Pignolata glassata

Una ricetta tipica della tradizione dolciaria messinese, nata come dolce di Carnevale ma così buona che possiamo prepararla tutto l’anno.

Stagione
Tutte le stagioni
Ingredienti
13
Facilità
facile
Pronto in
1 ora

Pubblicità

La pignolata glassata è un dolce di Carnevale tipico della città di Messina e amatissimo in tutta la Sicilia. Simile a un profitterol dall’aspetto, la pignolata unisce tutto il gusto dei dolci fritti al tocco goloso e zuccherino che solo le glasse sanno dare.

Pignolata glassata ricetta di Carnevale

Quando si parla di Carnevale e dolci messinesi, la pignolata è protagonista indiscussa. Con il tempo, è diventata così amata e popolare che ormai è disponibile tutto l’anno nelle pasticcerie della città.

La possiamo includere tra i tanti dolci di Carnevale fritti, ma ha una particolarità che la differenzia. Infatti, è composta da palline di impasto fritte, che invece di venire gustate così come sono, appena fatte, vengono glassate.

La glassa per pignolata messinese tipicamente è bigusto, al limone e al cioccolato. In questo modo otteniamo un dolce bicolore che oltre a essere delizioso è anche molto scenografico.

Pubblicità

pignolata glassata
Pignolata glassata

Le palline fritte ricordano un po’ le castagnole, solo che si aromatizzano con la grappa. L’impasto è a base di farina, zucchero, sale, scorza di limone, uova e burro fuso. Si crea un panetto, si fa riposare in frigo e poi si divide in pezzetti da cui ricavare le palline, come si fa con le polpette. Una volta cotte ne mescoliamo metà con una glassa, metà con l’altra e siamo pronti per portare il dolce in tavola!

Come servirla

La pignolata alla messinese andrebbe servita in un piatto da portata rettangolare, in modo di mettere da un lato le palline chiare e dall’altro quelle al cioccolato. Possiamo gustarla subito, con la glassa ancora morbida, oppure aspettare fino a farla ben solidificare.


Siamo sicuri che vi è venuta voglia di provare questa ricetta. Scopriamo nel dettaglio come si fa la pignolata e raccontateci le vostre impressioni nei commenti.

Preparazione
40 minuti
Cottura
20 minuti
Tempo totale
1 ora *

*+1 ora di riposo

Il Libro d’Oro

Tutte le mie ricette più amate

Ingredienti

Dosi per persone 6 persone

Per l'impasto

  • 300 g farina
  • 50 g zucchero
  • 2 uova
  • 30 g burro
  • 25 ml grappa
  • sale fino q.b.
  • scorza di limone q.b.

Per friggere

  • olio di semi di arachidi per friggere q.b.

Per la glassa chiara

  • 200 g zucchero a velo
  • 20 ml albumi
  • 10 ml succo di limone

Per la glassa scura

  • 200 g cioccolato fondente
  • 30 g burro

Dosi calcolate sulla ricetta originale (per 6 persone)

Gli utensili di Benedetta

Bilancia digitale

Bilancia da cucina digitale ad alta definizione che tiene 1 grammo di pesata minima, con display LED ripiegabile a scomparsa. Dispone di 3 unità di misura: grammi, once e millilitri, perfetta per misurare con precisione ingredienti solidi e liquidi. Ha una capacità massima di misurazione di 5 kg. Abbinata una ciotola in acciaio inox 18/10 igienico.

€ 19,90 Compra ora

Casseruola 20cm con coperchio

Casseruola da 20 cm di diametro in alluminio forgiato 100% riciclabile, con rivestimento ceramico antiaderente nichel free e privo di metalli pesanti. Ideale per cottura a induzione e su fornelli a gas.

€ 49,90 Compra ora

Frusta in silicone 32cm

Frusta da cucina con impugnatura in acciaio inox 430 (nichel free) e 8 fili rivestiti in silicone alimentare resistente fino a 230 °C. Facile da pulire, può essere riposta nei cassetti o appesa grazie al pratico anello.

