COME PULIRE IL FORNO

Tra gli elettrodomestici più usati in cucina, il forno è sicuramente tra i primi. Frequente nel suo utilizzo, forse lo è un po’ meno se si parla di pulizia. Anche per questo motivo, spesso, incrostazioni e macchie diventano un vero cruccio, costringendoci a intervenire con prodotti chimici aggressivi. Devi sapere, tuttavia, che esistono soluzioni naturali altrettanto efficaci. Oltre a essere economici, questi metodi sono ecosostenibili e non recano alcun danno alla salute umana.

Prodotti comuni, quali limone e aceto, sono utili infatti nella pulizia del forno, del piano cottura e del frigorifero. Perché non provarli, allora? Di seguito trovi i nostri consigli su come pulire il forno con ingredienti naturali che già hai in casa.

Usa il limone per sgrassare

Quando spugna, acqua e spatola non sono sufficienti per raschiare via i residui dal forno, puoi ricorrere a diverse soluzioni. Il primo metodo per pulire il forno a fondo prevede l’uso del limone. Sgrassatore naturale, questo frutto è prezioso per eliminare ogni traccia di unto dalle superfici oltre che per profumare delicatamente. Procurati qualche limone maturo (due o tre saranno abbastanza) e cospargi del loro succo l’interno del forno. Quindi, metti direttamente i limoni restanti in una casseruola e infornali. In alternativa, puoi riempire una teglia con una soluzione di acqua e limone.

A questo punto, accendi il forno portandolo a 180° per circa 30 minuti; poi, spegni e fai raffreddare. Il calore farà evaporare la soluzione che porterà via con sé anche unto e grasso, disinfettando il tuo elettrodomestico. Concludi passando una spugna inumidita per togliere ogni residuo.

Disinfetta il forno con l’aceto

Anche l’aceto bianco è un ottimo rimedio per pulire il forno, contribuendo a sgrassare e disinfettare. Fai scaldare in una pentola un po’ di acqua e, prima che giunga a ebollizione, aggiungi un bicchiere di aceto. Quando la soluzione bolle, trasferisci la pentola nel forno (precedentemente acceso a 100°) per una quindicina di minuti. A questo punto, aspetta che si raffreddi e usa il medesimo composto con una spugna per pulire l’interno del forno.

Puoi anche abbinare all’aceto bianco del sale grosso. In questo caso, aggiungine qualche cucchiaio in acqua e usa la soluzione pulente su una spugnetta. Aiutandoti con un flacone spray, spruzza l’aceto direttamente sulle superfici per pulire ogni angolo; lascia agire, poi ripassa la spugna.

 

Il bicarbonato contro le muffe

Un altro ingrediente utile è il bicarbonato di sodio, alleato nell’eliminare incrostazioni e muffa dalle pareti e dai vetri. Inoltre, contrasta gli odori e ha un forte potere igienizzante. Anche in questo caso, puoi potenziarne l’effetto aggiungendovi un po’ di sale (entrambi in acqua tiepida). Ti basterà, ora, miscelare per bene il composto perché sia denso e procedere poi con una spugna. Dopo aver cosparso tutto il forno lascia agire per qualche ora – anche una notte intera, se necessario –. Passando, infine, la spugna o una spatola eliminerai facilmente ogni altro sedimento.

Pulire con il detersivo per i piatti per il vetro del forno

Per pulire il forno puoi ricorrere anche al detersivo per i piatti, magari fatto in casa con sapone di Marsiglia. Versane un po’ in una vaschetta con dell’acqua e aiutati con una spugna a cospargerne le pareti. Lascialo in posa per una mezz’ora e risciacqua.

Il detersivo per i piatti ti servirà anche per far splendere il vetro del forno. Spesso, infatti, il vetro risulta grasso e appiccicoso; è un problema antiestetico ma soprattutto poco igienico. Per pulirlo, miscela un composto fatto di bicarbonato e detersivo per piatti con cui ricoprirai tutti il vetro. Dopo mezz’oretta circa rimuovi il tutto con straccio o spugna; se necessario, passa una spatolina per togliere le incrostazioni resistenti.

Con la coca cola pulisci le macchie della teglia

L’ultima attenzione, a questo punto, è per la teglia da forno, che raccoglie tutti i residui di cibo delle cotture. Ti può sembrare strano, ma la coca cola è efficacissima nella sua pulizia! Grazie alla sua componente acida, infatti, la bevanda scioglie bruciature e macchie. Versane in abbondanza sulla teglia fredda in modo che i punti critici siano ben coperti. Quindi, inseriscila nel forno acceso alla massima temperatura per qualche minuto. Appena vedi il vapore salire, spegni il forno e, con un guanto da cucina, estrai la teglia. Passa una spazzola morbida sulle macchie e vedrai che, con poca fatica, spariranno completamente!

Tutto chiaro? Con questi consigli avrai un forno perfettamente pulito, come nuovo! Buona pulizia!

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!