Composta di cipolle: come si fa e come si conserva

Composta di cipolle: come si fa e come si conserva

Pubblicità

Perfetta da tenere sempre in dispensa, la composta di cipolle è una ricetta ideale per accompagnare piatti di carne, ma soprattutto i formaggi, così come da servire spalmata sul pane tostato oppure sui crostini! È una preparazione ideale da preparare quando ci ritroviamo in casa tante cipolle e non sappiamo come consumarle.

Nonostante, infatti, le cipolle si conservino per molto tempo – certamente non in frigorifero – e anche dopo averla utilizzata per avere un mix per soffritto sempre pronto, può succedere di averne tante a disposizione e non sapere che farne.

Un trucco furbo, allora, è proprio quello di preparare una gustosa composta! Vediamo, allora, la composta di cipolle: come si fa e come si conserva.

Come fare la composta di cipolle rosse

A differenza della confettura, la composta è diversa perché contiene di solito più frutta e meno zuccheri. E questi ultimi, di solito, vengono dalla frutta stessa. Questo vale anche per la composta di cipolle!

Pubblicità

Nonostante di cipolle ne esistano tantissime varietà, la composta più gustosa e saporita che possiamo preparare è quella di cipolle rosse. Per prepararla, sbucciamo circa 800 g di quelle rosse. Tagliamole sottili e mettiamole a macerare per qualche ora con 2-3 foglie di alloro, un pizzico di sale, 2 cucchiai di aceto bianco e 1 di balsamico e 200 g di zucchero di canna. Quindi portiamo sul fuoco e facciamo cuocere finché tutto il liquido non è evaporato completamente.

Per ottenere una composta di cipolle più liscia, frulliamola per bene con un mixer a immersione.

Come conservare la composta di cipolle rosse

Se preparo la composta di cipolle rosse per consumarla subito, la lascio semplicemente raffreddare a temperatura ambiente. Se, invece, la voglio conservare, la trasferisco in barattoli di vetro sterilizzati che poi chiudo con il coperchio, capovolgo per fare il sottovuoto e lascio raffreddare fino a quando potrò riporli in dispensa.

La composta di cipolle rosse, preparata così, ha un gusto molto agrodolce! L’aceto balsamico, inoltre, le dà un tocco in più, veramente sofisticato. Non c’è bisogno di aggiungere acqua: le cipolle rilasciano tutti i loro liquidi direttamente in cottura.

Pubblicità

Come fare la composta di cipolla di Tropea

Le cipolle di Tropea sono perfette per preparare la composta di cipolle rosse! Dal gusto naturalmente delicato, sono l’ideale da abbinare ai formaggi stagionati, ad arrosti di carne o di pesce e sui crostini di pane.

Per preparare la composta di cipolle di Tropea ed esaltarne tutto il sapore utilizziamo soltanto l’aceto balsamico, al posto di quello di vino bianco ed evitiamo anche di aggiungere l’alloro! Quindi procediamo come con la composta di cipolle rosse classica. Maceriamo per qualche ora, portiamo sul fuoco e cuociamo finché non avremo raggiunto la giusta consistenza.

Come usare la composta di cipolle

Per utilizzare la composta di cipolle rosse possiamo preparare un ricco antipasto di formaggi stagionati, come un piatto con pecorino, parmigiano, perfino con i formaggi affumicati. Un abbinamento che vi consiglio, molto gustoso e da spalmare sul pane tostato, è quello con il gorgonzola! Scegliamo, però, un gorgonzola morbido. La composta di cipolle rosse sta molto bene anche con il brie.

Un altro modo per utilizzare la composta è portarla in tavola una ciotolina o una salsiera in abbinamento con un bollito, al posto o in aggiunta alla classica salsa verde. Ma è perfetta anche con un arrosto, per esempio di maiale, così come con il pesce. Ideale, infatti, è servirla accanto al branzino al sale.

Pubblicità

Pubblicità

Commenti

Ancora nessun commento pubblicato.

Pubblicate il primo commento e ditemi se il mio consiglio vi è stato utile: mi scrivete e mi fate sapere se voi avete provato altro?

Scrivi un commento

Pubblicità

Benedetta Rossi

Composta di cipolle: come si fa e come si conserva

Torna su