti. Ho fatto come hai fatto tu, gli ho infarinati e messi nell’olio bollente, ma niente. Non capisco dove ho sbagliato. Grazie.

    12 Febbraio 2021 Rispondi

  • Rosa Storai

    Grazie Benedetta. A me piace molto cucinare ma sono diventata molto piu’ brava da quando ho incominciato a leggere le tue ricette, le trovo facile da seguire e molto GUSTOSE!!

    1 Febbraio 2021 Rispondi

  • Ile Brocco

    Vorrei sapere che tipo di carta utilizza Benedetta per la frittura grazie Ile

    11 Marzo 2020 Rispondi

    • Benedetta

      Ciao lle, qualsiasi carta per alimenti va bene 🙂

      12 Marzo 2020 Rispondi

      • Ile Brocco

        Grazie ma mi piace quella che usi tu

        12 Marzo 2020 Rispondi

  • Maria Teresa Origlio

    Bravissima. …..!!!!! e ricette semplicissime alla portata di tutti

    27 Febbraio 2020 Rispondi

  • Ivanka Dusper

    Bravisima grazie <3

    26 Febbraio 2020 Rispondi

  • Francisca Santoro de Assunção

    Sono apassionata delle ricette

    20 Febbraio 2020 Rispondi

  • Cocca

    Grazie come sempre dei tuoi consigli. Vorrei sapere cosa fare se occorre riscaldare la frittura perché si è raffreddata non potendo farla sempre espressoa grazie

    20 Febbraio 2020 Rispondi

    • Benedetta

      Ciao Cocca, naturalmente la frittura è buona appena fatta, al limite puoi riscaldarla qualche secondo al microonde 🙂

      20 Febbraio 2020 Rispondi

Mostra tutti i commenti

Pubblicità

Benedetta Rossi

5 consigli per una frittura perfetta

Torna su