COME PULIRE LE TAPPARELLE E LE PERSIANE

Per imparare come pulire le tapparelle e le persiane basterà seguire alcuni consigli pratici e diventerà un’operazione facile e veloce. Le pulizie quotidiane della casa richiedono tempo e fatica, a maggior ragione quando si tratta delle famigerate “pulizie di primavera”! In questo caso serve organizzare un vero e proprio piano. Per fortuna le nostre nonne non lasciavano niente al caso. Esistono diversi metodi di pulizia, che si differiscono in base al materiale della struttura. Vediamone alcuni!

 

Verifica gli accessi e l’integrità della struttura

Prima di iniziare la pulizia intensiva delle tapparelle verifica innanzitutto che vi sia un accesso esterno. Controlla anche che la finestra non si trovi in posizioni troppo difficili da raggiungere e che la struttura sia integra. Se si dispone di un accesso esterno basterà abbassare interamente la tapparella per iniziare la pulizia. Invece, in mancanza di accessi, l’operazione dovrà essere svolta all’interno del cassetto superiore.

 

Rimuovi la polvere dalle persiane

 

La pulizia delle persiane comincia con la rimozione della polvere depositatasi sui listelli e sull’intera struttura. Con una scopa o con un’aspirapolvere aspira la polvere e i detriti sulla tapparella. Quindi, apri leggermente per lasciare dello spazio tra le fessure così da ripulire anche questi piccoli spazi. Per eliminare ogni traccia di polvere le nonne usavano un pennello con setole grandi da passare all’interno di ogni listello. Questo trucco ti consentirà di ottenere una pulizia precisa che dura nel tempo. La rimozione della polvere è solo il primo step, adesso è arrivato il momento di procedere alla pulizia vera e propria.

 

Detersivi o bicarbonato di sodio per pulire le tapparelle in alluminio

 

Per le tapparelle in alluminio usa detersivi sgrassanti diluiti in acqua oppure metodi naturali (bicarbonato di sodio o sale grosso). Se utilizzi detersivi sgrassanti con una spugna imbevuta, ripulisci l’intera superficie e le fessure; quindi, risciacqua con acqua tiepida. Un rimedio che usavano le nostre nonne consiste invece nell’usare il bicarbonato di sodio che ha ottime proprietà disinfettanti. In un secchio d’acqua sciogline qualche cucchiaino e con un panno di cotone inizia la pulizia completa della tapparella. Se vi sono delle incrostazioni molto resistenti aggiungi qualche goccia di succo di limone.

Usa il sapone di Marsiglia e l’aceto per pulire le tapparelle in plastica

Per le tapparelle in plastica non è necessario usare detersivi sgrassanti: basterà affidarsi alle proprietà igienizzanti del sapone di Marsiglia. Sciogline qualche scaglia in una bacinella d’acqua fino a ottenere un composto omogeneo. Quindi, con una spugna, passa il composto sull’intera struttura della tapparella e risciacqua con acqua tiepida. Se sulla tapparella trovi ingiallimenti o incrostazioni, prova a ricorrere al metodo delle nostre nonne: l’aceto di vino bianco. Vi sono due opzioni per pulire le tapparelle di plastica con l’aceto. Versalo direttamente sulla macchia e lascialo agire per qualche minuto oppure aggiungine qualche goccia in una bacinella di acqua tiepida.

 

Spazzole e vapore per pulire le tapparelle

 

Per pulire le tapparelle senza fatica si possono usare specifiche spazzole con impugnatura ergonomica e panni in microfibra inumiditi. In alternativa, vi sono attrezzi a vapore specifici, con beccucci o spazzole, che erogano vapore per raggiungere i punti difficili. Il vapore emesso da questi pratici attrezzi per la pulizia rimuove le incrostazioni più ostinate e igienizza ogni superficie. Dopo aver erogato il vapore sulla struttura della tapparella è sempre opportuno asciugare con un panno in microfibra l’intera area.

 

La pulizia delle veneziane

Infine, vediamo come pulire le veneziane, un particolare tipo di tapparella che necessita di manutenzione periodica. Ogni quindici giorni si possono eliminare gli accumuli polvere, passando sui listelli un panno in microfibra imbevuto di acqua tiepida. Tuttavia, per una pulizia straordinaria è necessario lavarle per intero. Come ci insegnano le nonne, le veneziane vanno completamente rimosse e poste in una vasca da bagno. Dopo averle immerse nell’acqua, aggiungi sapone di Marsiglia o bicarbonato di sodio e lasciale a mollo per un’intera giornata. Per finire, risciacquale con cura e lasciale asciugare per qualche ora al sole.

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!

COMMENTI

Tutti i vostri commenti su COME PULIRE LE TAPPARELLE E LE PERSIANE

  • CristinaCarboni65 - 16 Ottobre 2017 17:55

    io uso quei piumini in microfibra appositi per le persiane per spolverare vanno bene….
    per lavarle olio di gomito panno in microfibra e sgrassatore con acqua calda