€ 12,90 Compra ora

Pubblicità

Preparazione

Come fare: Pignolata glassata

Pignolata glassata - Step 1

Mescoliamo in una ciotola la farina, lo zucchero e il sale.

Pignolata glassata - Step 2

Uniamo la scorza di limone, le uova e il burro fuso e mescoliamo ancora con un cucchiaio.

Pignolata glassata - Step 3

Iniziamo a impastare a mano e poi incorporiamo la grappa.

Pignolata glassata - Step 4

Impastiamo ancora fino ad avere un panetto liscio e morbido.

Pignolata glassata - Step 5

Avvolgiamo il panetto con la pellicola per alimenti e facciamo riposare in frigorifero per un’ora.

Pignolata glassata - Step 6

Riprendiamo il nostro impasto, mettiamolo sulla carta forno e tagliamolo a fette con un tarocco.

Pignolata glassata - Step 7

Dividiamole a metà e poi in tanti pezzettini piccoli.

Pignolata glassata - Step 8

Prendiamo ciascun pezzetto di impasto e massaggiamolo tra i palmi delle mani per formare una pallina.

Pubblicità

Pignolata glassata - Step 9

Una volta che le palline sono pronte, scaldiamo l’olio di semi di arachidi e portiamolo a temperatura. Mettiamo una manciata di palline nell’olio bollente e friggiamo per 2-3 minuti. Friggiamone poche per volta per non abbassare troppo la temperatura dell’olio.

Pignolata glassata - Step 10

Scoliamo le palline fritte con un mestolo forato e mettiamole man mano sulla carta per fritti. Procediamo così e cuociamo tutte le palline.

Pignolata glassata - Step 11

Prepariamo la glassa bianca mescolando in una ciotola lo zucchero a velo, l’albume e il succo di limone fino ad avere un composto omogeneo e abbastanza denso.

Pignolata glassata - Step 12

Versiamo metà delle palline fritte nella ciotola con la glassa e mescoliamo.

Pignolata glassata - Step 13

Per fare la glassa scura, sciogliamo il cioccolato fondente e il burro nel microonde in una ciotola e amalgamiamoli.

Pignolata glassata - Step 14

Mettiamo la metà di palline che ci è rimasta nella ciotola con la glassa scura e mescoliamo.

Pignolata glassata - Step 15

Sistemiamo in un piatto da portata le palline con la glassa bianca su un lato e dal lato opposto mettiamo quelle al cioccolato.

Pignolata glassata - Step 16

Ecco la pignolata glassata pronta da servire!

Consigli

Nella pignolata di Messina in genere si alternano due gusti, ma niente ci vieta di farne una versione usando solo glassa al limone o solo quella al cioccolato, che possiamo usare fondente o al latte.

La glassa per pignolata può essere inoltre sostituita dal miele, come nella versione calabrese di questo dolce. In quel caso, per aggiungere colore possiamo divertirci a spolverare sul miele degli zuccherini colorati, magari quelli a pallini, oppure le codette o quelli di forme particolari che ormai troviamo in tutti i supermercati più forniti.

Possiamo anche usare glassa e zuccherini, un po’ come fa Benedetta nella sua ricetta della cicerchiata, preparazione molto simile e anche quella tipica del Carnevale.

Conservazione della pignolata glassata

La pignolata siciliana resta ottima per due o tre giorni e deve essere conservata a temperatura ambiente, ben coperta.

Pubblicità

Pubblicità

Valuta la ricetta

5

4 voti

Esprimi il tuo voto

Commenti

Ancora nessun commento pubblicato.

Pubblicate il primo commento e ditemi se la ricetta vi è piaciuta: mi scrivete e mi fate sapere com’è andata?

Scrivi un commento
Nessun file selezionato Seleziona foto

Pubblicità

Buon’Idea

Pignolata glassata

Nessun file caricato Carica la foto

Fatte in casa da voi

Carica una foto e condividi il risultato

Al momento non ci sono immagini delle vostre ricette

Caricate una foto e condividete il risultato

Carica la tua foto

Pubblicità

Buon’Idea

Pignolata glassata

Torna su